Il giardino d'estate

Il giardino d'estate

4.0

di Paullina Simons


  • Prezzo: € 10.90
  • Nostro prezzo: € 9.26
  • Risparmi: € 1.64 (15%)
Disponibilità immediata solo 1pz.
Ordina entro 8 ore e 49 minuti e scegli spedizione espressa per riceverlo mercoledì 07 dicembre   Scopri come


Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

Si erano incontrati alla vigilia dello scoppio della seconda guerra mondiale, a Leningrado. Si erano amati fra gli stenti, la desolazione e le bombe di un assedio terribile, con la speranza di poter vivere un giorno altrove, in pace. Ora, 20 anni più tardi, davanti a un incerto futuro, quell'amore è messo alla prova. Tatiana e Alexander si sono miracolosamente riuniti in America, la terra dove tutto è possibile, e contano di ricostruirsi una vita insieme. Ma si devono confrontare con le ferite, il dolore, le fatiche che si portano dietro. Nonostante abbiano un figlio meraviglioso, Anthony, si sentono estranei l'uno all'altra. Ex capitano dell'Armata Rossa, Alexander vive con disagio il clima di paura e di sospetto della Guerra Fredda e Tatiana non riesce a ritrovare con il suo Shura l'intimità di un tempo. E quando pensano di essersi definitivamente lasciati alle spalle gli incubi della guerra, ecco che i fantasmi del passato tornano a minacciarli: Anthony, in conflitto con i genitori, si arruola volontario in Vietnam e scompare. Il seguito del libro "Il cavaliere d'inverno" e di "Tatiana & Alexander" della stessa autrice.

Note sull'autore

Paullina Simons è nata nel 1963 a Leningrado. Il suo nome da nubile è Paullina Handler. Ha trascorso la sua infanzia in Russia, assieme alla madre, ingegnere, e al padre, avvocato. Nella stessa casa dei genitori vivevano anche gli zii e il cugino. Fin da piccola desiderava diventare una scrittrice. Nel 1968 il padre è stato incarcerato e mandato in un gulag, dove è rimasto per due anni. Una volta libero l’uomo ha deciso di espatriare assieme alla famiglia. A 10 anni Paullina è emigrata con la famiglia negli Stati Uniti. Ha studiato Scienze Politiche alla Kansas University e dopo la laurea ha iniziato a lavorare come traduttrice e come giornalista del Financial News Network. Il suo romanzo d’esordio è del 1995 e si intitola “Tully”. Dopo aver pubblicato altri numerosi romanzi, Paullina Simons ha conseguito il successo a livello internazionale con il romanzo “Il cavaliere d’inverno” (2000). Sposata due volte, attualmente Paullina Simons vive a Long Island (New York) con il secondo marito Kevin Ryan e i quattro figli Natasha, Misha, Kevin Jr e Tatiana.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Il giardino d'estate acquistano anche Tatiana & Alexander di Paullina Simons € 9.26
Il giardino d'estate
aggiungi
Tatiana & Alexander
aggiungi
€ 18.52

Prodotti correlati:


Dettagli del libro


Voto medio del prodotto:  4.0 (4.2 di 5 su 24 recensioni)

4.0Non ci siamo, Paullina!, 06-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Dopo varie incertezze se leggerlo o no, l'ho letto e che, nonostante volessi dare un 5 anche a questo terzo e ultimo libro della saga, non se l'è meritato.
Primo perchè è stata troppo prolisso e 700 pagine a questo terzo volume non servivano a nulla.
Secondo che della storia di Anthony già che c'era poteva farne un libro a parte (sarebbe stato più apprezzato per i seguaci di Tatia e Shura) che avrebbero deciso autonomamente se leggerlo o no.
E terzo, ma cosa più importante di tutto, è che del pranzo con tutta l'allegra famigliola con nipoti, pronipoti, zie, cugine e parenti, non frega assolutamente a nessuno!
E vogliamo parlare del discorso lungo pagine, pagine e pagine fra la tensione di Usa e Unione Sovietica con tanto di missili? Ma che c'entra con la storia?
Solo pagine strappate via agli alberi e cosparse d'inchiostro che la nostra cara Paullina poteva evitarsi.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Che finale!, 05-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Dopo i dolori della guerra un uomo non è più un uomo. Ma l'amore di una donna e la sua forza sanno come riportarlo nuovamente a vivere. In questo libro troviamo lo stesso fascino del primo volume e il proseguire di due vite vissute a tutto tondo fino alla fine delle loro possibilità. Non ho mai sofferto come leggendo la storia di Tatiana e Alexander. Che coppia e che bei personaggi.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Da leggere, 02-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo terzo capitolo della storia d'amore tra Alexander e Tatiana mantiene intatte le aspettative lanciate dai primi due capitoli della storia e continua a coinvolgere ed appassionare il lettore portandolo a vivere delle emozioni uniche grazie ai due protagonisi e alla loro storia. Sono passati ormai venti anni dalle tragedie che hanno vissuto e i due ora vivono in America insieme al loro figlio Anthony... Purtroppo i ricordi, gli ostacoli e le tragedie subite hanno portato i due a sentirsi pian piano come due estranei e quando Anthony decide di arruolarsi come volontario in Vietnam e scompare i loro sogni e il loro amore vengono messi ancora una volta alla prova.
Un continuo tutto da leggere! Ve lo consiglio!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Bello ma troppo lungo, 18-01-2012, ritenuta utile da 2 utenti su 4
di - leggi tutte le sue recensioni
L'episodio conclusivo della saga della Simons è molto appassionante, anche se avrei evitato alcune scelte narrative che hanno minato l'autenticità di questa storia d'amore. Molto realistico il tormento vissuto da Alexander, che nonostante sia tornato salvo dal secondo conflitto mondiale, conserva ancora molte cicatrici sia nell'animo che nel fisico. Personalmente avrei evitato di portare la storia così avanti, ma apprezzo il coraggio della scrittrice e questo libro merita decisamente un voto alto.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Un finale tanto aspettato, 17-09-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Eccoci qui all'ultimo volume di questa meravigliosa saga, una saga che forse resterà per sempre nel mio cuore. I personaggi ora sono cresciuti e vivono in America, una america post-bellica, eppure loro portano ancora gli spettri del dolore passato. Impareranno a conviverci e a pensare al futuro. Una finale degno di essere letto che vi farà tanto commuovere e non scorderete mai. Consigliato....
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0La fine di un'odissea, 29-08-2011, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Fine di un'odissea, di fazzoletti consumati al chiarore della abatjour e lacrime silenziose versate. Come non amare questa saga e questo ultimo libro? Certo, non era proprio tutto come lo volevo e niente sarà mai uguale al primo della serie, ma leggerlo è stata una cosa dovuta e la narrazione me l'ha fatto finire in pochissimi giorni.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Indimenticabile, 17-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo finale è finalmente diverso da tutti gli altri che si possono leggere nelle classiche storielle d'amore... L'ho trovato originale e legato alla realtà dura e cruda. Comunque, a prescindere dal finale che piaccia o meno, la trilogia è assolutamente indimenticabile e imperdibile. Rimane nel cuore e nell'anima di ciascuno. E attendo il seguito con ansia (cioè il prologo), in teoria dovrebbe essere in lavoro. Peccato solo che questi tre libri si leggano troppo velocemente.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Insomma, 10-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
La Simons con questo romanzo non si è dimostrata all'altezza dei precedenti. Ho avuto l'impressione che volesse prolungare la storia basandosi sul nulla assoluto. Non mi è piaciuta per niente la trasformazione che ha fatto compiere a Tatiana e Alexander, quasi non li riconoscevo nella loro freddezza. Non lo boccio completamente perchè lo stile della Simons è genuino e di alto livello, ma si poteva decisamente fare di meglio per rendere questo romanzo indimenticabile.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Tatiana e Alexander, 24-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Tatiana e Alexander si sono finalmente ritrovati, la guerra è terminata ma le loro cicatrici emotive sono ancora molto profonde. Negli Stati Uniti cercano di riscostruire la normalità crescendo il loro bambino, Tatiana diventerà una brava infermiera e Alexander deciderà di puntare sull'edilizia. Il libro è molto commovente, anche se la Simons si dilunga troppo e toglie fluidità alla storia, è comunque imperdibile per chi ha già letto i precedenti due libri della saga e vuol conoscere il destino di questi due innamorati che hanno combattuto per il loro amore arrivando a sconfiggere l'orrore della guerra.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Ho pianto, 18-03-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Per questo libro ho pianto, e non dipende soltanto dal fatto che sono una sentimentale, dipende da questa perla di libro che ci fa esplorare un amore forte e incrollabile, al punto da riuscire a sconfiggere la guerra e il dolore.
Il giardino d'estate è un piccolo, grande capolavoro che si basa su una storia d'amore grandiosa (ma non per questo perfetta) e che una volta letta non si può semplicemente far scivolare nel dimenticatoio, ma diventa parte di noi. Consigliato in pieno.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Speravo in qualcosa di più, 12-12-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro da leggere solo per passione, per chi ha amato le vicende di Tatiana e di Alexander. Un libro, comunque, al di sotto delle aspettative.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Indimenticabile!, 10-12-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Un applauso a Paullina Simons per questa saga indimenticabile che resterà per sempre nel mio cuore, voto generale: 9, può competere solo con i 10 capolavori di Diana Gabaldon!
Forse avrebbe potuto fermarsi al primo libro (9 e mezzo) , magari con un miglior finale, ma ho adorato il secondo con tutta me stessa; decisamente sarebbe stato meglio concludere con Tatiana Alexander (9) , però non ho potuto fare a meno di "divorare" il terzo: dovevo sapere, capire come amore idilliaco potrebbe rovinarsi a causa di un insieme di banalità ed incomprensioni che rischiano di distruggere una famiglia, una vita insieme... Sinceramente non mi è piaciuto il terzo, ma mi ha appassionata, mi ha fatto provare un malessere quasi fisico per poi donarmi un sollievo divino... Voto: 8 e 12
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Il giardino d'estate (24)