La figlia del reverendo

La figlia del reverendo

4.0

di George Orwell


  • Prezzo: € 10.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 


Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

George Orwell pubblicò questo suo secondo romanzo nel 1935, quando era poco più che trentenne. L'autore di "1984" vi racconta la drammatica vicenda di Dorothy, figlia di un tirannico pastore del Suffolk che, dopo essere stata educata alla più cieca obbedienza, cade in uno stato di amnesia e inizia a vagare per i sobborghi più sordidi di Londra, entrando in contatto con il mondo dei disperati e degli emarginati. Pervaso da un umorismo sottile e satirico, il romanzo è un atto di denuncia sociale.

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di George Orwell:


Dettagli del libro


Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 1 recensione)

4.0Disagio anglicano, 15-12-2011, ritenuta utile da 48 utenti su 51
di - leggi tutte le sue recensioni
Storia di una donna giovane, secondo l'anagrafe, invecchiata e costretta ad annullarsi, secondo quanto si pretende da lei nel suo ambiente e nella sua famiglia. Un libro veramente duro, che purtroppo si aggiunge agli altri (molti) libri scritti sulle problematiche sviluppatesi all'interno di quella piccola casta sociale dei pastori anglicani.
Come dire che l'erba del vicino non è affatto verde.
Le sofferenze di questa donna, che arriva a perdere la memoria e a confondersi con l'umanità più disgregata, si imprimono a fondo in chi legge, grazie anche a una scrittura magistrale che utilizza persino la tecnica teatrale. Quindi, un libro ricco, benché pesante.
Ma la lucidità dell'autore non consente finali scontati e tantomeno si compiace di una tesi a senso unico: solo leggendo tutto il libro si potrà ammirare appieno l'onestà di Orwell che, pur nel suo innegabile radicalismo, non manca di registrare i tentativi di rinnovamento nella Chiesa Anglicana degli anni '20. E poi il testimone passerà ad altri narratori, come Barbara Pym, commentatrice della crisi di anni posteriori.
Ritieni utile questa recensione? SI NO