€ 5.95€ 7.00
    Risparmi: € 1.05 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Il danno

Il danno

di Josephine Hart

3.5

Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
  • Editore: Feltrinelli
  • Collana: Universale economica
  • Edizione: 12
  • Traduttore: Mantovani V.
  • Data di Pubblicazione: giugno 2008
  • EAN: 9788807812811
  • ISBN: 8807812819
  • Pagine: 168

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Feltrinelli
Il protagonista della storia è un uomo che ha appena compiuto il suo cinquantesimo compleanno. La sua vita, dipanatasi su una superficie levigata, è stata però costruita su un vuoto di passioni. E' stato un abile dissimulatore che con facilità ha saputo svolgere il ruolo di figlio, marito, padre, politico, sempre con ottimi risultati. Fino a quando incontra una donna che, fin dal primo istante, esercita su di lui un pericoloso potere. Un dominio sessuale e psicologico di fronte al quale egli soccombe senza riserve nonostante lui sappia che rappresenta una minaccia a tutto il suo mondo, poiché, è la donna che il figlio intende sposare.

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Josephine Hart:


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Il danno e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  3.5 (3.6 di 5 su 16 recensioni)

4.0Il danno, 20-04-2012, ritenuta utile da 2 utenti su 63
di - leggi tutte le sue recensioni
Il mio voto è in bilico, sarebbe più giusto un tre e mezzo. Mi è piaciuto, anche perchè è molto scorrevole anche se la trama è un pò complessa e pesante. Non si può provare coinvolgimento personale, questo è vero, ma mi h affascita tantissimo la figura oscura e tentatrice di Anna, meno il protagonista maschile. Da leggere, una prosa eccellente.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Il danno, 17-04-2012, ritenuta utile da 1 utente su 43
di - leggi tutte le sue recensioni
Forse dovrei dare un giudizio più positivo a questo libro, ma nonostante una prosa eccellente ed emozionante la trama mi ha molto rattristato, piuttosto che coinvolto. Non sono un bigotto che si scandalizza facilmente, ma nel finale di certo non si può provare empatia per un uomo che ha distrutto tutta la sua vita e le persone che amava per le sue perversioni... Consigliato per un pubblico che cerca solo un buon libro ma che non pretenda di provare emozioni pulite con questo romanzo!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Il danno, 20-03-2012, ritenuta utile da 8 utenti su 222
di - leggi tutte le sue recensioni
Devo ammettere che questo è un libro molto particolare, che lo si ami o lo si odi non lascia indifferente il lettore. Leggendo questa storia ho provato veramente tantissime emozioni, rabbia, disgusto, dolore, compassione. Difficile da accettare che un padre possa fare una cosa del genere al proprio figlio fino alle drammatiche conseguenze, e poi neanche alla fine capire la lezione, anzi continuare a correre dietro ad Anna, colei che ha portato la tragedia dentro la vita di tutti i protagonisti. Non posso dire di aver amato i personaggi o la storia che di per sè è abbastanza squallida, ma la prosa e la capacità di emozionare sono veramente potenti in questa scrittrice. Non lascia indifferenti. Da leggere!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0IL DANNO, 01-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro che coinvolge e appassiona il lettore. "Il danno" è la struggente storia d'amore di un cinquantenne alla ricerca di una propria stabilità fisica e mentale. La lettura appare fin d'apprincipio piacevole ma soffre di una certa non curanza di dettagli che lo scrittore avrebbe dovuto approfondire.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Superbo., 07-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Un racconto intenso, drammatico e terribile allo stesso tempo. La scrittrice riesce a descrivere ogni cosa alla perfezione e ciò che la rende superba ai miei occhi è il fatto che lo fa in pochissime parole, arriva al punto, dilania il lettore con il suo amore disperato e se ne va. Una vita tranquilla che va in frantumi e tu che resti immobile, gli occhi fissi su quelle parole, sperando che non finiscano mai.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0L'esordio della Hart, 26-05-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Un papa' docile, un abile politico, un marito adeguato. Poi il tracollo dovuto all'attrazione, alla passione per una giovane donna. La giovane e' pero' la promessa sposa del figlio, la tragedia si avvicina a grandi passi. Un esordio convincente, deciso, tremendo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Terribilmente crudele, 03-05-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Un uomo con una vita perfetta: una bellissima moglie, due figli intelligenti e realizzati professionalmente, una carriera in ascesa. Probabilmente tutto talmente perfetto da non essere sopportabile. Una vita priva di difetti e di passione, priva di errori e di peccati. Fino all'arrivo di questa donna, scottata da una tragica serie di eventi e capace di traghettare il protagonista nel vischioso vortice della passione e del tradimento.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Il danno, 15-04-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Anna, Martyn e Peter. Un padre in lotta con sè stesso per una passione estrema e moralmente insana, che grida al tradimento. Un figlio tradito negli affetti e nell'amore che diventa la vittima sacrificale. Una donna carica di charme, che suscita pulsioni incontrollabili. Un libro molto bello.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Il danno, 14-02-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Mi ha incuriosito il titolo. Per il resto, due stelline e mezzo ci stanno tutte: alcuni passi ti spaccano davvero in due (anche se forse talvolta si risolvono in accenni, e si sarebbero potuti sviluppare) ; le considerazioni sull'infanzia felice (una preparazione al peggio?), il riconoscimento folgorante dell'artefazione nel proprio mondo, l'esistenza di diversi tipi di amore e di diversi modi di sentire, la coesistenza (più o meno pacifica, più o meno realizzabile) di corde segrete e di vite parallele, ed il Leitmotiv del libro, ovvero la metabolizzazione di un danno subito e la sopravvivenza ad esso.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0non ne uscirete uguali a voi stessi, 17-11-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Se leggete questo testo non potete uscirne uguali a voi stessi: sappiatelo prima. Anna è una voragine, un buco nero che porta all'implosione chi si fa catturare dalla sua venefica energia vitale. Aston Martyn e suo padre uno dopo l'altro. Per non parlare di Peter. Eppure questo padre fedifrago finirete per invidiarlo, suo figlio Martyn, poco moralmente, lo ignorerete. Una pièce quasi scenografata, pronta per il teatro; non a caso vista l'estrazione culturale dell'autrice. Probabilmente alla fine, Anna vi deluderà. Ma così è la vita.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0Un danno per tutti!, 05-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Vivida è la descrizione del protagonista maschile, delle sue azioni e della sua lenta discesa nel baratro. La protagonista femminile rimane un’incognita fino alla fine del libro. Il racconto ha deluso un po’ le mie aspettative, ma rimane una lettura piacevole.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0troppo crudo, 15-10-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Il personaggio è un uomo con passioni e debolezze. Sembra forte e superiore ma in realtà è privo di morale tanto da cedere alla futura nuora che tanto meglio non è.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Il danno (16)