€ 8.00
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Frankenstein

Frankenstein

di Mary Shelley

5.0

Fuori catalogo - Non ordinabile
"Uno spettro si aggira per l'immaginario collettivo, e questo spettro si chiama Frankenstein. Mary Shelley ha indubbiamente creato un capolavoro, ma anche una sorta di icona pop, divenuta proverbiale e versatile, tale da essere evocata nelle situazioni più impensate. [...] Da un lato Frankenstein suscita interesse come ipotesi sulla possibilità di un mortale di sostituirsi a Dio, o alla Natura, mentre dall'altro riporta alla luce ogni sentimento di orrore e di repulsione radicato nei più profondi recessi dell'animo umano. Sotto questo punto di vista, l'impatto dell'opera sul lettore è duplice, stimolandone allo stesso modo l'interesse così come le più cupe emozioni; il ritmo serrato dell'inseguimento assieme ai crimini perpetrati dal mostro contribuiscono ulteriormente a tenere alta la tensione, mentre il pericolo della cosiddetta "hideous progeny" - a cui la creatura potrebbe dare origine se dotata di una compagna della stessa specie - provoca le stesse paure generate dal dilagare di una pestilenza". (Dall'introduzione di Giorgio Borroni)

Altri utenti hanno acquistato anche:


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Frankenstein e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  5.0 (4.8 di 5 su 5 recensioni)

5.0Frankenstein , 24-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Non tutti sono al corrente che l'autore del celeberrimo Frankenstein è una donna, il cui nome completo è Mary Wollsonecraft Shelley. Nata sul finire del Settecento, giunge alla pubblicazione di questo famosissimo romanzo nei pressi del 1820. Un mostro creato dall'uomo che sfugge presto al suo controllo è l'argomento dell'opera, mentre tutte le sue implicazioni, anche filosofiche, persino morali, oltre che sempre attuali, sono lasciate alle riflessioni dei lettori di tutte le età e di tutte le epoche. Un capolavoro da leggere assolutamente!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Tra il gotico e il moderno, 14-09-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Shellei, ha lasciato un mito, Frankstein, una creatura mostruosa sorta in una notte di terribili tempeste e nel tetro laboratorio di un castello. Frankstein nasce per rappresentare la scienza ed il progresso da cui in quegli anni si è fortemente spaventati. L'aspetto fisico del mostro è però in aperto contrasto con una fragilità dell'anima maturata nella sua esperienza con gli umani e ci invita a riflettere sulle conseguenze della sperimentazione scientifica quando non rispetta la natura.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Il singolo e l'ambiente, 12-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Ispirata da un antico mito, la giovanissima consorte del poeta Percy Bysshe Shelley, scrive un'opera che ancora oggi è considerata una delle colonne portanti del filone gotico e horror. Sullo sfondo delle scoperte di un sempre più avido mondo della scienza, Mary Shelley inscena la storia del dottor Frankestein e del suo mostro, prima vittima e poi carnefice nella difficile rete delle ralezioni sociali.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Capolavoro horror, 30-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
"Frankestein" è il primo libro del suo genere, è il libro che da inizio all'horror moderno. Leggendo questo testo che ha segnato un'epoca, ci si rende conto che non veniamo più colpiti dagli elementi paurosi ma che veniamo catturati dallo strappo letterario che effetua Mary Shelley, con l'introduzione del tema della diversità, dell'ambiguità della scienza e dell'origine della vita. Quindi nel libro si pone anche un profondo problema etico. Problema atipico per la letteratura ottocentesca, introdotto da Mary Shelley a 19 anni incinta, durante una fredda e piovosa estate.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Classico horror, 18-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Pensiamo a quanto fu geniale Mary Shelley nella creazione di questo romanzo horror. Sicuramente oggi non ci spaventiamo più di fronte al mostro creato dal Dottor Frankestein, ma pensiamo a quando fu pubblicato (1818): un uomo, giocando con la scienza, riesce a dar vita a una creatura dall'apparenza mostruosa e spaventandosi di fronte a ciò che ha fatto, modificando le leggi di natura, lo abbandona a se stesso; il mostro, rifiutato dal suo "genitore", riuscirà a vendicarsi facendo strage tra gli affetti più cari del Dottor Frankestein.
Ritieni utile questa recensione? SI NO