€ 15.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
La forza della ragione

La forza della ragione

di Oriana Fallaci

3.5

Prodotto momentaneamente non disponibile
"La forza della ragione" voleva essere solo un post-scriptum intitolato "Due anni dopo", cioè una breve appendice a "La rabbia e l'orgoglio". Ma quando ebbe concluso il lavoro, Oriana Fallaci si rese conto di aver scritto un altro libro. L'autrice parte stavolta dalle minacce di morte ricevute per "La rabbia e l'orgoglio" e, identificandosi in tal Mastro Cecco che a causa di un libro venne bruciato vivo dall'Inquisizione, si presenta come una Mastra Cecca che, eretica irriducibile e recidiva, sette secoli dopo fa la stessa fine. Tra il primo e il secondo rogo, l'analisi di ciò che chiama l'Incendio di Troia, ossia di un'Europa che a suo giudizio non è più Europa, ma Eurabia, colonia dell'Islam.

Note su Oriana Fallaci

Oriana Fallaci nacque a Firenze il 26 giugno 1929. Visse un'infanzia difficile a causa della seconda guerra mondiale. A soli dieci anni infatti, il padre Edoardo, fervente antifascista, la coinvolse nelle attività della Resistenza, esperienza che contribuì a forgiare una donna dal carattere combattivo e tenace. Per l'impegno in guerra ricevette anche la medaglia d'onore dell'Esercito Italiano. Subito dopo la guerra, non ancora maggiorenne, iniziò a lavorare come giornalista. Scrisse per importanti testate giornalistiche, tra cui L'Europeo e il Corriere della Sera, e i sui articoli furono spesso tradotti all'estero. Iniziò anche a frequentare la facoltà di Medicina, ma abbandonò gli studi dopo poco, per dedicarsi completamente all'attività che più le piaceva e meglio le riusciva: scrivere. In poco tempo, la sua naturale capacità abbinata ad un carattere di ferro, la portarono ai vertici del giornalismo mondiale. Fu la prima donna in Italia ad andare al fronte come inviata speciale, tra il 1967 e il 1975 passò lunghi periodi in Vietnam, nel 1968, a Città del Messico, fu ferita durante la strage di piazza delle Tre Culture. In generale, seguì tutti i più cruenti conflitti del 1900, tutti gli eventi storici di maggior rilievo. Fece delle memorabili interviste ai potenti del mondo, tra cui Henry Kissinger, Golda Meir, Indira Gandhi, Gheddafi, Arafat e Khomeini. Sulla base delle sue esperienze di vita, scrisse numerosi romanzi, spesso autobiografici, che ne determinarono il successo internazionale e proiettarono Oriana nel gotha degli scrittori più apprezzati dell'ultimo secolo. Tra questi ricordiamo "Penelope alla guerra" (1962) "Niente e così sia" (1969), "Intervista con la storia" (1974), "Lettera ad un bambino mai nato" (1975), "Un uomo" (1979), "Insciallah" (1990), "La rabbia e l'orgoglio" (2001). Restando coerente con sé stessa, nei suoi articoli e nei suoi libri non fece mai segreto della sua opinione personale e le sue forti prese di posizione a volte (come nel caso de "La forza della ragione") suscitarono numerose polemiche. Oriana Fallaci morì a Firenze il 15 settembre del 2006.
 


Voto medio del prodotto:  3.5 (3.7 di 5 su 7 recensioni)

3.0Carino, 15-04-2015
di - leggi tutte le sue recensioni
Non mi piacciono particolarmente lo stile e la scrittura di Oriana Fallaci, ma devo dire che questo libro mi ha piacevolmente sorpresa. Un libro che risponde agli attacchi di chi non vuole che si possa esprimere liberamente la propria opinione. Oriana Fallaci scrive una storia in cui si è disposti a tutto pur di difendere i propri diritti e le proprie idee e di esprimere liberamente il proprio pensiero. Il racconto approfondisce il rapporto conflittuale tra Oriente e Occidente, rivisitato in un modo molto personale e appellandosi "non alla rabbia, all'orgoglio, alla passione ma alla ragione".
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0La forza della ragione, 06-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Opera controversa, ricordo che l'autrice venne accusata anche di razzismo. L'apprezzamento di questo libro dipende molto, come per tutti i saggi, dalle opinioni pregresse di chi lo legge, personalmente ritengo l'opera figlia del suo tempo, un libro in cui la Fallaci riversa tutte le sue energie difendendo le sue convinzioni in modo forte.
Non sono completamente in accordo con ciò che vi è scritto e la Fallaci ha sicuramente fatto di meglio ma le 3 stelle sono meritate per il coraggio di dire le cose fuori dai denti che questa autrice ha sempre mostrato
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0La Ragione ci chiede: difendete la Libertà, 09-04-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
La Ragione grida cercando di svegliare l'Occidente narcotizzato e incapace di rendersi conto della islamizzazzione che cerca di eliminare il caposaldo della nostra civiltà: la Libertà. Un libro coraggioso, senza paure, dominato da un'estrema, terrificante, allucinata lucidità (e non è solo un gioco di parole; chi non ci crede, legga il libro).
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0La forza della ragione, 15-02-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Oriana Fallaci è un personaggio molto importante sia per ciò che riguarda il giornalismo sia per la letteratura del novecento, è una figura pubblica che ha sempre fatto discutere e polemizzare sia per le sue parole che per le sue posizioni.
Come ne "La rabbia e l'orgoglio" ci troviamo di fronte ad un'opera molto critica verso l'islam, fatto motivato dagli attacchi dell'undici settembre che hanno portato all'esacerbarsi della crisi tra occidente filoamericano e oriente islamico, arrivando ad un vero e proprio libello denigrativo.
L'apprezzamento di questo libro dipende molto, come per tutti i saggi, dalle opinioni pregresse di chi lo legge, personalmente ritengo l'opera figlia del suo tempo, un libro in cui la Fallaci riversa tutte le sue energie difendendo le sue convinzioni in modo forte.
Non sono completamente in accordo con ciò che vi è scritto e la Fallaci ha sicuramente fatto di meglio ma le 3 stelle sono meritate per il coraggio di dire le cose fuori dai denti che questa autrice ha sempre mostrato.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0La forza della verità!, 26-12-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Più leggo gli scritti della signora Fallaci e più mi accorgo di essere ignorante e cicala. Vorrei tornare indietro nel tempo e leggerli quando questa spettabile signora era ancora tra di noi per poterle comunicare la mia stima, io che invece l'ho sempre snobbata non conoscendola. A mio parere questo è un altro colpo al cuore ed all'intelligenza delle persone, forse se tutti gli italiani lo leggessero vivremmo in un Italia migliore e forse se lo leggessero anche i destinatari delle sue letterine l'Italia sarebbe ancora migliore! Consiglio: da leggere!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0non più orgoglio,non più passione..., 04-11-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
ma bensì Oriana Fallaci fa appello alla Ragione ed è attraverso la ratio che esamina e analizza in chiave filosofica e sociologica la storia dell'Europa e dei suoi rapporti con l'Islam.
Nel libro la Fallaci cita anche un tale Mastro Cecco che venne bruciato dall'Inquisizione a causa di un libro, sembra quasi che la Fallaci si presenti al lettore come una Mastra Cecca.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0L'ultima eretica, 13-09-2010, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Il libro viene pubblicato dopo l'attentato di Madrid l'11 marzo 2004. Dopo aver deposto le armi della rabbia e dell'orgoglio, la Fallaci prende quella della ragione,ormai dimenticata. Un ragione che deve aprirci gli occhi sul rogo che sta devastando l'Europa, ormail divenuta Eurabia, avamposto dell'Islam. Come Mastro Cecco non rinnegò la ragione dinnanzi al fuoco dell'ignoranza e dell'oscurantismo, altrettanto la Fallaci ci sprona a non vedere la libertà in nome di una vita di compromessi
Ritieni utile questa recensione? SI NO