Fahrenheit 451

Fahrenheit 451

4.5

di Ray Bradbury


  • Prezzo: € 10.50
Fuori catalogo - Non ordinabile

Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

In un'allucinante società del futuro si cercano, per bruciarli, gli ultimi libri scampati a una distruzione sistematica e conservati illegalmente. Il romanzo più conosciuto del celebre scrittore americano di fantascienza.

Prodotti correlati:

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Ray Bradbury:


Dettagli del libro


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Fahrenheit 451 e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.0 (4.3 di 5 su 44 recensioni)

4.0Buona lettura., 04-04-2014
di - leggi tutte le sue recensioni
Ho inserito questo libro nella mia tesina per la maturità, forse per questo gli sono così affezionata. Sposo a pieno la battaglia dell'autore, che si intravede tra le pagine del romanzo: salvare i libri dalla loro decadenza. In un mondo in cui tutto è veloce e non c'è tempo per pensare (o, meglio ancora, non si deve pensare), in cui il business la fa da padrone, la parola scritta cade in disuso. Questo ci dovrebbe far capire quanto è potente il mondo della letteratura, quanto andrebbe salvaguardato.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Stupendo , 05-05-2012, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
E' davvero un gran libro non solo riesce a far provare emozioni uniche ma Bradbury con il suo stile molto semplice si inventa una società del futuro, che non sembra tanto lontana. La sua grande preoccupazione la si ritrova nell'assenza dei libri e totale assoggettamento al potere siamo sicuri che ci troviamo in un epoca tanto lontana da questo?
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Un futuro senza libri, 11-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
In un oscuro futuro i pompieri non si guadagnano più da vivere spegnendo gli incendi, non ce n'è più bisogno: il loro lavoro è quello di cercare e bruciare i libri. La lettura è stata proibita, i libri banditi. I nuovi schermi televisivi, meraviglia della tecnologia, hanno preso il posto d'onore nelle case. Questi strumenti offrono tutto ciò di cui il cittadino ha bisogno, togliendogli di dosso il fardello di dover pensare.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Riflessione sul futuro, 10-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Può sembrare inusuale che dei vigili del fuoco appicchino incendi, che le auto vengano multate se non sfrecciano a velocità superiori ai 70 kmh e che soprattutto che sia proibito possedere libri. La realtà presentata in questo avvincente libro in un mondo in eterno conflitto, porta il lettore a riflettere sul presente.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Ottimo spunto per riflettere, 29-02-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Un testo che si aggiunge ad altri più famosi del genere orwelliano, aiuta a riflettere su come la società stia cambiando e con essa le priorità si spostano e la cultura viene sempre meno arrivando ad essere un ostacolo per le persone, in quanto, come si narra nel testo i libri sono solo una perdita di tempo e vanno bruciati e distrutti.
Il libro ci fa capire quanto siano importanti invece e quanto il sapere aiuto l'uomo a ragionare e non essere un manichino nelle mani di pochi.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Ipotetico futuro, 27-02-2012, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro ancora oggi attuale (non si può dire lo stesso del modo di scrivere) , anche perché parla di un ipotetico futuro dove leggere i libri è vietato e i cittadini, per legge, devono utilizzare una televisione che dice ciò che è giusto e ciò che è sbagliato. In questa società vive Montag, un vigile del fuoco che, invece di spegnere il fuoco, lo appicca per bruciare i libri. La situazione si evolve quando decide di leggere un trafiletto di un libro che deve bruciare...
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Libro stupendo, 15-02-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Ho letto questo libro ricordandomi di un brano tratto dallo stesso che avevo letto alla scuola elementare. Ero rimasta molto colpita dagli eventi narrati e non riuscivo a comprendere perché succedesse questo. Dopo circa 10 anni ho preso in mano il testo completo e ne sono rimasta letteralemente estasiata. Fantastico ottimo spunto per pensare e ragionare sulla società moderna.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Superbo., 08-02-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Il titolo del romanzo è dovuto alla temperatura di autocombustione della carta. Bradboury pubblica il romanzo nel 1953 e riesce con quest'opera di fantascienza ed essere recentissimo anche ai nostri tempi. La storia è molto interessante, il protagonista si presenta già molto particolare in quanto impiegato nella "Caserma del Fuoco", il compito di questi pompieri è quello di appiccare incendi per bruciare i libri in quanto la cultura è considerata un male! Montang (il protagonista) riuscirà a ribellarsi a questa società che sta regredendo, ma questa sua decisione non passerà senza intoppi. Conoscerà gente interessante e affronterà una serie di peripezie. Il finale è molto bello e l'intero libro fa riflettere e considerando che è stato scritto oltre 50 anni fa merita un gran bel voto. Consigliato agli amanti del genere.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Molto attuale, 07-02-2012, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Il giovane Guy Montag è un pompiere che, anziché spegnere gli incendi, li appicca. Il suo compito consiste infatti nel bruciare i libri, proibiti dalla legge, e arrestare i sovversivi che hanno avuto l'ardire di tenerne in casa.
La vita di Montag è il suo lavoro. Sua moglie ha rifiutato il mondo reale e vive in funzione della sua "famiglia", degli schermi televisivi che ormai la circondano quasi completamente.
Una sera Montag, tornando a casa, incontra Clarisse, una ragazza strana, che dice cose strane che lui all'inizio non riesce a comprendere, finché lui stesso non si renderà conto di quanto la sua vita sia vuota e vana, priva di significato. Cercherà una risposta alle sue domande nei libri, libri che aveva inspiegabilmente sottratto dalle "scene del crimine".
E' un libro che, dopo quasi sessant'anni, è ancora molto attuale. Da leggere assolutamente.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Fahrenheit 451, 11-10-2011, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Un'opera fondamentale ai fini della propria formazione culturale.
Un libro distopico, sulla falsa riga del capolavoro orwelliano 1984, con il quale ci si apre la mente. Una lettura che permette di vedere le cose nel loro aspetto più intimo, concentrando la nostra attenzione, non già sulla cosa medesima, ma sul perché della sua esistenza. E', inoltre, un'attenta analisi della condizione umana e la sua evoluzione (o devoluzione), che potrebbe rivelarsi maledettamente profetica.
Per quanto concerne lo stile: molto scorrevole e accattivante...
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Una probabile realtà, 14-09-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Questa NON è fantascienza. Non sarà (ancora) la realtà, ma quasi ci siamo. L'UNICA differenza è che i libri non li bruciano (ancora... Ma l'hanno già fatto)... Si tenta comunque in ogni modo di far leggere sempre meno, e se possibile, stupidaggini alla Moccia od altro... Qui c'è descritto il 2011... La tecnologia ha provveduto a tutto... Come nel nostro mondo ingiustamente tecnocratico (la poesia, l'arte, la cultura an sich, non conta più niente... Solo scienza scienza ed ancora scienza)... Gente imbabolata dalla televisione, che parla di vestiti, auto, piscine: di cose. Non di persone. "Riempiti gli occhi di meraviglie, vivi come se dovessi cadere morto fra dieci secondi! Guarda il mondo: è più fantastico di qualunque sogno studiato e prodotto dalle più grandi fabbriche!"
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Farenheit 451, 03-09-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro che per quanto riguarda la trama è molto attuale; per quanto riguarda la scrittura, invece, è molto datato. A differenza del suo simile amico "1984", "Fahrenheit 451" risente troppo del peso dell'età e molto spesso la lettura risulta pesante.
Però è un libro che sicuramente bisogna leggere, perché dà comunque alcuni ottimi spunti di riflessione, anche sulla vita di oggi.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Fahrenheit 451 (44)

product