€ 10.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
L' era dell'accesso. La rivoluzione della new economy

L' era dell'accesso. La rivoluzione della new economy

di Jeremy Rifkin

3.0

Prodotto momentaneamente non disponibile
  • Editore: Mondadori
  • Collana: Oscar bestsellers
  • Traduttore: Canton P.
  • Data di Pubblicazione: aprile 2001
  • EAN: 9788804486756
  • ISBN: 8804486759
In questo libro Rifkin analizza le strutture organizzative dell'economia delle reti e i meccanismi dell'informazione caratteristici dell'era che si apre, evidenziando i rischi e le opportunità che si prospettano per lo sviluppo della società e l'emancipazione dell'uomo nel ventunesimo secolo. Da un lato il potere dei "nuovi tiranni" del progresso, i più grandi e importanti provider internazionali, destinati a gestire l'eccesso a ogni attività e a controllare la vita di ciascuno di noi in una società dove si accresce il divario tra chi è "connesso" e chi non lo è; dall'altro la possibilità di una maggiore diffusione della conoscenza, della democrazia e del benessere, e l'affrancamento dalla "schiavitù" del lavoro.

Note su Jeremy Rifkin

Jeremy Rifkin è nato a Denver, negli Stati Uniti, il 26 gennaio del 1945. Si è laureato alla facoltà di Economia della Wharton School, presso l’Università della Pennsylvania. Si è poi specializzato in Affari internazionali presso la Fletcher School of Law and Diplomacy della Tufts University. Durante gli anni Sessanta e Settanta, è stato un attivista del movimento pacifista. Nel 1969 ha fondato la Citizens Commission con l’obiettivo di denunciare i crimini di guerra avvenuti durante il conflitto in Vietnam. E’ fondatore e presidente della Foundations on Economic Trends e presidente della Greenhouse Crisis Foundation. Autore di numerosi saggi, il suo impegno politico a favore della pace e della tutela dell’ambiente si è riflesso in numerose sue opere. Jeremy Rifkin è vegetariano e il suo impegno nel settore economico e politico ha avuto ripercussioni importanti anche al di fuori dei confini degli Stati Uniti.


Voto medio del prodotto:  3.0 (3 di 5 su 1 recensione)

3.0siamo tutti utenti, 23-08-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Saggio interessante, facilmente comprensibile e fruibile da tutti, grazie alla chiarezza dell'autore nell'esposizione.
Nonostante il contesto di riferimento sia la cultura statunitense, molti aspetti del fenomeno dell'"accesso" sono facilmente riscontrabili anche da noi. Con il concetto di "accesso" Rifkin sintetizza la mercificazione e la vendita di idee, scoperte, e persino stili di vita, che vincolano aziende e utenti in un rapporto continuativo a lunga scadenza. Per le aziende non è tanto importante vendere un oggetto, quanto vincolare l'utente a sè tramite l'offerta di servizi ad esso legati. Questa dipendenza naturalmente va a scapito della libertà dell'individuo sempre più vulnerabile e legato alle leggi del mercato...
Ritieni utile questa recensione? SI NO