€ 15.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
C'era una volta la DDR

C'era una volta la DDR

di Anna Funder

3.5

Prodotto momentaneamente non disponibile
  • Editore: Feltrinelli
  • Collana: Serie bianca
  • Traduttore: Amato B.
  • Data di Pubblicazione: ottobre 2005
  • EAN: 9788807171079
  • ISBN: 8807171074
  • Pagine: 250
  • Formato: brossura
Fonti ufficiose affermano che nella Germania dell'Est gli informatori al servizio della Stasi, la potente polizia segreta, fossero una persona ogni sei abitanti e nel dopo-1989, all'apertura degli archivi, con grande sorpresa si è scoperto quante famiglie allevassero al proprio interno informatori incaricati di riferire allo stato i pensieri e le aspirazioni dei propri familiari. In un libro scritto con una suggestiva tonalità narrativa, Anna Funder ci riconduce in quell'esperienza, ascoltando sia ex funzionari governativi e informatori, sia persone che hanno avuto la vita spezzata da una repressione immotivata.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Voto medio del prodotto:  3.5 (3.5 di 5 su 2 recensioni)

3.0Vittime e carnefici, 05-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Il Ministerium fr Staatssicherheit, familiarmente detto Stasi ma si può usare un diminutivo per una cosa tanto temuta? Era la polizia segreta nella DDR. Tra persecutori e vittime si calcola che un tedesco orientale su sei vi avesse avuto a che fare. Anna Funder, scrittrice australiana impiegata nel 1995 presso una televisione tedesca a Berlino, approfitta dell'apertura degli archivi e della sua esperienza in Germania per incontrare molti di questi cittadini. Dalle sue interviste nasce questo interessante saggio.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0La Germania Est, 30-03-2012, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Come si viveva in Germania Est, ovvero la Repubblica Democratica (? ) Tedesca, sorta dopo la Seconda Guerra Mondiale nella zona occupato dall'URRS. L'autrice, sotto la forma di un'inchiesta giornalistica, ci narra di come la Stasi (le spie della Germania Est, nonchè i più efficienti di tutto l'apparato comunista) controllavano l'esistenza dei cittadini e ne stravolgevano l'esistenze, il tutto per proteggere un ideale che pochi anni dopo sarebbe caduto per un banale errore. Tristissime le storie di Frau Paul e di Hagen Koch, l'uomo che disegnò la linea su cui sarebbe stato eretto il Muro di Berlino.
Ritieni utile questa recensione? SI NO