€ 7.12€ 9.50
    Risparmi: € 2.38 (25%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Ferro recente

Ferro recente

di Marcello Fois


Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Einaudi ET
Fois è uno scrittore tutto fatti e concretezza che utilizza le tecniche e i ritmi del noir per raccontare le delusioni e gli errori di una generazione che finisce per tradire se stessa. Il titolo ci rimanda ironicamente alle periodizzazioni dei manuali di storia, per i quali il tempo della civiltà nuragica è divisa in cinque fasi. La quinta e ultima, quella del Ferro recente, è durata dal 500 al 238 a. C., anno in cui la Sardegna cade sotto il dominio di Roma.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Ferro recente acquistano anche «L'ho uccisa perché l'amavo». Falso! di Loredana Lipperini € 8.46
Ferro recente
aggiungi
«L'ho uccisa perché l'amavo». Falso!
aggiungi
€ 15.58

Prodotti correlati:

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Marcello Fois:


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Ferro recente e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  3.0 (3 di 5 su 2 recensioni)

4.0Storia molto complessa, 02-05-2012, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Una scrittura da cinque stelle, che emoziona, rapisce, colpisce, lacera. Però la storia, seppur attraente, è frammentaria, ingarbugliata. Tanti personaggi, tante esistenze, passati che ritornano, tutto in bilico su una corda sottile, che non sempre è facile districare. Più volte ho sentito la necessità di tornare indietro e rileggere dei passi, per vedere se avevo compreso e collegato bene personaggi ed eventi. Il finale è un cazzotto nello stomaco.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0esordio con riserva, 06-11-2009
di - leggi tutte le sue recensioni
Popolo duro e coriaceo quello dei sardi, isolati dalla nascita in un territorio caratterizzato da una stridente dicotomia che affianca paesaggi naturali di incontestabile bellezza a caratteri umani orgogliosi e "schiavi" della loro civiltà nuragica, cinica e possessiva.

Da questo piccolo accenno storico, prende forma il primo romanzo noir di Marcello Fois, riedito da Einaudi che, in alcuni casi, riscopre e rivaluta scrittori usciti dall'anonimato grazie a case editrici indipendenti (Granata Press, Bologna). Da un attentato di matrice terroristica, a un truce e spietato massacro, inspiegabile all'apparenza, si dipana un intreccio di caratteri e sentimenti dalla cieca e ferma determinazione. Un disegno sfascista lascerà sul campo i corpi di ragazzi in bilico con la loro coscienza, tanto deboli per abbandonare il gruppo, quanto rassegnati al corso ineluttabile della vita. Troppo poche 120 pagine per una storia che avrebbe meritato maggior cura e approfondimento. Peccato.
Ritieni utile questa recensione? SI NO