Diario

Diario

4.5

di Anne Frank


  • Prezzo: € 11.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 

Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

Il "Diario" della ragazzina ebrea che a tredici anni racconta gli orrori del Nazismo torna in una nuova edizione integrale, curata da Otto Frank e Mirjam Pressler, e nella versione italiana da Frediano Sessi, con la traduzione di Laura Pignatti e la prefazione dell'edizione del 1964 di Natalia Ginzburg. Frediano Sessi ricostruisce in appendice gli ultimi mesi della vita di Anna e della sorella Margot, sulla base delle testimonianze e documenti raccolti in questi anni.

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Anne Frank:


Dettagli del libro


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Diario e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.5 (4.5 di 5 su 39 recensioni)

4.0Il valore della testimonianza, 05-04-2014, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Sulla tragedia del gonocidio degli ebrei abbiamo molte testimonianze, e quasi tutte raccontano le terribili crudeltà dei lager: le condizioni disumane, la cattiveria dei carnefici, la perdita del senso di umanità. Questo romanzo è particolarmente prezioso in quanto non è nato come tale: non è il prodotto realizzato da un sopravvisuto, non c'è un progetto dietro. È un diario proprio come quello che tante ragazzine tengono ogni giorno. Grazie alle parole vere e sincere di Anne possiamo conoscere una parentesi della storia spesso dimenticata, ovvero come era la vita degli ebrei in quel periodo anche fuori dai lager.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Un diario da leggere, 06-05-2012, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Nonostante la ricca produzione di testi sul tema dell'olocausto e del periodo nazista, questo libro non può non essere letto. Il diario riporta direttamente i pensieri di Anne, protagonista e scrittrice, e darà l'impressione al lettore di trovarsi nei luoghi e momenti descritti, dando la possibilità di provare sulla propria pelle le ansie, paure e emozioni provate, purtroppo, da molte persone durante quegli anni.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Anne Frank, 06-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
E' uno di quei libri che si deve leggere almeno una volta nella vita.
Anne è stata una ragazzina normalissima come tante altre, che però ha vissuto e scritto quel diario per tutti noi.
Si sente molto vicina, soprattutto quando litiga con la madre, fantastica sul futuro che purtroppo non vivrà mai e sogna... Leggiamolo per non dimenticare.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Diario, 18-02-2012, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Come dimenticare tale tragedia? Importante che i popoli ricordino le vittime e le straga perchè non si ripeta. Il diario di Anne Frank è struggente... La ragazzina parla dei disagi da ella vissuti e dalla sua famiglia perchè Ebrei. Costretti a vivere nascosti ma dopo un pò verranno scoperti e Anne insieme alla sorella, alla mamma e al papà verranno portati nei campi di concentramento dove Anne morirà nel 1945. Un diario che almeno una volta nella vita tutti dovrebbero leggere.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Diario., 13-09-2011, ritenuta utile da 3 utenti su 4
di - leggi tutte le sue recensioni
Si impara da bambini a conoscere la tragedia dell'Olocausto leggendo questo diario scritto da una ragazzina. Costretta a nascondersi con la sua ed altre famiglie ebree dalle persecuzioni naziste, rinchiusi in una soffitta per certi versi, un rifugio sicuro ma per altri affollato, poca intimita' poca solitudine. Sono i desideri di una ragazzina, i suoi sogni sul futuro, il suo primo amore, i suoi primi discorsi di adolescente che vuole diventare adulta, i primio conflitti con gli adulti. Questi sentimenti di ragazzina disturbati da una realta' che le risulta inconcepibile ma forzatamente accettata, quei desideri irrealizzabili in quel confino in cui e' rinchiusa per costrizione. E poi le persone che nascosero ed aiutarono a sopravvivere queste famiglie per due anni prima di essere denunciate per denaro e deportate alla morte. Un diario sopravvissuto all'Olocausto, un documento storico per una testimonianza memorabile che nulla potra' cancellare.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Un libro per non dimenticare, 05-09-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Ho letto questo libro da piccolina e riletto in seguito in maturità e ogni volta non posso non pensare a questa ragazzina e al difficile periodo in cui iniziò il suo diario. Anne Franke scrisse queste pagine non solo perchè aveva una sfrenata passione per la scrittura, ma anche perchè già allora, prima ancora che il presente diventasse storia, sapeva già che in seguito ci sarebbe stato un'enorme bisogno di testimonianze. Sono parole forti le sue, parole che cresceranno con lei. Un libro che deve essere letto e riletto sempre, dai giovani soprattutto, per non dimenticare.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Una vita strappata alla normalità, 16-07-2011, ritenuta utile da 2 utenti su 4
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo è un libro paerticolare, nel senso che è spontaneo. Anne non voleva farne un libro, era semplicemente il suo diario. Racconta del "prima". Abbiamo molte testimonienze di poeti e scrittori che, sopravvissuti alle tortute fisiche e mentali del campo di concentramento, raccontano dei lagher. Pochi si sono soffermati a raccontare la propria vita prima della deportazione. Quella che racconta Anne non è vita: non si poteva uscire, non bisognava fare rumore, vivere con le finestre chiuse, in maniera forzata anche con persone che non si sopportano: tutto per non essere scoperti. Ul libro davvero commovente, soprattutto quando si legge il "dopo", ciò che avviene quando il diario è stato interrotto dalla scrittrice, il fatto che le notizie siano incerte sul dopo... L'ho letto due volte e non l'ho saputo rileggere ancora perchè molto commovente ma è uno di quei libri che MERITA DI ESSERE LETTO.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Da interpretare, 27-05-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
E' il diario di un'adolescente per cui il linguaggio e le descrizioni riflettono quest'età. Anna di fatto non lo scrisse per farne un libro. Ma è ciò che emerge tra le righe che è unico, le sensazioni che trasmette. Il finale è sconvolgente proprio perchè non è scritto, una vita interrotta, una ragazza strappata al mondo. Leggere le ultime pagine che raccontano il 'dopo diario' è una pugnalata al cuore, e apre mille interrogativi dentro di se su cosa si sarebbe potuto fare per evitare così tanta sofferenza e una morte inutile ad una ragazzina che attraverso lettura del suo diario è diventata un'amica.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Diario, 14-03-2011, ritenuta utile da 7 utenti su 21
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro che tutti dovrebbero leggere nella vita. Non è solo una testimonianza dell'olocausto, ma una ragazzina con sogni e speranze, costretta a vivere in uno spazio angusto e con l'unico sfogo del suo diario per dare libero corso a tutti i suoi pensieri. Solo che purtroppo anne non ha potuto avverare i suoi sogni.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Anna Frank, 14-02-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Si tratta di un comune diario di una comune ragazza... Ma è la storia che incide, il periodo che sta vivendo... Tutto è condizionato al momento di drammaticità nazista. La sua vita, così come quella della sua famiglia, verrà sconvolta dalle lotte raziali che drammaticamente distruggono numerose vite. Essi sono costretti a vivere nell'ombra, per non essere scoperti ed avere un futuro. Da leggere e far leggere anche nelle scuole.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Una testimonianza preziosa e commovente..., 09-02-2011, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Il diario che Anne Frank ci ha lasciato è una testimonianza eccezionale della disumanità delle leggi razziali naziste. Dalle pagine scritte quotidianamente da questa ragazza, molto intelligente e matura, emerge una lucida descrizione del dolore, della paura che accompagnavano costantemente la vita dei rifugiati ebrei. Con la sua freschezza di ragazza, tuttavia, Anne non si rassegna alla depressione, dimostrando una straordinaria vitalità e un grande ottimismo che la sostengono anche nei momenti più bui.
Da questa ragazza, diventata presto donna, arriva una grande lezione di vita, che ci spinge a riflettere sul dramma avvenuto durante la seconda guerra mondiale, ma anche sulla bellezza e la pace del nostro presente, di cui troppo spesso non ci rendiamo conto...
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Il diario, 07-02-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Quel diario che la maggior parte di noi ha letto con le lacrime agli occhi, pensando alla tragedia dell'Olocausto e all'infanzia di una bambina purtroppo costretta a nascondersi e a non poter vivere una vita felice! Commovente e naturalmente consigliatissimo!
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Diario (39)