The Elephant Man

The Elephant Man

Regia di David Lynch


  • Prezzo: € 9.99
  • Nostro prezzo: € 8.19
  • Risparmi: € 1.80 (18%)
Spedizione a 1€  Spedizione con Corriere a solo 1€ sopra i 24 euro! (Scopri come)
Voto medio del prodotto:
5.0
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
RACCOGLI BEENZ E RICEVI FANTASTICI PREMI!
Acquistando questo prodotto raccogli 8 beenz o più. Scopri come
Aggiungi al carrello

Descrizione

Affetto da una grave malattia deformante, un uomo, dolce e sensibile, viene prima esibito come fenomeno da baraccone e poi ospitato in un ospedale sotto le cure di un medico amoroso. Il film ha avuto un rifacimento nel 1981.

Dettagli del prodotto

Altri utenti hanno acquistato anche:


Recensioni degli utenti


Scrivi una nuova recensione su The Elephant Man e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  5.0 (5 di 5 su 2 recensioni)


5.0Un capolavoro assoluto., 25-08-2011
di A. Cescon - leggi tutte le sue recensioni

Raramente ho visto così toccanti, si tratta di un film che difficilmente può essere dimenticato. La storia di un uomo davvero sfortunato, cui la natura ha dato un corpo terribilmente deformato da una malattia e un cervello capace di comprendere tutto, compreso il disprezzo che la gente prova per lui... Il vero mostro è chi non sa vedere oltre l'apparenza, questo si sa e lo dice di continuo, ma quì Lynch ce lo ribadisce in maniera assolutamente impeccabile.

Ritieni utile questa recensione? SI  NO 


5.0Commovente, 24-04-2011
di P. Rogondino - leggi tutte le sue recensioni

Uno dei film più drammatici e commoventi di David Lynch.
Racconta la storia vera di Joseph Merrick, un uomo affetto da una malattia genetica gravissima che lo ha condannato ad essere per sempre indicato con l'offensivo epiteto di "The Elephant Man".
Molto toccante la scena in cui Merrick, alla stazione, circondato da curiosi urla: "io non sono una animale, io sono un uomo! " ed è proprio questo il messaggio del film, gli uomini così detti "normali" sfruttano e maltrattano Merrick che ha come unica colpa quella di essere malato e alla fine, agli occhi dello spettatore, il mostro non è più "l'uomo elefante" ma sono gli altri, che per un motivo o per l'altro se ne sono presi gioco.


Ritieni utile questa recensione? SI  NO