Energia per l'astronave Terra. Quanta ne usiamo, come la produciamo, che cosa ci riserva il futuro

Energia per l'astronave Terra. Quanta ne usiamo, come la produciamo, che cosa ci riserva il futuro

5.0

di Nicola Armaroli, Vincenzo Balzani


  • Prezzo: € 11.80
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

Tutti utilizziamo energia in ogni istante della giornata, magari senza accorgercene, con un'abbondanza mai goduta da nessun'altra generazione nella storia umana. Ma che cos'è l'energia? I nostri consumi possono continuare ad aumentare all'infinito? Quali e quante riserve energetiche ospita ancora l'astronave Terra? Questo libro fornisce le coordinate indispensabili per orientarsi nel labirinto delle fonti di energia - dal petrolio ai biocombustibili, dal solare al nucleare, dagli aspetti economici a quelli sociali - e cerca di delineare uno scenario energetico possibile per la nostra fragile e complessa civiltà. Due supplementi speciali in coda al libro "Dodici miti da sfatare" e "Forse non sapevi che" - riassumono i temi-chiave per chi vuole affrontare in modo responsabile il problema energetico.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Dettagli del libro

  • Titolo: Energia per l'astronave Terra. Quanta ne usiamo, come la produciamo, che cosa ci riserva il futuro
  • Editore: Zanichelli
  • Data di Pubblicazione: 2008
  • ISBN: 8808063917
  • ISBN-13: 9788808063915
  • Pagine: 240
  • Reparto: Ecologia e ambiente > Ambiente

Voto medio del prodotto:  5.0 (5 di 5 su 1 recensione)

5.0Per essere consapevoli, prima di parlare, 29-10-2010, ritenuta utile da 5 utenti su 5
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro divulgativo, scritto in modo molto semplice e tuttavia rigoroso, da due scienziati molto seri. Un libro al di là delle opinioni, ricco di dati e fatti inequivocabili, che presenta i problemi dell'energia (specie quella nucleare) al di là degli schieramenti ideologici e commerciali. Un libro molto utile, specie in questi tempi in cui tutti parlano per sentito dire, o per difendere gli interessi dei propri orticelli di potere politico e commerciale, spesso spacciati per coincidenti con i nostri, ma che hanno solo bisogno del nostro superficiale e disinformato appoggio per prosperare e creare danni all'ambiente in cui viviamo. Lo farei studiare nelle scuole.
Ritieni utile questa recensione? SI NO