€ 8.00
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Gatto e topo

Gatto e topo

di Günter Grass

3.0

Fuori catalogo - Non ordinabile
  • Editore: Feltrinelli
  • Collana: Universale economica
  • Edizione: 7
  • Traduttore: Filippini E.
  • Data di Pubblicazione: maggio 2000
  • EAN: 9788807806803
  • ISBN: 8807806800
  • Pagine: 173
  • Formato: brossura
Edito per la prima volta nel 1961, dopo il clamoroso "Tamburo di latta", "Gatto e topo" è un racconto che, per dirla con l'autore, attinge alle zone turpi e oscene della vita e viene giocato sulle corde del grottesco e della provocazione. Joachim Mahlke, liceale di Danzica durante la seconda guerra mondiale, ha un difetto, un'anomalia che lo distingue dai suoi coetanei, un vistoso pomo d'adamo sviluppato oltre ogni misura e che si muove quasi zampettando alla maniera di un topo quando il suo proprietario mangia o beve o anche soltanto quando medita profondamente o devotissimamente prega la Madonna. Nel tentativo di dissimulare tale deformità, per difendersi dal gatto, il gran gatto sempre in agguato (trasparente metafora della società), Mahlke dà luogo ad ameni e atroci accadimenti, che si consumano in mezzo alla ragazzaglia, sull'indolente, sporca, eccitante spiaggia di Danzica. Il segreto di Günter Grass, ha scritto H.M. Enzensberger, "è in quell'equilibrio, precario e originalissimo, che egli riesce a stabilire tra la sua anarchica forza d'immaginazione e il suo sovrano magistero artistico".

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Günter Grass:


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Gatto e topo e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  3.0 (3 di 5 su 1 recensione)

3.0Mediocre, 07-12-2011, ritenuta utile da 48 utenti su 54
di - leggi tutte le sue recensioni
Il meno ingombrante dei libri componenti la trilogia di Danzica di Grass, non che sia un gran libro, ma almeno non comporta quelle fatiche, attraverso cui Grass sembra volersi purificare (e si aspetta l'adesione dei lettori) .
La vicenda dei due amici adolescenti è connotata da sentimenti religiosi che si traducono nel sacrificio volontario del protagonista e nella testimonianza del suo amico Pilenz (l'io narrante) , isterilitosi a parlare di teologia per crederci. E tutto ciò sullo sfondo del mare, del porto di Danzica, dello sporco ambiente baltico, quando "Sporco" vuol dire tante cose, non tutte immediatamente comprensibili al lettore italiano.
Consigliabile, con cautela.
Ritieni utile questa recensione? SI NO