€ 10.25€ 10.90
    Risparmi: € 0.65 (6%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Il filo che brucia

Il filo che brucia

di Jeffery Deaver

4.0

Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
  • Editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli
  • Collana: Bur big
  • Traduttori: Baiocchi M., Tagliavini A.
  • Data di Pubblicazione: gennaio 2011
  • EAN: 9788817046534
  • ISBN: 8817046531
  • Pagine: 517
  • Formato: brossura
La notizia raggiunge Lincoln Rhyme nella sua casa-laboratorio di Central Park West: l'Orologiaio, l'unico criminale a essergli sfuggito, è stato avvistato all'aeroporto di Città del Messico. Rhyme sta già pregustando l'occasione di regolare i conti con la sua nemesi, quando al quartier generale dell'NYPD scatta l'allarme per un caso che richiede il suo intervento. Perché in pieno centro a Manhattan un autobus di linea è stato colpito da una violenta scarica elettrica che lo ha ridotto a una carcassa di metallo incandescente. La scena del crimine non lascia dubbi: qualcuno si è divertito a giocare con la rete elettrica della città, e quello che poteva sembrare un incidente è in realtà un attentato riuscito solo a metà. Poco dopo, infatti, il misterioso attentatore si fa vivo con la polizia per avanzare la sua esorbitante richiesta: una riduzione dei consumi elettrici così drastica da condannare New York alla paralisi. Mentre la task-force guidata da Rhyme segue la pista di un gruppo di ecoterroristi, i blackout e gli incidenti letali si moltiplicano, la città precipita nel caos e la minaccia elettrica rivela tutto il suo devastante potenziale distruttivo. Solo Lincoln Rhyme può sperare di sventare il piano criminale di chi sta trasformando New York in una gigantesca trappola mortale. Ma prima di incastrare il colpevole, Rhyme dovrà affrontare i fantasmi più reconditi della propria coscienza e del proprio passato. Evitando di lasciarci la pelle.

Note su Jeffery Deaver

Jeffery Deaver è nato il 6 maggio 1950 a Glen Ellyn, nei pressi di Chicago. Figlio di un copywriter pubblicitario e di una casalinga, fin da bambino manifesta un forte interesse per la scrittura. Dopo gli studi primari si iscrive all'Università del Missouri, dove frequenta un corso di giornalismo. Trasferitosi a New York, si laurea in legge all'Università Fordham. Per otto anni lavora come avvocato per una grande azienda di Wall Street, continuando nel tempo libero a coltivare la sua passione per la scrittura. Nel 1990 decide di abbandonare la carriera da avvocato e di dedicarsi a tempo pieno alla scrittura. Il successo internazionale arriva nel 1997, con "Il collezionista di ossa", grazie al quale vince il Premio Nero Wolfe. Oggi è considerato tra i più grandi scrittori di romanzi thriller, vincendo per tre volte l'Ellery Queen Readers Award for Best Short Story of the Year, il British Thumping Good Read Award, il Crime Writers'Association's Ian Fleming Steel Dagger Award ed è stato più volte finalista all'Edgar Award. Tra i numerosi romanzi, ricordiamo "I corpi lasciati indietro" (2009) e "James Bond 007 - Carta Bianca" (2011), romanzo con cui raccoglie il testimone che porta la firma di Ian Fleming e che gli è stato consegnato da Sebastian Faulks. Vive e lavora tra la California e Washington.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Il filo che brucia acquistano anche Sarò la tua ombra di Jeffery Deaver € 11.90
Il filo che brucia
aggiungi
Sarò la tua ombra
aggiungi
€ 22.15

Prodotti correlati:


Voto medio del prodotto:  4.0 (3.9 di 5 su 20 recensioni)

4.0Occhio alla scossa., 17-05-2014
di - leggi tutte le sue recensioni
Quando c'è Rhyme di mezzo, la storia funziona sempre. Questa volta il geniale criminologo si trova di fronte a un ricatto di proporzioni colossali dove, come arma, viene usato un mezzo inusuale ma micidiale, la corrente elettrica. Uno sconosciuto si diverte a provocare una serie di blackout che, in una metropoli come New York, hanno conseguenze terribili. Rhyme, con la sua inseparabile compagna Amelia, riuscirà a fermare la mano assassina e la mente diabolica di quello che, già in passato, è stato il suo peggior incubo. La trama è di grande impatto, la storia piena di colpi di scena e il lettore resta incollato alle pagine del libro il cui unico difetto, forse, è quello di dilungarsi un po' troppo in spiegazioni molto tecniche, alquanto...ostiche per chi la corrente elettrica la usa solo per gli scopi per cui è stata creata.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Energia pericolosissima, 14-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Un thriller che definire "al cardiopalma" è riduttivo. Nella migliore tradizione della filmografia americana, la catastrofe, se non è eccezionalmente devastante e spettacolare, non è apprezzabile. Lo stesso principio si applica ai romanzi di Deaver: nel Filo che brucia la crisi che lincoln Rhyme dovrà risolvere riguarda l'approvvigionamento energetico della città.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Consigliato, 18-01-2012, ritenuta utile da 1 utente su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Thriller teso e incalzante, percorso dalla sottile scossa di paura. Avvincente sin dalle prime pagine, si lascia leggere molto intensamente. Un acquisto azzeccato per un libro ad alta tensione scritto con grande dovizia di particolari e dettagli. Il costo è accessibile per cui lo si può raccomandare senza problemi
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Il filo che brucia, 12-01-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Jeffery Deaver ritorna con un'altra avventura del ciclo di Lincoln Rhyme e Amelia. Si incontra la solita grande squadra: Fred Dellray, Ron Pulasky, Lon Sellitto. Un giallo con una buona descrizione tecnica, incentrata sull'elettricità, l'arma usata da un killer per i suoi omicidi. Istruttivo e pieno di suspance.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Un buon compagno da spiaggia, 22-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
E' un buon giallo, anche se non entusiasmante. Pensavo che Deaver riuscisse a tenermi incollata alla storia fino a quando non l'avessi finita e invece questo non è successo. E' un giallo un po' troppo "americano" e un po' tanto "tecnico", soprattutto per quanto riguarda la parte relativa alla conduttività.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Il capolavoro di Deaver, 30-04-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Forse sono di parte, essendo una grande fan di Deaver e di Rhyme in particolar modo. Ma questo libro è stato...sublime. Molti potrebbero obiettare che ci sono troppi colpi di scena, come al solito del resto. Ma in fin dei conti, per chi ama l'autore, questo è uno degli aspetti migliori: le sue storie sembrano diventare prevedibili, eppure riescono sempre a sorprendere. Probabilmente uno dei più cruenti (passatemi il termine, anche se certo non si tratta di un horror) romanzi di Deaver, per via delle morti molto fantasiose.
L'ho trovato eccelso, e con un finale decisamente piacevole. Da leggere assolutamente!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Il solito Deaver, 16-04-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Niente da dire, la storia, come la gran parte di quelle scritte da Deaver, gira che è una meraviglia, e viene sempre voglia di girare pagina. Ma ormai la curiosità almeno per me è scoprire come sarà il colpo di scena finale, quale invenzione Deaver metterà in campo per scombinare la storia quando ormai ti ha già lanciato per un finale che comunque potrebbe essere plausibile...
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Finalmente, 17-02-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
E' proprio vero che dare un abitudine non va bene, finalmente un nuovo bellissimo libro con Lincol, lo aspettavo da un po' e sono sicura anche i fan dell'investigatore, come al solito non mi ha deluso anzi sicuramente uno dei più bei libri ho letto, non mi annoio mai con Deaver.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Rhyme è sempre Rhyme, 14-12-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Quando Deaver si cimenta in storie che hanno come protagonista il duo Rhyme - Sachs la suspence e i colpi di scena sono sempre assicurati. Non do il massimo dei voti perchè ritengo che la parte tecnica sulla conduttività sia appunto eccessivamente tecnica. Il libro è comunque ottimo
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Il filo che brucia, 03-12-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
E' sulla scia degli altri giallithriller che vede come protagonista uno dei detective più dotati e conosciuti della letteratura. Non si riesce mai a capire chi possa essere il colpevole perchè Deaver è straordinario nel far sembrare ciò effettivamente è una strada completamente errata.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Il filo che brucia, 16-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Rhyme è sempre Rhyme, il libro è decisamente scorrevole e la trama non è mai ovvia anche se un pochino complessa. Se devo essere sincera le parti riguardanti l'elettricita sono un po' troppo specialistiche, di non facile comprensione, l'arco voltaico mi ossessiona ancora
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0la corrente come riscatto, 15-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
L'Orologiaio, l'unico criminale che l'abilissimo detective Lincoln Rhyme non è ancora riuscito a catturare viene avvistato... Ma contemporaneamente un gravissimo incidente sconvolge la città... Un autobus è stato letteralmente incenerito da una violenta e improvvisa scarica elettrica. L'artefice della strage richiede un riscatto particolare: una riduzione della corrente elettrica che avrebbe portato al collasso la città di New York. Sarà una grande indagine quella del "nostro" detective che correrà anche grandi rischi.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Il filo che brucia (20)