€ 10.34€ 11.00
    Risparmi: € 0.66 (6%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
La giuria

La giuria

di John Grisham

4.0

Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Un uomo muore di tumore a causa del fumo. La moglie, stravolta dal dolore, decide allora di sfidare in giudizio una potentissima multinazionale del tabacco, colpevole di produrre le sigarette che hanno lentamente ucciso il suo consorte. L'azienda ricorre a tutti i mezzi a sua disposizione per vincere la causa, ma il giudizio finale rimane incerto, legato alla scelta del dodicesimo giurato, Nicolas Easter, un giovane ex studente di legge dal passato sfuggente e misterioso. Come mai Nicolas fa parte di quella giuria? E, soprattutto, qual è il suo vero scopo?

Note su John Grisham

John Grisham nasce l'8 febbraio 1955 a Jonesboro, un piccolo paese dell'Arkansas. Proviene da una famiglia modesta, ha quattro fratelli e il padre ha lavorato come operaio e come coltivatore di cotone. Dopo numerosi spostamenti, la famiglia di John nel 1967 si stabilisce a Southaven, nel Mississippi. Grazie ai suggerimenti della madre, fin da piccolo nutre una passione molto forte per la narrativa. Legge moltissimo e ha modo di coltivare interesse per numerosi scrittori, in particolar modo apprezza le opere di John Steinbeck, per via della chiarezza che caratterizza la scrittura dell'autore. Ha studiato Legge presso la Mississippi State University. Durante gli studi all'università inizia a tenere un diario, uno strumento fondamentale per la sua creatività che gli ha concesso di muovere i primi passi nella narrativa. Dopo aver conseguito la laurea in Legge nel 1981, esercita la professione di avvocato per circa dieci anni, accumulando un notevole bagaglio di conoscenza del mondo giuridico che successivamente gli torna utile nell'attività di scrittore di romanzi giuridici. Scrivere è per John un hobby a cui dedicarsi nel tempo libero. Il primo romanzo nasce così, il risultato di un passatempo. Si intitola "Il momento di uccidere" e narra la storia di un padre che si fa giustizia sommaria, uccidendo i colpevoli dello stupro di sua figlia. Subito dopo, seguirà "Il socio", il romanzo più venduto nel 1991. Il regista Sydney Pollack ha trasposto il romanzo su una pellicola in cui hanno recitato Tom Cruise e Gene Hackman. A questo successo ne seguiranno altri, tra cui "Il rapporto Pelican", "Il cliente" e "L'uomo della pioggia". Oltre al socio, molti altri suoi romanzi sono diventati dei film che hanno incontrato il favore di pubblico e critica. John Grisham è oggi considerato il maestro del giallo giudiziario.
 

Prodotti correlati:

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di John Grisham:


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su La giuria e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 7 recensioni)

4.0La giuria, 14-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
La giuria è un altro di quei libri che ho letto qualche anno fa, appena uscito. Ne ebbi un'ottima imperssione: un'altra angolazione della complessità del sistema giudiziario americano, quella della scelta o della ricusazione dei giurati che fanno parte della giuria di un processo. Un libro che fa pensare e che commuove.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0L'ultimo giurato, 03-05-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
La caratteristica di questo libro è l'accuratezza con cui viene descritta la scelta dei giurati in un processo: le caratteristiche, le peculiarità rishamvengono esaminate nei piccoli particolari, perchè è grazie alla giusta scelta che il processo può avere un esito favorevole o contrario. Uno dei libri più coinvolgenti di G.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0La giuria, 12-04-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Niente di eccezionale, non stiamo parlando di un capolavoro, sia chiaro. Grisham scrive romanzi che sono sceneggiature già pronte per il cinema e appena un poco espanse; non conosco l'ambiente forense degli Stati Uniti, ma quello italiano dista parecchio da quanto descrive l'autore. Negli anni '90 di "Mani Pulite" questi romanzi sono stati fra i principali corresponsabili - o correi - delle iscrizioni di massa alle Facoltà di Giurisprudenza. L'Alberto Sordi dei tempi migliori avrebbe chiosato con un "ammazza st'ammerecani", e non gli potrei dar torto. Buono quanto gli "spaghetti alla marmelada"...
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Bello, e "diverso" dai soliti di Grisham, 15-02-2011, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Grisham è un maestro del legal thriller. I suoi romanzi sono belli da leggere. L'autore riesce il più delle volte a catturare l'attenzione del lettore assai presto, per rilasciarla solo alla fine del libro. Questo lavoro regge bene il confronto con gli altri, e presenta rispetto agli altri un curioso elemento di particolarità. In un'esperienza unica, ne "La giuria" Grisham costruisce il romanzo da un'angolazione diversa dal solito. Anziché immedesimarsi in un avvocato, impegnato in questa o quella vicenda, stavolta Grisham trova il modo di portare il lettore nella 'jury room', un punto di osservazione decisamente privilegiato. Mettetelo pure nel carrello...
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Non puoi smettere di leggere!, 03-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Stupefacente! non capisci fino alla fine chi sia il misterioso giurato... è dalla parte dei buoni o dei cattivi? Vuole far condannare l'azienda produttrice di tabacco o vuole solo fare soldi? Uno dei migliori Grisham
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Emozionante, 18-09-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Un grande Grisham che ci spiega questa volta cosa c'è dietro l'aula del tribunale. Un professionista nella scelta dei giurati sottovaluta un insignificante giovane ex studente motivato non dai soldi ma dal più pericoloso incentivo: l'ideale. Finale inaspettato e pieno di suspence. Complimenti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0La giuria, 07-07-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Il primo di Grisham che ho letto, e che mi ha tenuta incollata alle pagine fino alla fine, persino a letto con la febbre!!! Niente a che vedere con il film.
Ritieni utile questa recensione? SI NO