€ 9.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Il generale nel suo labirinto

Il generale nel suo labirinto

di Gabriel García Márquez

4.0

Prodotto momentaneamente non disponibile

Note su Gabriel García Márquez

Gabriel José de la Concordia García Márquez, soprannominato Gabo nacque in una piccola città nel nord della Colombia, Aracataca, il 6 marzo 1927.
Primogenito dei sedici figli fu cresciuto dai nonni materni. In seguito alla morte del nonno, nel 1937, si trasferì a Barranquilla per studiare. Nel 1947, García Márquez si trasferì a Bogotá per studiare giurisprudenza e scienze politiche presso l'Universidad Nacional de Colombia, ma presto abbandonò lo studio a causa dello scarso interesse per quelle materie e si dedicò all'attività di reporter per il giornale "El Universal". Alla fine del 1949 si trasferì a Barranquilla per lavorare come opinionista e reporter a "El Heraldo". Su invito di Álvaro Mutis, nel 1954 García Márquez tornò a Bogotá, a lavorare a "El Espectador" come reporter e critico cinematografico. L'anno successivo trascorre alcuni mesi a Roma, dove seguì dei corsi di regia presso il Centro Sperimentale di Cinematografia, in seguito si trasferì a Parigi.
Come scrittore esordisce nel 1955, e nel 1968 dà alle stampe quella che viene universalmente riconosciuta come la sua opera più importante "Cent'anni di solitudine" romanzo che narra le vicende della famiglia Buendía a Macondo attraverso diverse generazioni. Nel 1982, venne insignito del Premio Nobel per la letteratura. Nei sui ultimi anni di vita fu colpito dalla malattia di Alzheimer e si spense qualche anno dopo, il 17 aprile 2014 all'età di 87 anni, per un problema respiratorio.

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Gabriel García Márquez:


Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 3 recensioni)

3.0Un aristocratico, 10-01-2012, ritenuta utile da 48 utenti su 51
di - leggi tutte le sue recensioni
Libro ricco, scritto con molto mestiere, nonostante tutti i suoi pregi non mi ha fatto amare Simon Bolivar. Il padre delle rivoluzioni sudamericane, il grande capo carismatico, non poteva che essere un uomo superiore, nato e cresciuto nella migliore società possibile, idolatrato da tutti, e con tanto di domestico personale... Era, insomma, quello che gli altri si aspettavano da lui. Ma il senso di ingiustizia mi è rimasto lo stesso.
E, a causa delle gigantesche proporzioni del Generale Bolivar, è assai difficile ricordare o focalizzare le altre figure storiche che popolano il libro. Però il domestico, un nero con capelli rossi e l'amore per i vestiti sfarzosi, quello sì, è un bel tipo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Un viaggio alla scoperta della natura umana, 21-12-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Il contenuto di questo libro è qualcosa di surreale e al contempo tremendamente realistico: un viaggio fantastico nella mente e nel corpo di uno dei tanti condottieri semi-mitologici nei cui panni ognuno di noi sogna di trovarsi, almeno per un momento. Garcìa Marquez però ci mostra non solo il lato glorioso del condottiero, ma anche -e soprattutto- il lato umano, disgraziato, dell'uomo in decadenza. Al di là dell'ambientazione coinvolgente e oltremodo affascinante (i territori dell'America Latina, un leit-motiv nella produzione di Marquez) "il Generale nel suo labirinto" è anche un ottimo spunto di riflessione sulla condizione umana e sulle sue disgrazie. Consigliatissimo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Il generale nel suo labirinto, 01-10-2010, ritenuta utile da 3 utenti su 4
di - leggi tutte le sue recensioni
Letto dopo i "cent'anni di solitudine". Sono partita con delle aspettative troppo alte. Nel complesso un bel libro.. ma da leggere senza aspettarsi un capolavoro del calibro dell'epopea di Macondo
Ritieni utile questa recensione? SI NO