€ 11.05€ 13.00
    Risparmi: € 1.95 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Emmaus

Emmaus

di Alessandro Baricco

3.0

Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
  • Editore: Feltrinelli
  • Collana: I narratori
  • Data di Pubblicazione: giugno 2009
  • EAN: 9788807017988
  • ISBN: 8807017989
  • Pagine: 139
  • Formato: brossura

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Feltrinelli
"Abbiamo tutti sedici, diciassette anni, ma senza saperlo veramente, è l'unica età che possiamo immaginare: a stento sappiamo il passato". Con queste parole inizia il nuovo romanzo di Alessandro Baricco, Emmaus. Il titolo evoca l'episodio narrato nel vangelo di Luca in cui due discepoli incontrano Gesù Risorto, senza riconoscerlo, sulla strada che va da Gerusalemme a Emmaus. I protagonisti sono quattro ragazzi diciassettenni divisi tra scuola e parrocchia. La città che fa da sfondo alla vicenda, pur non essendo nominata, sembra proprio essere Torino.

Note su Alessandro Baricco

Alessandro Baricco è nato a Torino il 25 gennaio 1958. E' uno dei più apprezzati autori del panorama letterario italiano. Studia Filosofia e si laurea con una tesi in Estetica. Contemporaneamente agli studi universitari, si diploma in pianoforte presso il conservatorio. Il suo esordio come scrittore avviene in qualità di critico musicale, quando nel 1998 pubblica un testo su Rossini. Il suo primo romanzo, invece, è del 1991. Si intitola “Castelli di rabbia” e vince il Premio Campiello. Il secondo romanzo, "Oceano mare", è del 1993. Nel 1994 viene pubblicato "Novecento", un monologo da cui viene tratto un lavoro teatrale e il film di Tornatore dal titolo "La leggenda del pianista sull'oceano". Nello stesso anno, a Torino, Baricco fonda la scuola Holden, centro per l'apprendimento delle tecniche di scrittura e storytelling. Accanto all'attività di scrittore, si occupa anche di televisione in qualità di conduttore, autore e ideatore di programmi. Collabora inoltre con importanti quotidiani nazionali. Dalle rubriche che ha curato per La Stampa e Repubblica nascono due volumi intitolati "Barnum" (1995 e 1998). Questi e altri numerosi successi della vasta produzione artistica dell'autore, tra cui “City” (1999), “Senza sangue” (2002) e “Questa storia” (2005), proiettano Baricco nel gotha della narrativa contemporanea italiana.

 

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Emmaus acquistano anche Oceano mare di Alessandro Baricco € 7.65
Emmaus
aggiungi
Oceano mare
aggiungi
€ 18.70

Prodotti correlati:

I libri più venduti di Alessandro Baricco:


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Emmaus e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  3.0 (3.1 di 5 su 37 recensioni)

5.0Diverso, 29-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Totalmente avulso da immagini fantastiche o ai limiti del fiabesco che invece caratterizzano le altre opere dell'autore, Emmaus descrive una realtà che lo scrittore conosce bene perchè estremamente biografica. La realtà di quando questi era adolescente e il suo mondo si divideva fra quello delle famiglie borghesi e quello delle famiglie più modeste e severamente cattoliche.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
1.0Tutto fumo e niente arrosto, 12-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo romanzo è stato una grandissima delusione! La trama potrebbe anche essere interessante, ma è sviluppata in modo sbrigativo e poco sostanzioso. I personaggi sono privi di caratterizzazione, l'unica cosa per cui li si distingue è il nome. Anche lo stile tanto osannato di Baricco a me è parso solo molto spocchioso.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0Risultato mediocre, 10-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Una trama piuttosto sempliciotta, non si riconosce nessun tipo di spunto nuovo. Ciò che colpisce del romanzo è, piuttosto, la scrittura, in grado di rendere "leggibile" un romanzo che altrimenti risulterebbe banale e scadente. La religione è presa a pretesto, da rivedere. Baricco sa scrivere, e ha scritto, cose migliori.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Emmaus, 05-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Spesso è facile muovere critiche, anche molto aspre, a Baricco. Ogni tanto verrebbe da caricare il fucile a pallettoni, su questo 'Emmaus'. Quando diventa didascalico e pretende di insegnare, anzichè portare alla rivelazione - cosa di cui peraltro è assai capace, e lo fa, qui e la'. Sa giocare con le parole, e in alcuni punti stupisce per gli equilibrismi - meno che altrove, tuttavia.
Di questo salvo il bianco lattiginoso che pervade la grafica e la scrittura; il ricordo dei miei diciassette anni - e oltre - che ho trovato sparsi; la delicatezza delle parole e dei sentimenti; la ricerca dei demoni che solo a quella eta' è cosi' nitida e pura.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Solo la forma, 21-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Quattro ragazzi che vivono una gamma variegata di esperienze, in cui sono felici o almeno credono di esserlo. I libri di Baricco sono stati per me sempre un punto di riferimento, questo non si è rivelato all'altezza delle mie aspettative. Ciò non toglie il fatto che continuo ad ammirare (e ad assaporare in questo libro) l'arte del modo di scrivere che ha Baricco.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0Il titolo, 06-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
"Emmaus" di Alessandro Baricco vuole parlare di adolescenza ma non ci riesce. L'unica cosa che ho capito di questo libro è il titolo: come i discepoli si accorgono di aver cenato con Gesù solo dopo che se ne è andato, così solo coloro che sono diventati "grandi" possono capire l'adolescenza. Opinabile posizione.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0Emmaus, 01-04-2011, ritenuta utile da 3 utenti su 3
di - leggi tutte le sue recensioni
Una discreta delusione, opera molle e stilisticamente contorta. Ammetto che lo stile di Baricco è unico, diverso da quello classico dei grando scrittori ma ugualemnte efficace.
Non ho letto altri romanzi di Baricco (per ora) quindi non posso fare confronti. La storia è semplice e abbastanza scontata se vogliamo: 4 amici legati dalla stessa cultura religiosa, che col tempo notano delle crepe in questi dogmi con i quali sono cresciuti; con un inevitabile allontanamento dei 4 e tanti lontani ricordi d'infanzia.
Un'ambientazione esasperata: i credenti bigotti da un lato (poveri o comunque di famiglia medio-bassa) intontiti dalle prediche della domenica e dall'altra "gli altri" ricchi, radical-chic, oppressi dalla sensazione di non vita nonostante le fortune che questa gli ha donato (insomma la solita figura del poetamaledetto suicida, drogato, ecc.).
La visione del cambiamento, della scoperta che non tutte le certezze sono certezze attraverso la ragazza semi-suicida, ricca, ragazzamadre, drogata, trasgessiva, visionaria, libera, ecc. Decisamente deludente.
E per finire 4-5 pagine di riflessione finale (pistolotto) abbastanza scontate e molto sfarzose, che ti lasciano quella sesnsazione di "e allora? Ok... Bene... Ma oltre a questo dove volevi arrivare?".
Insomma io non sono un critico e forse non sono neanche un vero lettore, mi scuserà il Baricco ma se ho iniziato, poi lasciato per mesi e alla fine letto e finito in un paio d'ore questo libro è solo grazie al suo intrigante stile e alle 130 pagine scarse, non certo alla trama.
Una stella per lo stile e una per il romanzo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0Religiosità morbosa e malinconia, 21-01-2011, ritenuta utile da 1 utente su 3
di - leggi tutte le sue recensioni
Quasi giapponese, quasi un haiku. Lontano dallo stereotipo narrativo in cui tutto sembra dover avvenire per una serie di conseguenze logiche, Baricco cerca di entrare nei problemi da un punto di vista più intimo e in qualche modo sdoganarli. La religiosità morbosa genera paranoie, paure e conseguenze lontane da ogni parvenza di normalità.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Un dramma sterotipato, 28-12-2010, ritenuta utile da 4 utenti su 4
di - leggi tutte le sue recensioni
Ho trovato Emmaus vuoto e stereotipato; nutrito di confusione, autocompiacimento retorico e superficilità concettuale. Ci sono solo cattivi, rigorosi e perduti cattolici e cattivi, affascinanti, persi, inconsapevoli libertini. E non ci sono le persone. Manca la persona nel suo mistero unico, nella sua verità. Manca l'abbandono sincero alla vita. Per questo il mio personale avulso proseguire nella lettura.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
1.0Delusione, 28-12-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Non avevo mai letto nulla di Baricco e ho deciso di leggere Emmaus.
Che fatica incredibile!
Forse non ero dello spirito giusto o forse la scrittura di Baricco proprio non fa per me... Dovessi dire credo di non aver compreso neanche tanto bene la trama.
Magari riproverò ad approcciarmi a Baricco con un altro suo libro, sperando vada meglio.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0TEMA RICERCATO E BIBLICO, 07-12-2010, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Sono un amante della scrittura di Baricco: ricercata, particolare, mai scontata, ricca... E sono attratta dai libri che parlano dei nostri giovani. Non ne sappiamo mai abbastanza, i giovani, gli adoloscenti sono difficili e a volte veramente indecifrabili. Il tema è sempre di agghiacciante attualità.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Bellino, 04-12-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Un romanzo piacevole, ricercato nella scrittura e con qualcosa in più fin dal titolo visto il richiamo all'episodio biblico di Gesù nella città di Emmaus.
La storia di quattro bravi ragazzi che, vivono la loro adolescenza combattuti tra una fede esasperata dettata dalla tradizione e lo sguardo verso i loro coetanei alle prese con le cose del mondo, tra indecisioni e certezze.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Emmaus (37)