€ 12.91
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Diario di bordo

Diario di bordo

di Vasco Rossi


Fuori catalogo - Non ordinabile
  • Editore: Mondadori
  • Collana: Ingrandimenti
  • Data di Pubblicazione: 1996
  • EAN: 9788804414315
  • ISBN: 8804414316
  • Pagine: 168
E' il diario privato di vasco Rossi, quello in cui da molti anni annota pensieri, rfilessioni, commenti, spunti per nuove canzoni. Tra i temi del diario: la materia prima delle canzoni, la nostalgia per il padre molto amato e morto prima di vedere il successo del figlio, il racconto della tempestosa vita di rockstar, gli anni del "sesso-droga-rock'n roll", delle tournée, della vita "on the road", delle belle ragazze scelte ogni sera dopo lo spettacolo, la vita individualista e sfrenata senza preoccupazioni per il giudizio degli altri.

Note su Vasco Rossi

Vasco Rossi è nato il 7 febbraio del 1952 a Zocca, in provincial di Modena.Suo padre, Carlo Rossi, faceva il camionista e sua madre, Novella Corsi, era casalinga. Fu proprio la madre, appassionata di musica, a spingerlo a compiere i primi passi nel mondo musicale, iscrivendolo, quando era ancora bambino, a scuola di canto dal Maestro Bononcini. A 14 anni Vasco Rossi ha iniziato a suonare nella sua prima band. Dopo un’ esperienza traumatica in collegio, inizia a formarsi il carattere ribelle di Vasco. Lasciato il collegio, si trasferisce dalla zia a Bologna e si iscrive ad un’istituto tecnico, dove si diploma. In seguito si iscrive a Economia e Commercio all’Università di Bologna. Ben presto lascia Economia per studiare Pedagogia, materia più adatta alle sue inclinazioni, ma non consegue la laurea. Intanto si mantiene lavorando come DJ e fondando assieme agli amici “Punto Radio”, una Radio libera. Spinto dagli amici, tra cui Gaetano Curreri, leader degli Stadio, nel 1977 incide il suo primo 45 giri, contenente “Jenny è pazza” e “Silvia”. Questo è il primo disco di una lunga serie di successi che lo hanno portato a diventare uno dei cantautori più rappresentativi del panorama musicale italiano. Dopo successi come “Albachiara” e “Siamo solo noi”, considerata l’inno di una generazione, nel 1982 Vasco Rossi approda al festival di Sanremo, dove si esibisce con “Vado al massimo”, ma non viene apprezzato. L’anno successivo si ripresenta a Sanremo, con “Vita spericolata”, uno dei suoi più grandi successi. Più volte criticato per i contenuti espliciti di alcune sue canzoni, è stato accusato a più riprese di fare uso di sostanze stupefacenti. Etichettato come un ribelle e uno sballato, nell’84 è stato arrestato per possesso di droga e condannato a scontare 2 anni e otto mesi di reclusione con la condizionale. Divenuto padre per la prima volta, sparisce dalla scena per due anni, durante i quali cerca sé stesso. Riemerge sulla scena musicale esibendosi in mega concerti che riempiono gli stadi italiani. Nel 1995 si esibisce a San Siro, in un concerto contro la guerra dei Balcani. Al concerto del 1998, durante la prima edizione dell’Heinken Jammin Festival, Vasco Rossi si esibisce davanti a 130.000 persone e diventa la rock star italiana più amata dal pubblico. Vincitore di numerosi premi, nel 2005 l’Università IULM gli ha conferito la laurea honoris causa in Scienze della Comunicazione. Vasco Rossi ha inciso 26 album, ha tre figli, avuto da donne diverse, ed è sposato con Laura Schmidt.

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Vasco Rossi:


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Diario di bordo e condividi la tua opinione con altri utenti.