€ 11.28€ 12.00
    Risparmi: € 0.72 (6%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
La Divina Commedia. Inferno

La Divina Commedia. Inferno

di Dante Alighieri

5.0

Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi

Note su Dante Alighieri

Nasce a Firenze nel 1265, in una famiglia di guelfi di parte bianca, e per tutta la vita si dedica con passione alla letteratura, alla filosofia e alla politica della sua città. Le sue prime opere letterarie risalgono agli anni Ottanta del Duecento, e lo consacrano da subito come autore centrale per l’evoluzione e lo sviluppo della poetica stilnovista. Risalgono a questo periodo i suoi testi giovanili Il detto d’amore e Il fiore, le prime liriche raccolte nelle Rime e il prosimetro Vita nova, in cui Dante racconta in prosa e in poesia la nascita del suo amore per Beatrice, la donna angelicata che, secondo l’ideale stilnovista, è capace di condurre colui che l’ama alla salvezza.
Negli stessi anni Dante si dedica anche attivamente alla politica fiorentina, e proprio il suo impegno civile è alla base dell’evento più traumatico della sua esistenza, ovvero l’esilio a cui viene condannato nel 1302, mentre si trova in missione a Roma presso papa Bonifacio VIII. Per anni Dante prova a ritornare a Firenze, legalmente o per mezzo di un’azione di forza, ma tutti i suoi tentativi falliscono e il poeta non riuscirà mai a rientrare nella sua città natale. Trascorre il resto della sua vita muovendosi tra la Toscana, il Veneto e l’Emilia Romagna, ospite di famiglie amiche e di altri esponenti del partito guelfo. Durante l’esilio compone le sue opere più celebri, destinate a segnare indelebilmente la storia della letteratura italiana, come il Convivio, opera filosofica dedicata a temi civili, il De vulgari eloquentia, testo centrale per lo sviluppo della lingua volgare italiana, e soprattutto la celeberrima Comedìa(ribattezzata da Boccaccio Divina Commedia, nome con cui è comunemente conosciuta oggi), racconto in versi di un meraviglioso viaggio compiuto dall’autore nei tre regni dell’aldilà e vera e propria summa della filosofia, della teologia e del pensiero del Medioevo.
Il Paradiso, ultima cantica della Divina Commedia, è l’ultimo grande testo composto da Dante. Il poeta infatti muore il 14 settembre 1321, probabilmente di malaria, a Ravenna, dove era stato accolto dal signore della città Guido da Polenta che l’aveva nominato suo ambasciatore; la sua tomba si trova ancora oggi nella città romagnola, in un tempio costruito in onore di quello che è universalmente conosciuto come “Sommo Poeta”.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Voto medio del prodotto:  5.0 (4.8 di 5 su 6 recensioni)

4.0Umanità guasta, 17-04-2015
di - leggi tutte le sue recensioni
Comincia l'opera di chi volle, in stile comico e lingua volgare, non solo avvicinare ai molti la cultura, nel rischio di semplificarla, ma educare i lettori perché nella vita cambiassero atteggiamenti e intenzioni. Ovviamente il criterio è quello medievale cattolico, però attento e rispettoso delle sapienze antiche, con dolore condannate all'assenza eterna di quel Dio cui pure secondo lui anelavano. Infatti viene presa a modello per la giurisdizione infernale, oltre alla dottrina teologica, l'etica formulata da Aristotele, mentre la degna guida attraverso le brutture dell'animo umano è Virgilio poeta, cantore precristiano di un eroe patrio, Enea, vigoroso adempiendo il fato e sempre pietoso, come Dante pretendeva diventassero i fiorentini, gli italiani e gli europei.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Didatticamente utile, 22-02-2012, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Forse l'edizione migliore in commercio della Divina Commedia: la curano, infatti, tre grandi studiosi di Dante. Le note sono curate e ben comprensibili; spesso, per i passaggi più ostici, viene proposta una parafrasi puntuale del testo. Metafore ed allegorie sono spiegate con eleganza e chiarezza e rimandano a studi importanti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Inferno, 07-02-2012, ritenuta utile da 8 utenti su 118
di - leggi tutte le sue recensioni
Credo che il capolavoro di Dante non abbia bisogno di grandi presentazioni per incoraggiarne la lettura. Questa è la prima delle tre cantiche che compongono la commedia dantesca, ed è sempre stata la mia preferita. La discesa del genio italiano all'inferno in compagnia del grande poeta Virgilio, si completa dopo giorni infernali fino a vedere Lucifero, per poi faticosamente risalire e riveder le stelle. Magnifica!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Guai a costruirsi l'inferno in testa, 24-02-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Dante accompagnato da Virgilio attraversa le oscure forze del male.
Ma prima di entrare dalla porta si ferma a osservare i peggiori di tutti coloro che non meritano di stare neppure all'Inferno e cioè gli Ignavi, che non esercitano né il bene né il male perché votati all'indifferenza.
Iracondi, lussuriosi, accidiosi, violenti ecc... Dante e Virgilio oltrepassano il peccato estremo fino all'incontro con Lucifero il centro del male.
Un viaggio nell'animo umano come mai nessuno è stato in grado di fare.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0indimenticabile, 09-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
tanto mistero, tanto coinvolgimento in un libro che ha segnato tante epoche. Si tratta del cammino di Dante lungo i peccati dei dannati dell'inferno. Libro assolutamente originale e sorprendente per chi si approccerà per la prima volta, è considerato il capolavoro della letteratura italiana
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0un libro assolutamente unico, 08-10-2010, ritenuta utile da 6 utenti su 9
di - leggi tutte le sue recensioni
A partire dalla selva oscura, Dante prima di salir "per riveder le stelle" percorrerà un lungo viaggio all'insegna dei vizi e dei peccatti commessi in vita dai dannati dell'inferno. Linguaggio originale, coinciso e di forte impatto, questo libro è davvero una punta di diamante delle letteratura italiana.
Ritieni utile questa recensione? SI NO