€ 27.73€ 29.50
    Risparmi: € 1.77 (6%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€Scopri come
Frigidaire. L'incredibile storia e le sorprendenti avventure della più rivoluzionaria rivista d'arte del mondo

Frigidaire. L'incredibile storia e le sorprendenti avventure della più rivoluzionaria rivista d'arte del mondo

di Vincenzo Sparagna

4.0

Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Il 28 Ottobre 1980 appare per la prima volta in edicola la rivista Frigidaire, che è stata da subito un progetto di comunicazione totale: fumetto, arte, satira, letteratura, politica, filosofia, musica fusi in un insieme indissolubile, un'opera polifonica, un romanzo unico fatto di una moltitudine infinita di racconti diversi. Al gruppo dei suoi fondatori, il direttore Vincenzo Sparagna, Stefano Tamburini, Filippo Scòzzari, Andrea Pazienza, Massimo Mattioli e Tanino Liberatore, si sono aggiunti negli anni migliaia di protagonisti: scrittori, fumettisti, fotografi, satiri, rivoluzionari del pensiero, in una sequenza che ha bruciato e beffato le differenze di stile e di generazione. Frigidaire è stata ed è ancora oggi una Enciclopedia post-moderna, un'antropologia del presente proiettata verso il futuro, una critica permanente al sistema che Sparagna ha definito "la commedia dell'informazione". In questo libro Sparagna racconta la genesi, i sorprendenti sviluppi, la tragedie e gli episodi segreti di un'impresa impossibile, condotta contro gli imperi del denaro e della violenza con leggerezza e determinazione.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 1 recensione)

4.0La storia di una rivista indimenticabile, 24-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Il racconto di Sparagna sulle avventure editoriali della storica testata di satira, attualità, informazione, cultura a fumetti è a tratti molto coinvolgente, a tratti un pò troppo irritante nel suo egocentrismo e nel suo sbandierare troppo smaccatamente una certa cultura fatta di periodi inzuppati di sofismi.
Il volume vuole essere un'antologia non esaustiva di quel indimenticabile periodo di fermenti artistici e ci riesce egregiamente.
Ritieni utile questa recensione? SI NO