€ 8.37€ 18.60
    Risparmi: € 10.23 (55%)
Normalmente disponibile in 3/4 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Come doveva finire

Come doveva finire

di Alberto Gentili

3.5

Normalmente disponibile in 3/4 giorni lavorativi
Luca Mancini, detto "Chat", è il buttafuori di una discoteca frequentata dagli adolescenti. O almeno lo era, finché non gli hanno sfondato il cranio. Per il commissario Cappa e il suo vice Berti, l'indagine parte dal Peter Pan, il locale dove lavorava Chat. E dai ragazzi e dalle ragazze che il sabato mattina vanno a scuola e il pomeriggio affollano la discoteca. È proprio nei luoghi come il Peter Pan che scatta la trappola delle tre s: soldi sesso & sostanze. Il tutto condito da una quarta s, quella di social network, capace di rendere la miscela ancora più opaca e inquietante. "Come doveva finire" ci guida, con la tensione di un'inchiesta difficile, all'interno di un mondo insieme vicino e lontano, quasi impenetrabile, chiuso in sé stesso: quello degli adolescenti, con i loro sogni e le loro ferite, i loro riti e le loro prepotenze, le loro arroganze e la loro ingenuità, spesso vissute in vite parallele. Cappa e Alessia, la mamma di Anna, una delle ragazze più carine del Peter Pan, scopriranno quello che si nasconde sotto una apparente normalità. Un vero inferno, un labirinto di torbido disagio che solo la cronaca nera riesce a illuminare: "Come doveva finire" ce lo fa scoprire con la suspense di un'indagine piena di sorprese..

Prodotti correlati:

Altri utenti hanno acquistato anche:


Voto medio del prodotto:  3.5 (3.5 di 5 su 2 recensioni)

4.0Da leggere, 04-09-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro molto attuale che è capace di coinvolgere pagina dopo pagina. Chat, è il buttafuori della discoteca Peter Pan, una discoteca per giovani ragazzi ancora adolescenti. Chat viene trovato morto ed il commissario Cappa deve seguire le indagini. Un libro che ci riporta ad una stora che purtroppo ha davvero poco a che vedere con la finzione!
Lo consiglio!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Come doveva finire, 20-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Alberto Gentili, romano, giornalista di spicco del Messaggero, ha esordito con il bellissimo Liberami amore, storia dell'amore difficile tra una giovane afghana e un siciliano. Qui ritorna con una storia totalmente diversa, ambientata nel mondo degli adolescenti di oggi. Si indaga sulla morte di un buttafuori di un locale. Ma è soprattutto il pretesto per analizzare il nuovo mondo dei ragazzi. Il mondo dello sballo, del corpo abbruttito e della vita simulata al portatile.
Ritieni utile questa recensione? SI NO