€ 12.40
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
La Divina Commedia

La Divina Commedia

di Dante Alighieri

4.5

Prodotto momentaneamente non disponibile

Note su Dante Alighieri

Nasce a Firenze nel 1265, in una famiglia di guelfi di parte bianca, e per tutta la vita si dedica con passione alla letteratura, alla filosofia e alla politica della sua città. Le sue prime opere letterarie risalgono agli anni Ottanta del Duecento, e lo consacrano da subito come autore centrale per l’evoluzione e lo sviluppo della poetica stilnovista. Risalgono a questo periodo i suoi testi giovanili Il detto d’amore e Il fiore, le prime liriche raccolte nelle Rime e il prosimetro Vita nova, in cui Dante racconta in prosa e in poesia la nascita del suo amore per Beatrice, la donna angelicata che, secondo l’ideale stilnovista, è capace di condurre colui che l’ama alla salvezza.
Negli stessi anni Dante si dedica anche attivamente alla politica fiorentina, e proprio il suo impegno civile è alla base dell’evento più traumatico della sua esistenza, ovvero l’esilio a cui viene condannato nel 1302, mentre si trova in missione a Roma presso papa Bonifacio VIII. Per anni Dante prova a ritornare a Firenze, legalmente o per mezzo di un’azione di forza, ma tutti i suoi tentativi falliscono e il poeta non riuscirà mai a rientrare nella sua città natale. Trascorre il resto della sua vita muovendosi tra la Toscana, il Veneto e l’Emilia Romagna, ospite di famiglie amiche e di altri esponenti del partito guelfo. Durante l’esilio compone le sue opere più celebri, destinate a segnare indelebilmente la storia della letteratura italiana, come il Convivio, opera filosofica dedicata a temi civili, il De vulgari eloquentia, testo centrale per lo sviluppo della lingua volgare italiana, e soprattutto la celeberrima Comedìa(ribattezzata da Boccaccio Divina Commedia, nome con cui è comunemente conosciuta oggi), racconto in versi di un meraviglioso viaggio compiuto dall’autore nei tre regni dell’aldilà e vera e propria summa della filosofia, della teologia e del pensiero del Medioevo.
Il Paradiso, ultima cantica della Divina Commedia, è l’ultimo grande testo composto da Dante. Il poeta infatti muore il 14 settembre 1321, probabilmente di malaria, a Ravenna, dove era stato accolto dal signore della città Guido da Polenta che l’aveva nominato suo ambasciatore; la sua tomba si trova ancora oggi nella città romagnola, in un tempio costruito in onore di quello che è universalmente conosciuto come “Sommo Poeta”.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Voto medio del prodotto:  4.5 (4.5 di 5 su 11 recensioni)

5.0Senza tempo, 23-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Il titolo nel caso di quest'opera magistrale di Dante Alighieri non è per niente eccessivo. La ricchezza dei particolari con i quali l'autore descrive il suo aldilà ha stupito ha ragione intere generazioni. Qualsiasi interpretazione, se pur ben fatta, non potrà mai eguagliare la lettura diretta di uno dei classici della letteratura mondiale.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Eterno, 20-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
C'è un libro che possa superare quest'opera unica e perfetta che è stata scritta dall'autore più geniale, intelligente e acuto della nostra letteratura? Pur nella difficoltà di qualche terzina che necessita di spiegazioni e note, la lettura è piacevole ed edificante. Il ritmo non cede mai, ogni canto è perfetto nella sua costruzione e nei contenuti. Opera senza pari.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Immenso, 11-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Nessuno di noi comuni mortali leggerà mai tutta la Divina Commedia. Ma bastano quei pochi canti letti a scuola per capire che ci troviamo di fronte al più grande capolavoro letterario di tutti i tempi. L'idea da cui parte l'opera è assolutamente geniale: scendere nell'Inferno per visitare tutti i gironi in compagnia di Virgilio. Basterebbe solo questa cantica, ma Dante ha saputo fare di più. Nonostante quei pochi canti letti una sola parola: immenso!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0La Divina Commedia, 10-04-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Ovviamente c'è poco da dire su questa grande opera che non può essere recensita da nessuno ma solo letta e apprezzata per il suo enorme valore.
In questa recensione vorrei soltanto sottolineare quella reazione, più che normale, che moltissime persone hanno di fronte alla Divina Commedia, una reazione di allontanamento un po per la mole e un po per le reminiscenze scolastiche, siamo tutti portati a pensare alla Divina Commedia come a qualcosa di pesante e "antico" ma non è assolutamente così, la verità è che questo libro è un libro senza tempo, sempre attualissimo perchè parla del male e del bene dell'umanità.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Dante è il più grande di tutti, 12-02-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Quando si vede la Divina Commedia su una libreria ci si spaventa per la mole dei volumi, ma la lettura è coinvolgente, appassionante mai noiosa.
Dante ci accompagna attraverso gli abissi del male e da una condizione peccaminosa ci conduce alla luce del Paradiso.
E' certamente l'opera più potente che sia mai stata concepita e questa edizione è l'ideale per il suo studio.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Dante , 20-12-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Un opera sempre attuale, il libro più bello che sia mai stato scritto dall'inizio del mondo come noi lo conosciamo, tutti, ma proprio tutti dovrebbero leggere e studiare, quest'opera meravigliosa.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Tre mondi dove vivere dopo la morte., 24-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
E' il mito classico e letterario per eccellenza della morte, dell'espiazione dei peccati insiti nelle anime di ogniuno di noi.
Semplicemente stupendo, da leggere una volta nella vita per poter apprezzare l'arcano segreto che Dante pone dinanzi a noi.
Unico!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0la divina commedia, 04-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
nel mezzo del cammin di nostra vita mi ritrovai per una selva oscura..chi non conosce questi versi?!un'opera grandiosa di un viaggio attraverso i tre regni sovrannaturali che Dante descrive con minuzia ed estro,saranno realmente così?!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Da leggere almeno una volta, 29-09-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
La Divina Commedia ...cos'altro possiamo dire? E' semplicemente l'opus magnum della letteratura italiana.

Voglio definirla con un verso di Dante: sta come torre ferma che non crolla/ già mai la cime per soffiar di venti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Un capolavoro eterno, 26-09-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Di opere letterarie belle, intense, profonde, attuali e oserei dire mistiche come la Divina Commedia non credo ne esistano altre. Dante Alighieri scrisse quest'opera eterna in un Italiano che va arricchendosi sempre di più man mano che ci si avvicina al Paradiso. E credetemi: l'estasi la si raggiunge davvero leggendo questo capolavoro.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
1.0controcorrente, 27-07-2010, ritenuta utile da 1 utente su 6
di - leggi tutte le sue recensioni
Non so forse sarò una delle poche persone ma a me la divina commedia non piace proprio.Dante è troppo noioso riconosco la sua bravura e la sua qualita di autore e sicuramente è uno dei piu grandi nella letteratura italiana di tutti i tempi ma sin dal liceo non l'ho mai digerito.L'inferno dei 3 canti è quello piu leggibile per la varieta di personaggi e di storie narrate,ma il Purgatorio e soprattutto il Paradiso..sono dei sonniferi!!
Ritieni utile questa recensione? SI NO