€ 2.65€ 5.90
    Risparmi: € 3.25 (55%)
Normalmente disponibile in 3/4 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Giuro che non mi sposo

Giuro che non mi sposo

di Elizabeth Gilbert

1.5

Normalmente disponibile in 3/4 giorni lavorativi
  • Editore: Rizzoli
  • Collana: Rizzoli best
  • Traduttore: Bertante P.
  • Data di Pubblicazione: gennaio 2011
  • EAN: 9788817047227
  • ISBN: 8817047228
  • Pagine: 368
  • Formato: rilegato
"... e vissero felici, divorziati e contenti." Doveva finire così l'irripetibile favola di Elizabeth Gilbert e del suo Felipe. Alla fine di "Mangia prega ama" li avevamo lasciati sulla spiaggia di Bali, innamoratissimi e decisi a non sposarsi mai più. Un primo matrimonio rovinosamente fallito per ciascuno era più che sufficiente: d'ora in avanti avrebbero celebrato l'amore a modo loro, senza bisogno di riti ufficiali, senza vincoli e senza il rischio di future complicazioni legali. Insieme, avrebbero vissuto ciascuno la sua vita; avrebbero continuato a viaggiare e lavorare come prima, con Philadelphia come base e il passaporto sempre in tasca. Ma i solerti agenti del Dipartimento per l'immigrazione e la sicurezza dell'aeroporto di Dallas avevano in mente un finale diverso. Per loro, il brasiliano Felipe, con i suoi frequenti andirivieni tra l'America e il resto del mondo, era solo un altro ospite indesiderato, sospettato di risiedere clandestinamente nel Paese e come tale punibile con l'espulsione. Solo le nozze con la sua americanissima e recalcitrante fidanzata avrebbero potuto consentirgli di rimettere piede legalmente negli Stati Uniti. Elizabeth Gilbert riprende il racconto da dove l'aveva lasciato per affrontare il tema controverso e affascinante del grande "sì" in tutte le sue sfumature e implicazioni. E così facendo torna a mettere in scena le inquietudini, le paure, gli slanci e i desideri nascosti suoi e di tutte le donne.

Note su Elizabeth Gilbert

Elizabeth Gilbert è nata a Waterbury, nel Connecticut, il 18 luglio del 1969. Suo padre era un ingegnere chimico, la madre un'infermiera. E’ cresciuta con i genitori e con la sorella, la scrittrice Catherine Gilbert Murdock, in una piccola fattoria a Litchfield, nel Connecticut. La famiglia viveva in campagna, in un luogo isolato, e non possedeva televisori o giradischi. Per passare il tempo lei e la sorella si divertivano scrivendo racconti brevi e opere teatrali. Ha studiato presso l’Università di New York, dove nel 1991 ha conseguito la laurea in Scienze Politiche. Dopo la laurea ha lavorato come cuoca, cameriera e impiegata presso una rivista. Il suo primo racconto viene pubblicato nel 1993 sul mensile Esquire. Il titolo del racconto era “Pilgrims” e come sottotitolo il mensile aveva scelto: “Il debutto di una scrittrice americana”. Il successo suscitato dal racconto spinse numerose riviste ad offrirle lavoro come giornalista. Elizabeth iniziò a lavorare come giornalista freelance per numerose riviste nazionali, tra cui GQ, The New York Times Magazine e Allure. Il primo libro di Elizabeth Gilbert, “Pilgrims”, viene pubblicato nel 1997 ed è una raccolta di racconti brevi. Ma è nel 2006 che lo spessore della scrittrice si rivela al mondo, con la pubblicazione del romanzo “Mangia, prega, ama – Una donna cerca la felicità”. Il romanzo è un’ autobiografia che racconta le esperienze vissute dalla scrittrice durante il viaggio intorno al mondo da lei intrapreso in seguito al divorzio con il marito. La scrittrice trascorre quattro mesi in Italia, godendosi la vita ("Mangia"). Dopo, trascorre tre mesi in India, trovando la propria spiritualità ("Prega"). Infine, termina il proprio viaggio in Indonesia, trovando l'amore ("Ama"). Il libro è rimasto nella classficia dei libri più venduti del New York Times per ben 187 settimane. Dal romanzo è stato tratto un omonimo film, in cui la protagonista è Julia Roberts.

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Elizabeth Gilbert:


Voto medio del prodotto:  1.5 (1.7 di 5 su 3 recensioni)

2.0Pensavo meglio.., 23-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Ho comprato questo libro perché ero stata affascinata dal primo libro, Mangia prega ama, ma non mi è piaciuto molto. Liz si trova esiliata per pratiche burocratiche che riguardano il suo amato Felipe dagli Stati Uniti, per cui saranno costretti a viaggiare fino a quando gli USA non si pronunceranno sulla loro sorte. L'ho trovato prolisso sulle descrizioni dei vari matrimoni che ci sono nel mondo, anche se è utile per capire e conoscere le usanze degli altri popoli rispetto ad esso. Non so se lo consiglierei.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0Noiosetto, 10-04-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Mi aspettavo sinceramente di più da questo libro. Ritroviamo i protagonisti a Bali, che dopo aver divorziato, sono arciconvinti di non sposarsi più. Ma sarà così o succederà qualcosa che li fara cambiare idea? Trama scorrevole ma n ulla più ed è un libro che non penso resterà negli annali.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
1.0Noiosissimo!, 25-03-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
A tutte le persone che dopo aver letto, ed amato, mangia prega ama, vogliono comprare questo libro per conoscere il seguito della storia, NON FATELO! Questo romanzo è di una noia mortale, più che raccontare il seguito della sua storia, si tratta di un saggio sul matrimonio, analizzato ed analizzato in tutte le civiltà di tutte le ere.
Decisamente, non consigliato.
Ritieni utile questa recensione? SI NO