Dispacci

Dispacci

4.5

di Michael Herr


  • Prezzo: € 9.90
  • Nostro prezzo: € 9.31
  • Risparmi: € 0.59 (6%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

Pubblicato per la prima volta nel 1977, "Dispacci" è il doloroso reportage di un giornalista che tra il 1967 e il 1969 trascorse un anno e mezzo in Vietnam, come corrispondente di guerra, al seguito delle truppe americane. Attraverso le stesse parole, crude e dirette, dei soldati con cui condivise pericoli e fatiche quotidiane, Michael Herr registra e racconta in queste pagine l'allucinante sequenza di crudeltà di cui furono responsabili, e a loro modo vittime, i giovanissimi americani arruolati nell'esercito, brutalmente scaraventati da una realtà rassicurante nel groviglio di una giungla misteriosa e nel pieno della follia bellica. Considerato uno dei testi più potenti sugli orrori del conflitto e sulla violenza di un periodo storico ancora molto vicino, il libro di memorie di Herr affianca alla testimonianza e al valore storico del documentario la riflessione lucida e disperata di un osservatore d'eccezione sull'esperienza della morte e della guerra. Introduzione di Roberto Saviano.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Dispacci acquistano anche Masse armate ed esercito regolare di Vo Nguyen Giap € 15.20
Dispacci
aggiungi
Masse armate ed esercito regolare
aggiungi
€ 24.51


Dettagli del libro


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Dispacci e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.5 (4.5 di 5 su 4 recensioni)

3.0Difficile, 20-12-2010, ritenuta utile da 1 utente su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Sicuramente non è il solito libro di guerra, narra aspetti della guerra stessa diciamo indiretti: pochi dettagli dei combattimenti ma tanti sull'aspetto psicologico dei soldati americani in Vietnam. Il tutto visto da un giornalista. Personalmente l'ho trovato difficile da leggere.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Toccante......, 15-12-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
La guerra in vietnam, tanti film e poca sostanza, questo libro unico nel suo genere per far capire al lettore la crudelta di una guerra mai compresa... Raccapricciante e al tempo stesso emozionante per il modo in cui l'autore riesce a far rivivere al lettore le sensazioni provate dai militari al fronte, consiglio a tutti di leggerlo... Dopo averlo letto sembra di esserci stato!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0drammatico e reale, 24-08-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Un racconto freddo e' drammatico della guerra in Vietnam, un giornalista segue da vicino le vicende dei ragazzi americani che vengono gettati in una guerra che non gli appartiene, libro considerato da molti l miglior reportgage sulla guerra in Vietnam
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0La poesia della scrittura di guerra, 07-07-2010, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Michael Herr ci porta nel "cuore di tenebra" della guerra del Vietnam, con una prosa spietata, ma sostanziata da un profondo senso di solidarietà umana nei confronti dei militari americani impegnati nel conflitto e conosciuti da Herr nei campi di battaglia, scenari dei suoi reportages. Rispetto ai numerosi testi giornalistici pubblicati sul conflitto vietnamita, l'opera di Herr si distingue per una visione delle vicende politico-militari che coniuga la rappresentazione - crudamente realistica - della condizione umana dei protagonisti del conflitto (soldati e fotoreporters in particolare), alla critica, spesso caustica, dei comportamenti e delle attitudini delle alte gerarchie politiche e militari americane - elemento che consente di comprendere meglio le ragioni della sconfitta, etica prima ancora che militare, degli Stati Uniti. L'unico limite del libro è individuabile nella superficialità dello sguardo sull'altra parte in conflitto, l'esercito comunista vietnamita, che resta sempre sullo sfondo del testo, nemico oscuro e misterioso - e in qualche modo inumano -, senza che il lettore abbia la possibilità di conoscerne le motivazioni, i pensieri, la propria condizione umana. "Dispacci" tuttavia resta una pietra miliare della letteratura di guerra, un libro essenziale per chi voglia capire un conflitto uscito dalla mera dimensione della storia ed entrato dolorosamente nelle anime di intere generazioni di Americani e Vietnamiti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO