€ 16.47
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Il gioco di Gerald

Il gioco di Gerald

di Stephen King

4.0

Prodotto momentaneamente non disponibile
  • Editore: Sperling & Kupfer
  • Collana: Narrativa
  • Edizione: 8
  • Traduttore: Dobner T.
  • Data di Pubblicazione: settembre 1993
  • EAN: 9788820014988
  • ISBN: 882001498X
  • Pagine: 384
In una casa isolata su un lago, Jessie si piega all'ennesima fantasia sessuale del marito Gerald, che questa volta l'ammanetta al massiccio letto in legno. Ma quando umiliata, lei lo allontana con un calcio, l'uomo si affloscia inerte, stroncato da un infarto. Il tempo passa e Jessie, immobilizzata e dolorante, sembra votata a una morte lenta, resa ancora più atroce dalla comparsa di un affamato cane randagio e da un'ombra misteriosa e irreale che fa capolino nella stanza...

Note su Stephen King

Il maestro dell'horror è nato a Portland, nel Maine, nel settembre del 1947. Il padre, ex capitano della Marina Mercantile durante la Seconda Guerra Mondiale, scompare due anni dopo la nascita di Stephen, e la famiglia King, è costretta, per il lavoro della madre, a spostarsi tra Maine, Massachusetts, Wisconsin, Indiana, Illinois e Connecticut.
Oltre all'abbandono del padre, l'infanzia di King è segnata da un altro evento tragico: a soli quattro anni, assiste alla morte dell'amico, travolto da un treno mentre i due giocano sulle rotaie. Il piccolo Stephen torna a casa sconvolto ma senza ricordare nulla.
A partire dai primi anni delle elementari inizia a leggere da solo tutto ciò che gli capita tra le mani; è di questo periodo anche il suo primo racconto. Anni dopo trova nella soffitta della zia i libri del padre, amante dei racconti di Edgar Allan Poe, H.P. Lovercraft e Richard Matheson. Nel 1962 comincia a frequentare la Lisbon Falls High School e poco dopo viene contattato per lavorare al Lisbon Enterprise, settimanale di Lisbon.
Studia letteratura presso l'Università del Maine, dove tiene una rubrica sul giornale universitario. Per pagarsi gli studi, King lavora e vende alcuni suoi racconti. Nell'estate del 1969 conosce Tabitha Jane Spruce, giovane poetessa e laureanda in storia che diventerà sua moglie due anni più tardi. Conseguita la laurea, comincia ad insegnare lettere in una scuola superiore.
Il successo, e la prima vera pubblicazione, arriva con Carrie nel 1974, che supera il milione di copie vendute. Le notti di Salem (1975) e Shining (1977) riscuotono ancora più successo, con i rispettivi tre milioni e quattro milioni di copie vendute. Nel 1970 nasce la figlia Naomi Rachel e due anni dopo il figlio Joseph Hillstrom.
Due eventi tragici colpiscono lo scrittore negli anni a seguire: lo scrittore comincia ad avere seri problemi di dipendenza da alcol e droga, da cui uscirà solo dopo un processo di disintossicazione durato più di un anno. Nell'estate del 1999, inoltre, durante una passeggiata King viene travolto da un'auto subendo pesanti traumi. Sottoposto a numerosi interventi, ci vorranno mesi prima che King si riprenda totalmente.
Nell'arco della sua carriera, Stephen King ha venduto oltre 500 milioni di copie e dai suoi libri sono state tratte oltre 40 pellicole cinematografiche.

Prodotti correlati:

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Stephen King:


Voto medio del prodotto:  4.0 (3.9 di 5 su 15 recensioni)

4.0Intrigante, 13-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo romanzo è veramente intrigante, non tanto per la storia quanto per le situazione che vengono a crearsi. Alcune sono paradossali ma sicuramente fanno capire la genialità di King nel crearle. Sullo stesso livello ci sono altri romanzi migliori scritti dal re dell'horror però è un libro da leggere se non altro per le curiose ambientazioni.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Da far paura veramente, 09-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Io me lo ricordo perchè la notte quando andavo a dormire ripensavo agli avvenimenti che erano successi nel libro. Un dei più bei libri horror che ho letto anche se non sono le mie letture preferite basta pensare che ancora oggi pur avendolo letto parecchi anni addietro mi ricordo le sensazioni che mi ha provocato. Per gli amnti del genere horror. Lo consiglio
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Avvincente, 24-01-2012, ritenuta utile da 2 utenti su 4
di - leggi tutte le sue recensioni
Non è il mio libro preferito di Stephen King ma è stato così avvincente che me lo sono letto tutto in una notte.
E' una storia folle come pochi menti avrebbero potuto partorire e la narrazione ti lascia sempre col dubbio che stia per succedere qualcosa di terribile.
Per quanto mi riguarda è una lettura consigliatissima.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
1.0Il gioco di Gerald, 29-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Mi fanno preoccupare le tante recensioni entusiastiche date a questo libro. Cominciare un libro con una pratica sessuale con le manette e trasformarlo in un inutile, lunghissimo, orribile e orrendo horror in cui in 100 pagine c'è un cane che arriva dal niente a portare via un cadavere (perché o per come poco importa, è King, the Idiot King, non c'è spiegazione o razionalità).
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Il Re all'opera, 11-12-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Uno dei più brevi libri del Re dell'Horror ma anche uno dei più belli.
Jessie sposati da molti anni ad un marito con insane fantasie erotiche, ha sempre sopportato tutto, ma questa volta legata con le manette ad un letto reagisce e la storia prende una piega imprevista. Isolata dal mondo, legata al letto, Jessie ripercorrerà tutta la sua vita. Angosciante e innovativo, vi lascerà a bocca aperta.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0bello, 16-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Un altro capolavoro del maestro King ricco di suspance ma anche di scene spinte e erotiche come tutte quelle che si trovano in ogni suo romanzo! La trama è molto originale... Certo che dopo aver letto questo romanzo qualcuno ci penserà due volte prima di farsi ammanettare al letto (ehm... )
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0trama sorprendente, 12-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
La trama è davvero singolare e insolita, basata principalmente sull'introspezione della protagonista, Jessie che si ritrova sola, ammanettata al letto, accanto al cadavere del marito Gerald, colto da un infarto durante un loro incontro intimo nel quale la moglie asseconda il compagno in una sua fantasia sessuale.
Ad aggravare la situazione il luogo dove la donna resta prigioniera, un cottage in riva al lago, zona abbastanza isolata e un cane randagio che si introduce in casa e sbrana il cadavere di Gerald sotto i suoi occhi.
Romanzo coinvolgente!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0trama sorprendente, 12-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
La trama è davvero singolare e insolita, basata principalmente sull'introspezione della protagonista, Jessie che si ritrova sola, ammanettata al letto, accanto al cadavere del marito Gerald, colto da un infarto durante un loro incontro intimo nel quale la moglie asseconda il compagno in una sua fantasia sessuale.
Ad aggravare la situazione il luogo dove la donna resta prigioniera, un cottage in riva al lago, zona abbastanza isolata e un cane randagio che si introduce in casa e sbrana il cadavere di Gerald sotto i suoi occhi.
Romanzo coinvolgente!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0trama sorprendente, 11-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
La trama è davvero singolare e insolita, basata principalmente sull'introspezione della protagonista, Jessie che si ritrova sola, ammanettata al letto, accanto al cadavere del marito Gerald , colto da un infarto durante un loro incontro intimo nel quale la moglie asseconda il compagno in una sua fantasia sessuale.
Ad aggravare la situazione il luogo dove la donna resta prigioniera, un cottage in riva al lago,zona abbastanza isolata e un cane randagio che si introduce in casa e sbrana il cadavere di Gerald sotto i suoi occhi.
Romanzo coinvolgente!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0un mondo nell'animo, 13-10-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
una donan bloccata ad un letto con delel manette ed il resto ce lo mette King. Un libro tutto di pensieriall'inizio ordinati e poi sempre più confusi mano a mano che la protagonista comincia a perdere il senso della realtà. Stupendo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0angosciante al punto giusto, 06-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
sembra quasi una storia normale, ma è solo l'incipit. poi è un inesorabile caduta verso gli inferi. talmente angosciante che si galoppa per cercare un pò di tregua. gran bel thriller, gran bel finale.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0bellissimo, 31-08-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
bellissimo, questo libro mi ha angosciata parecchio, le ombre nella notte, la fame di un cane randagio, l'impossibilità di potersi proteggere di potersi mettere in salvo...i ricordi dolorosi e mostruosi che tornano a galla...un libro parecchio angosciante, che si legge tutto d'un fiato per il voler scoprire come finisce questa sfortunata avventura!!!
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Il gioco di Gerald (15)