€ 10.50
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Espiazione

Espiazione

di Ian McEwan

4.0

Fuori catalogo - Non ordinabile
  • Editore: Einaudi
  • Collana: Einaudi tascabili
  • Traduttore: Basso S.
  • Data di Pubblicazione: 2003
  • EAN: 9788806164768
  • ISBN: 8806164767
  • Pagine: 381
A tredici anni un amore che sboccia può sembrare un plagio. Una ragazzina che assiste a una violenza può convincersi di aver riconosciuto il responsabile e far condannare un innocente, rovinandolo e rovinandosi. Perché tutta la vita sarà segnata dalle conseguenze. La ragazzina crescerà, diventerà una scrittrice, ma non si libererà del peso dell'ingiustizia inferta a un innocente, alla propria sorella innamorata e in fin dei conti anche a se stessa.

Note su Ian McEwan

Ian McEwan è nato ad Aldershot il 21 giugno del 1948. Ha esordito nella narrativa nel 1975, con la raccolta di racconti brevi intitolata “Primo amore, ultimi riti”. Nella sua attività di scrittore ha pubblicato anche un’altra raccolta di racconti, “In between the sheets”, del 1978. Per quanto riguarda i romanzi Ian McEwan ha esordito nel 1978 con il romanzo dal titolo “Il giardino di cemento”. A questo romanzo ne sono seguiti altri nove. Per i toni e le atmosfere che caratterizzano quasi tutte le sue opere, Ian McEwan è stato soprannominato Ian Macabre. Molti suoi romanzi sono stati trasposti in film. Nella sua carriera, lo scrittore ha ricevuto numerosi premi letterari. Ian McEwan si è anche dedicato alla sceneggiatura e alla narrativa per bambini.

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Ian McEwan:


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Espiazione e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 1 recensione)

4.0Leggetelo!, 08-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Veramente, veramente molto bello questo libro di Ian McEwan.
L'autore ha fatto uno straordinario lavoro di descrizione, molto dettagliato fino allo sfinire, ma mi è piaciuto.
Le pagine scorrono velocemente, non ci si fa caso e anzi, scorrono meglio di alcuni romanzi molto più "leggeri" e banali, perchè diciamolo: l'argomento è pesante, triste e frustrante, ma è fatto talmente bene che non si sente se non lievemente.
Consigliato!
Ritieni utile questa recensione? SI NO