€ 12.39
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Le dimensioni del vuoto. I giovani e il suicidio

Le dimensioni del vuoto. I giovani e il suicidio

di Paolo Crepet

5.0

Prodotto momentaneamente non disponibile
  • Editore: Feltrinelli
  • Collana: Saggi
  • Edizione: 7
  • Data di Pubblicazione: maggio 1998
  • EAN: 9788807081224
  • ISBN: 8807081229
  • Pagine: 168
Il libro si struttura in sei brevi capitoli. I primi due sono dedicati alle teorie interpretative e alla diffusione del fenomeno. Gli altri quattro formano il corpo solido del volume. Crepet analizza la storia di Teresa, il ruolo della sua famiglia e dei servizi psichiatrici nell'evoluzione della giovane fino alla scelta estrema di togliersi la vita. Viene analizzato poi il cosiddetto 'effetto Werther', e il ruolo dei media su tali condotte. Vengono poi individuati i pregiudizi che accompagnano la fase preparatoria del suicidio. L'ultima sezione è dedicata alla scuola e agli insegnanti.

Note su Paolo Crepet

Paolo Crepet è nato a Torino il 17 settembre del 1951. Dopo aver acquisito il diploma di maturità, si iscrive all’Università degli Studi di Padova, dove nel 1976 ottiene laurea in Medicina e Chirurgia svolgendo una tesi su un antiepilettico e conseguendo una votazione di 110 e lode. Dopo la laurea è stato per due anni Medico Ricercatore presso un Ospedale psichiatrico di Arezzo. Durante questa esperienza ha vinto una borsa di studio internazionale che gli ha consentito di approfondire i suoi studi nel campo della psichiatria svolgendo ricerche ad Aarhus, Londra, Oxford, Nottingham, Mannheim, Ginevra , Praga,, Chandigar, New Dehli e Agra. Paolo Crepet, iscritto nuovamente all’università, nel 1980 consegue la laurea in Sociologia presso l’Università di Urbino, ottenendo una votazione di 110. Nel 1985 si specializza in Psichiatria all’Università di Padova e da allora svolge la professione di Psichiatria, affiancando a tale attività quella di Docente e di Ricercatore. Crepet nella sua attività si è spesso occupato dei problemi giovanili, di suicidio, dei problemi legati alla disoccupazione e alle varie forme del disagio sociale. Collabora con alcune testate giornalistiche, tra cui Specchio, La Stampa e Anna. Autore di numerosi saggi e articoli scientifici, Paolo Crepet si è anche dedicato alla narrativa. Il primo di Paolo Crepet romanzo è stato pubblicato nel 1997 e si intitola “Solitudini. Memorie d’assenze”.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Voto medio del prodotto:  5.0 (5 di 5 su 2 recensioni)

5.0Ben fatto, 27-04-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Il libro di Crepet apre delicatamente porte che non si vorrebbero mai aprire.
Analisi attenta, seria e puntuale.
Ci permette di scoprire che il suicido non è 'un colpo di testa improvviso' , ma è la conclusione di un percorso tortuoso che non vede sbocchi.
Lo consiglio a tutti gli educatori e a chi vuole saperne di più
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Utile a tutti gli educatori e non solo, 22-04-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
In questo libro Paolo Crepet tocca sapientemente tasti e corde che non si vogliono toccare. Fa un'analisi che parte dalle statistiche per poi lasciarle e inoltrarsi nel mondo interiore dell'essere umano e lo scandaglia alla ricerca del motivo ultimo che porta al suicidio. Ben fatto, consigliato a tutti gli educatori ma anche a chi vuole capirci di più
Ritieni utile questa recensione? SI NO