€ 12.00
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
C'era due volte il barone Lamberto ovvero i misteri dell'isola di San Giulio

C'era due volte il barone Lamberto ovvero i misteri dell'isola di San Giulio

di Gianni Rodari


Fuori catalogo - Non ordinabile
Al centro del Lago d'Orta, sull'isola di San Giulio, vive il barone Lamberto, un uomo molto anziano (93 anni) e molto malato (24 malattie). In Egitto, il barone incontra un misterioso arabo che gli svela un segreto: "L'uomo il cui nome è pronunciato resta in vita". Lamberto si circonda allora di persone che pronuncino il suo nome giorno e notte e... non solo resta in vita ma ringiovanisce! Il nipote Ottavio, desideroso di impossessarsi dell'eredità del vecchio zio, vista la nuova situazione decide di intervenire con la "forza" per porre fine ai giorni di Lamberto. Nel frattempo un gruppo di banditi vorrebbe rapirlo... Dopo molte peripezie, la storia si conclude con Lamberto tredicenne che si unisce agli artisti di un circo, i banditi catturati e Ottavio in fuga.

Note su Gianni Rodari

Gianni Rodari nacque ad Omegna, sul Lago d'Orta, il 23 ottobre 1920. Studiò alle magistrali, dove nel 1937 si diplomò come maestro presso Gavirate. Iniziò a lavorare nel 1938, facendo il precettore per una famiglia di ebrei tedeschi fuggiti dalla Germania nazista. Tentò anche di studiare all'Università, iscrivendosi alla facoltà di Lingue presso la Cattolica di Milano, tuattvia lasciò gli studi dopo poco tempo. Continuò ad insegnare presso alcune scuole, proponendo un metodo didattico divertente e coinvolgente, in cui i bambini potevano dare libero sfogo alla loro fantasia, aiutandolo così a correggere le sue stesse opere. Durante la seconda guerra mondiale, si avvicinò alla Resistenza e al Partito Comunista Italiano. Dopo la Liberazione fece il giornalista e nel 1947 curò la rubrica "La domenica dei piccoli" sul quotidiano "L'Unità", dove pubblicò le sue prime filastrocche per bambini. Nel 1950 si trasferì a Roma, dove diresse "Il pioniere". Nel 1953 si sposò con Maria Teresa Ferretti, da cui ebbe una figlia, Paola. Dal 1960 iniziò ad occuparsi di scrittura per l'infanzia, pubblicando diverse opere con Einaudi. La sua opera più importante, "Grammatica della fantasia", è del 1973. Gianni Rodari morì a Roma il 14 aprile 1980.

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Gianni Rodari: