€ 16.66€ 19.60
    Risparmi: € 2.94 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Il destino del cacciatore

Il destino del cacciatore

di Wilbur Smith

4.0

Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
  • Editore: Longanesi
  • Collana: La Gaja scienza
  • Traduttore: Hirzer G.
  • Data di Pubblicazione: marzo 2009
  • EAN: 9788830425088
  • ISBN: 8830425087
  • Pagine: 501
  • Formato: rilegato

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Longanesi
È la vigilia della Grande Guerra, tra afflati nazionalisti e ambizioni imperialistiche. Leon Courteney, nipote dell'alto ufficiale britannico Penrod Ballantyne, è un giovane e valoroso sottotenente dei King's African Rifles. Ma appena gli è possibile Leon si dedica alla passione di sempre, la caccia grossa, avvalendosi del suo speciale rapporto con i masai. Primo fra tutti il fedele e coraggioso sergente Manyoro, cui è legato da un forte sentimento d'amicizia, presto tramutato in vincolo "di sangue guerriero". Grazie anche alla collaborazione dei masai e alla loro straordinaria conoscenza del territorio, Leon diventa una guida esperta di personaggi importanti e facoltosi, tra i quali spicca un ospite d'eccezione: il presidente americano Theodore Roosevelt. Nella natura incontaminata e selvaggia, si susseguiranno epici incontri con gli animali più fieri e pericolosi della savana. Ma l'appartenenza di Leon all'esercito di Sua Maestà lo porterà a essere protagonista di un gioco molto rischioso, di portata internazionale. In un crescendo si riveleranno i diabolici intrighi con cui, dal cuore profondo dell'Africa, magnati, avventurieri e nobildonne sembrano decidere le sorti del Vecchio Continente; a cominciare da un misterioso conte europeo che è anche un industriale di aeromobili e veicoli. Sarà però l'incontro con una donna bellissima ed enigmatica a cambiare per sempre il destino di Leon, ormai conosciuto come il più grande cacciatore del continente.

Note su Wilbur Smith

Wilbur Smith nasce a Broken Hill, nello stato africano dello Zambia (ex Rhodesia del Nord), il 9 gennaio 1933. Il padre, un possidente con la passione per la caccia agli elefanti, considerava l'interesse di Wilbur per la letteratura un passatempo innaturale e poco sano, tanto che il giovane era costretto a leggere di nascosto. Dopo aver conseguito la laurea in Scienze Commerciali presso la Natal and Rhodes University, dal 1954 al 1958 lavora alla Goodyear Tyre and Rubber di Port Elisabeth, per poi associarsi alla H.J. Smith and Son Ltd di Salisbury, dove rimane fino al 1963. Le prime esperienze come scrittore non sono incoraggianti: gli editori europei e sudafricani, una ventina in tutto, a cui invia una bozza del suo primo lavoro si rifiutano di pubblicarlo. Continua tuttavia a scrivere, concentrandosi su ciò che maggiormente lo appassiona, la natura selvaggia dell'Africa. Nel 1964 un editore di Londra pubblica "il destino del leone", un successo incredibile che darà vita ad una serie di volumi conosciuti come "il ciclo dei Courtney". Dal 1964 in poi Wilbur Smith si è dedicato a tempo pieno alla narrativa, diventando uno dei maggiori autori di romanzi di avventura. Ha all'attivo quattro serie principali (“Il ciclo dei Courteney navigatori”,” i Courteney d'Africa”, “i Ballantyne”, “i romanzi Egizi”) più numerose altre opere indipendenti, vendendo in totale oltre 110 milioni di copie in tutto il mondo. Attualmente vive e lavora a Londra.
 

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Il destino del cacciatore acquistano anche Il settimo papiro di Wilbur Smith € 9.21
Il destino del cacciatore
aggiungi
Il settimo papiro
aggiungi
€ 25.87

Prodotti correlati:

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Wilbur Smith:


Voto medio del prodotto:  4.0 (3.8 di 5 su 9 recensioni)

4.0Bellissimo, 28-12-2014
di - leggi tutte le sue recensioni
Il libro narra le vicende di un giovane avventuriero inglese che si reca nel cuore dell'Africa per cercare se stesso. I fatti del libro porteranno il protagonista a vedere i luoghi più belli del continente nero, soprattutto dopo la fondazione della sua compagnia di safari che gli permette di raccogliere i più pittoreschi europei che si recano in Africa per cimentarsi nella caccia grossa. Tali personaggi, però, celano segreti profondi che si intrecciano con le vicende storiche realmente accadute nel periodo in cui la storia è ambientata.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Lo Smith d'Africa, 06-02-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Altra pietra nella saga dei Courtney di Smith. Sullo sfondo dell'Africa coloniale britannica della belle epoque un ragazzo intraprende il suo "viaggio di formazione" superando prove che neppure sapeva essere tali! Si respira la sensazione di libertà delle distese africane lungo tutto il libro e questo rende la lettura piacevole anche quando si sarebbe tentati di accantonarlo per un po' !
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Un safari ricco d'avventure, 19-09-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Leon Courtney ha sempre avuto il veld africano nel cuore così dopo mille vicessitudini riesce a fare dei safari turistici il suo lavoro. Lavoro che lo porterà ad avere esperienze fuori dal comune ed avventure incredibili sino ad arrivare ad essere pedina fondamentale per lo scacchiere britannico nella partita per il dominio sull Africa intera durante la prima guerra mondiale
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Il destino del cacciatore, 18-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Mai noioso, sempre avvincente, merito della sua scrittura al fulmicotone. In questa storia ho riscontrato molte similitudini con "orizzonte", ma a differenza di quest'ultimo, Smith è ritornato ai personaggi veri, non tutto faccio e tutto sono. Dalla prima all'ultima pagina è stato un susseguirsi di emozioni e avventura. Gli episodi di caccia e i comportamenti delle belve feroci descritti in modo esemplare. I conflitti politici che contornano questa grande esperienza nella savana, fanno da sfondo ad uno scenario che si plasma con la storia narrata e infonde un brivido aggiunto alla storia. Non posso biasimare chi lo ha definito il re incontrastato dell'avventura. L'unica piccola pecca è l'amore nato tra Leon ed Eva un po' troppo affrettato e senza dettagli. Nessuno è perfetto. Libro consigliatissimo insieme al ciclo dei Courteney.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Il destino del cacciatore di Wilbur Smith, 04-12-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Un romanzo avvicente degno della tradizione di Wilbur Smith, sulla scia di Salgari questo libro è un'emozionante avventura nei paesaggi africani. La narrazione di Smith è semplice priva di fronzoli, quasi una cronaca. Decisamente consigliato.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
1.0Non è più lui, 24-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Credo che il titolo della mia recensione chiarsca abbondantemente il mio giudizio su questo libro. Wilbur ormai si trascina stancamente credendo di offrire emozioni, Ti assicuro in passato è successo ma se scrivi così non più
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Il destino del cacciatore, 19-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Una nuova grande storia africana di Wilbur Smith in cui il protagonista è Leon Courteney, giovane con la passione della caccia grossa.
E' un romanzo travolgente, in terra africana, con descrizioni della natura e dei paesaggi circostanti eccezionali. Consigliato!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0buon romanzo, 19-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Stupendi gli scenari africani di cui si narra, bella storia... Ma trovo che i libri appartenenti ad alcuni cicli ( quello dei Courtney e dei Ballantyne) stiano diventando un pò ripetitivi
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Avventura e suspence, 26-08-2010, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Anche in questo libro Wilburne Smith, maestro dei romanzi d'avventura, ci propone il meglio di sè. Si tratta di un romanzo carico di suspence, lo sfondo è quello del periodo che precede la Grande Guerra. Il testo è pieno di intrighi di spie e battute di caccia, da leggere
Ritieni utile questa recensione? SI NO