€ 12.50
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Esercizi di stile. Testo francese a fronte

Esercizi di stile. Testo francese a fronte

di Raymond Queneau

5.0

Prodotto momentaneamente non disponibile
  • Editore: Einaudi
  • Collana: Super ET
  • Traduttore: Eco U.
  • Data di Pubblicazione: giugno 2008
  • EAN: 9788806193126
  • ISBN: 8806193120
  • Pagine: XIX-309
  • Formato: brossura
Esercizi di stile è un esilarante testo di retorica applicata, un'architettura combinatoria, un avvincente gioco enigmistico. Tutto vero, però è anche un manifesto letterario (antisurrealista), è un tracciato di frammenti autobiografici, è la trascrizione di una serie di sogni realmente effettuati da Queneau. E perfino un testo politico, nonché un'autoparodia. Questo è quanto emerge dalle riflessioni che Stefano Bartezzaghi ha dedicato a questo libro-capolavoro. E la sua postfazione al volume diventa complementare alla classica introduzione di Umberto Eco, del quale si conserva anche la traduzione. In appendice, presentati per la prima volta in italiano, alcuni esercizi lasciati cadere nell'edizione definitiva, un indice preparatorio e l'introduzione, anch'essa inedita in Italia, scritta da Queneau per un'edizione del 1963.

I libri più venduti di Raymond Queneau:


Voto medio del prodotto:  5.0 (5 di 5 su 6 recensioni)

5.0Multiprospettico, 11-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Non esiste mai un'unica interpretazione della realtà: è questa forse la lezione di Esercizi di stile di Queneau, che racconta un evento di per sé banale in quanto ordinario, ma riesce a farlo in cento modi diversi, che rendono lo stesso fatto ogni volta nuovo e ogni volta diverso, quindi sempre unico.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Imperdibile, 01-03-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Per quei due o tre che non lo avessero ancora letto, consiglio questo manuale veramente spassoso di Queneau. Come raccontare la stessa storia banale in modi diversi con differenti intenti ed abilità. Solo un maestro come Queneau ci poteva proporre un tema apparentemente pesante, quello della retorica letteraria, in modo esilarante e piacevole. Imperdibile.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Giocoso, 23-12-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo libro ti fa venire immediatamente voglia di provare a fare come Queneau, senza ovviamente sperare di raggiungere risultati minimamente paragonabili ai suoi. In compenso ti fa provare la gioia di leggere e di scrivere. Altrettanto interessante è confrontare il testo francese con le soluzioni di traduzione trovate da Umberto Eco. Anche lui deve essersi divertito parecchio nelle sue vesti di traduttore. Si è preso parecchie libertà e in definitiva ha giocato allo stesso gioco di Queneau. Un gioco bellissimo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Irrinunciabile, 11-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Da un lato molto divertente e fantasioso, dall'altro ti porta davvero a riflettere su cosa sia scrivere, perchè un autore è diverso da un altro, cosa ti piace e cosa no, e come la forma sia contenuto. Utilissimo anche per i ragazzi, perchè non è noioso ma ti mostra che la fantasia non ha confini, e che anche il fatterello più banale può aprire spazi e prospettive impensabili
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Esercizi di stile, 03-11-2010, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Bellissimo libro. Un aneddoto banale e insignificante, viene “raccontato” da Queneau in 99 modi differenti. Le figure linguistiche sono le più svariate, dalle enigmistiche (anagrammi, apocopi, lipogrammi…), alle retoriche (litoti, metafore), alle forme più strane, quali geometrico e botanico, come testo teatrale, canzone, sonetto, fino agli anglicismi, i francesismi, la forma interrogatorio, insomma gli “esercizi” sono tanti.
Il libro ha una lunga storia alle spalle, una lunga gestazione, che viene spiegata per bene nella edizione Einaudi. La traduzione di Umberto Eco (chi se non lui poteva farla?) è lodevole ed è stata (parole sue) molto difficoltosa, tanto che per alcune “forme” dove la traduzione letterale era impossibile, ci ha dovuto mettere del suo.
Ad ogni modo il libro merita senz’altro di essere letto.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Incredibile, 12-08-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Incredibile come Queneau riesca a raccontare la stessa storia, un episodio di vita quotidiana con 99 variazioni sul tema, in cui la storia viene raccontata ogni volta in modo differente mettendo alla prova tutte le figure retoriche e i diversi generi letterari, senza mai essere ripetitivo. Geniale!
Ritieni utile questa recensione? SI NO