€ 17.48€ 18.60
    Risparmi: € 1.12 (6%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Il farmacista di Auschwitz

Il farmacista di Auschwitz

di Dieter Schlesak

3.5

Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
  • Editore: Garzanti Libri
  • Collana: Narratori moderni
  • Traduttore: Cavallo T.
  • Data di Pubblicazione: settembre 2009
  • EAN: 9788811683490
  • ISBN: 8811683491
  • Pagine: 443
  • Formato: rilegato
Victor Capesius era farmacista a Sighisoara, buon vicino di casa della famiglia Schlesak. Una fotografia del 1929 lo mostra sorridente in uno stabilimento balneare della cittadina, con alcuni conoscenti. Anni dopo, Capesius si trova ad Auschwitz, a inviare tanti di questi suoi vicini nella camera a gas, selezionandoli personalmente e dicendo loro di spogliarsi per andare a prendere un bagno. Dalla farmacia del Lager distribuisce le dosi dello Zyklon B, il gas letale. L'idillio di provincia diviene il più atroce e fetido mattatoio della storia, i commensali di liete tavolate domenicali nelle colline transilvane si dividono in assassini e assassinati, il familiare nido di provincia cova le uova di mostri. Capesius, condannato a nove anni di carcere, è poi vissuto e morto serenamente. Il possente libro di Schlesak - in cui c'è un unico personaggio immaginario, il deportato Adam, che tuttavia riferisce fatti oggettivi e parole realmente dette da vittime e da boia e in cui il narratore è solo un impersonale protocollo di eventi, deposizioni e dichiarazioni raccolte - è un indimenticabile affresco del male, degno del L'istruttoria" di Peter Weiss e, nella sua secca sobrietà epica, altrettanto intenso." (dalla Prefazione di Claudio Magris)

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Dieter Schlesak:


Voto medio del prodotto:  3.5 (3.5 di 5 su 8 recensioni)

4.0Per non dimenticare, 16-02-2012, ritenuta utile da 3 utenti su 4
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro crudo, durissimo, nelle cui pagine rivivono parole e testimonianze di personaggi reali che hanno vissuto e operato ad Auschwitz, chi dalla parte delle vittime e chi da quella degli assassini. Dai verbali di interrogatorio, che costituiscono il corpus del libro, emergono la totale indifferenza e il vuoto di coscienza che animano i persecutori, e in particolare il personaggio centrale, Victor Capesius, che da pacioso farmacista di provincia dall'irreprensibile vita si trasforma in malvagio esecutore di morte senza il minimo segno di consapevolezza. Ed è questo che agghiaccia, forse più della descrizione delle efferatezze compiute.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Il farmacista, 26-01-2012, ritenuta utile da 9 utenti su 21
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo libro non tratta solo della figura di questo farmacista che per inciso era un vero criminale, selezionava i prigionieri da mandare in gas, decideva quanto gas occorreva per le uccisioni, depredava i beni degli assassinati arricchendosi parecchio, parla anche degli ultimi giorni di vita del campo. Forse e' un po' ripetitivo in quanto le testimonianze dei sopravvissuti sono simili, ci sono racconti racappriccianti, sicuramente puo' risultare pesante la lettura dati i fatti narrati, ma occorre analizzarlo nel suo contenuto con gli occhi di chi visse Auschwitz come deportato. Rende un quadro generale su cio' che successe in questo campo e lo consiglio.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Il farmacista di Auschwitz, 28-09-2011, ritenuta utile da 2 utenti su 9
di - leggi tutte le sue recensioni
Premetto che non leggo con piacere libri che raccontano o parlano di quel periodo così buio e drammatico della storia dell'umanità. Non perchè non riconosca l'abominio di cui è capace l'uomo, anzi, ma proprio perchè ne sono più che consapevole, letture di questo genere mi mettono angoscia e terrore che ciò possa ripersi. Eppure per questo libro ho fatto eccezione, ne vale sicuramente la pena...
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Più di un libro..., 26-09-2011, ritenuta utile da 2 utenti su 6
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo non è un semplice libro, un romanzo che si legge per distrazione o per divertimento... Questo è un documento storico, una sorta di nodo al fazzoletto per non dimenticare gli orrori e le aberrazioni compiuti nei campi di concentramento. Procedendo nella lettura ci si chiede se è mai possibile che ciò sia avvenuto davvero, con la consapevolezza che la Malvagità umana spinge a compiere nefandezze inenarrabili.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Testimonianze agghiaccianti, 05-09-2011, ritenuta utile da 1 utente su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo libro tratta del processo a Viktor Capesius, che fu farmacista nel campo di concentramento di Auschwitz durante la seconda guerra mondiale ed operò personalmente molte delle selezioni delle vittime da mandare alle camere a gas.
Ho trovato veramente agghiaccianti le parole dei testimoni che hanno partecipato al processo e hanno raccontato le atrocità avvenute ad Auschwitz.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Agghiacciante, 08-05-2011, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo libro si occupa del processo subito da Viktor Capesius, che fu farmacista nel campo di concentramento di Auschwitz durante la seconda guerra mondiale ed operò personalmente molte delle selezioni delle vittime da mandare alle camere a gas.
Ho trovato veramente agghiaccianti le parole di alcuni testimoni che hanno partecipato al processo e hanno raccontato le atrocità avvenute ad Auschwitz.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
1.0Il farmacista di auschwitz, 01-05-2011, ritenuta utile da 5 utenti su 41
di - leggi tutte le sue recensioni
Momentaneamente sono arrivata all'incirca alla metà del libro, ma sono indecisa se continuarlo a leggere oppure no. Troppo noioso e pesante, per carità ci sono delle testimonianze raccapriccianti che vanno lette per conoscerle, ma come è strutturato il libro non lo rende per niente coinvolgente, nonostante storie umane assolutamente atroci. Non lo sconsiglio, solo perchè probabilmente la colpa è mia se non riesco a finirlo, ma sappiate che nonostante le tematiche non vi terrà incollati alle sue pagine.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Testimonianze agghiaccianti, 09-04-2011, ritenuta utile da 4 utenti su 8
di - leggi tutte le sue recensioni
Questa opera si occupa del processo a Viktor Capesius, che è stato farmacista nel campo di concentramento di Auschwitz durante la seconda guerra mondiale ed ha operato personalmente molte delle selezioni delle vittime da mandare alle camere a gas.
Ho trovato veramente agghiaccianti le parole di alcuni testimoni che hanno partecipato al processo e hanno raccontato le atrocità avvenute ad Auschwitz.
Ritieni utile questa recensione? SI NO