Fedone

Fedone

4.0

di Platone


  • Prezzo: € 10.00
  • Nostro prezzo: € 9.40
  • Risparmi: € 0.60 (6%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

In sintesi

Il grande filologo e filosofo tedesco Paul Natorp ha definito il Fedone "un monumento a Socrate". Ma in realtà il "Fedone", dialogo in cui Platone ricostruisce a modo suo l'ultimo giorno di vita di Socrate e le conversazioni intercorse in quest'occasione, è molto più di questo: è un monumento alla filosofia. È un invito rivolto a tutti gli uomini, accattivante nei modi ma perentorio nella sostanza, a incamminarsi lungo la via della ricerca, nella consapevolezza che la cura dell'anima, la preoccupazione affinché diventi saggia quanto possibile, è l'unico modo di vivere davvero rispettoso della natura umana, dei suoi desideri e dei suoi bisogni. Forse l'aspetto più stupefacente in quest'opera è proprio l'indissolubile intreccio tra vita e filosofia, espresso in modo esemplare dall'apparente contrasto fra il pathos esistenziale e drammatico del racconto e la grande mole di sottili e pacate argomentazioni (su cui la filosofia d'Occidente non ha mai smesso di meditare) che essa propone.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Dettagli del libro


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Fedone e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  3.5 (3.8 di 5 su 4 recensioni)

3.03 per la difficoltà, 13-09-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Il Fedone è una delle opere filosofiche che più si apprezzano al liceo per il tema avvincente, legato al processo Socratico ed alla maieutica. Nonostante la difficoltà che sicuramente si incorre nella lettura, per questo è preferibile la sua lettura quando si studia l'argomento, Platone resta sempre uno dei preferiti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0L'immortalità della filosofia greca, 18-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Leggere il "Fedone" è come fare un viaggio nel tempo: sembra di essere accanto a Socrate e ad i suoi discepoli che, impazienti di capire perchè non prova alcun timore dinanzi alla sua prossima morte, lo esortano a spiegar loro le ragioni della sua serenità. E Platone, per bocca di Socrate, soddisfa tutta la nostra sete di comprensione rispetto a quell'enigma assoluto che è la morte e ci spiega, pazientemente e linearmente, perchè l'anima sopravvive ad essa e, soprattutto, perchè chi vive rettamente e coltiva la ricchezza dell'anima attraverso la filosofia non deve temere la morte, ma anzi aspettarla con serenità.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Fedone, 08-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Di fronte a Platone non si richiede la condivisione ma il riconoscimento assoluto del suo valore. Quest'opera poi mi è molto cara per gli studi dedicatigli, che, assieme agli approfondimenti sulla metempsicosi e la tradizione orfica, mi hanno proiettato in una dimensione mitica impagabile, oltre ad avermela fatta comprendere appieno
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Fedone, 05-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Tutti ne ricordano il finale, con la scena della morte di Socrate. Il mio passo preferito però si trova nascosto all'interno, là dove il filosofo, dialogando coi suoi discepoli, paragone l'attività filosofica al mettersi in mare sopra una zattera, affidandosi soltanto alla guida della nostra ragione.
Ritieni utile questa recensione? SI NO