€ 8.93€ 9.50
    Risparmi: € 0.57 (6%)
Disponibilità immediata Metti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Cuore di tenebra

Cuore di tenebra

di Joseph Conrad

4.0

Disponibilità immediata

Prodotti correlati:

Altri utenti hanno acquistato anche:


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Cuore di tenebra e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.0 (4.2 di 5 su 16 recensioni)

2.0Deludente, 03-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Ne avevo sentito parlare bene e l'ho preso, ma sono rimasto deluso. La prosa è pesante, non agevole la lettura, anzi la appesantisce e rallenta. La storia non mi ha mai coinvolto, anche le descrizioni le ho trovate ridondanti e troppo dettagliate. Peccato, io avrei apprezzato di più la componente avventurosa anzichè descrittiva.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Cuore di tenebra, 16-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
L'ho scoperto tardi, ma l'importante è averlo scoperto. La scrittura di Conrad è immensa, il suo modo di narrare e descrivere ogni cosa è davvero singolare. L'autore risalì veramente il fiume nel 1890, ma il breve romanzo non è solo un diario di viaggio o un rapporto sulla realtà coloniale in Africa, ci sono tante osservazioni, chiavi di lettura e citazioni che si possono rintracciare. Grande classico.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Dritto nel cuore , 01-09-2011, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Marlow farà un viaggio verso il cuore dell'Africa, attraverso la sua grande arteria fluviale, verso un villaggio capeggiato da kurtz che sembra impazzito. Al centro del Congo c'è un uomo che ha potere sui vivi in maniera orrenda, mentre in città, lontana dalle tenebre della foresta c'è una donna che aspetta. Kurtz, al centro della foresta ormai da troppo tempo, è spietato, crudele nei confronti degli indigeni che sfrutta e uccide e terrorizza in mille modi diversi, ma kurtz sta morendo e alla fine sul letto di morte si renderà conto della sua follia. La donna verrà a conoscenza della morte dell'uomo che tanto aspettava con l'illusione che sia morto un uomo saggio, un poeta un romantico. Marlow proteggerà l'illusione di lei per proteggerla dalla tenebra.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0La scoperta del buio nell'anima, 19-05-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
L'orrore, l'orrore... Un viaggio nel lato oscuro dell'umano; l'onnipotenza, il terrore, che prende vita nella stazione commerciale nel profondo Congo. L'immagine indimenticabile di Kurtz, malato e tormentato dai suoi demoni. Il romanzo che ha ispirato Apocalypse Now. Consigliatissimo
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Cuore di tenebra, 16-05-2011, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Un po' l'emblema della letteratura inglese volta a smascherare gli orrori del colonialismo. Nel libro di Conrad questi miti vengono corrosi dall'interno, sicuramente la condizione di apolide.
Dell'autore gli ha premesso di non assorbire l'ideologia colonialista in modo acritico e di poterla guardare in una prospettiva straniata. Conrad, attenzione, non la abbandona del tutto; la sottopone ad una revisione; permangono alcuni stereotipi, soprattutto nella descrizione dei nativi africani. Il romanzo si apre con un narratore che mobilita il consueto apparato propagandistico imperiale, dai toni epici; toccherà a Marlowe ribaltare subito i suoi assunti: anche l'Inghilterra era un luogo oscuro. La prospettiva del secondo narratore (Marlowe) è storica: anche gli imperi muoiono e con loro gli ideali che ne sono alla base. Alcuni dei valori imperialistici animano anche Marlowe, primo fra tutti il mito dell'efficienza e della razionalità, il cosiddetto "fardello" che l'uomo europeo deve portare nel mondo da colonizzare. Gli indigeni, da questo punto di vista, vengono confinati nella categoria dell'"altro", del "primitivo". Forse in questa lettura primitivista dell'altro si annida uno degli elementi più imperialistici di "Heart of Darkness".
Questi concetti propagandistici, però, sono esplicitati nel libro solo con il fine di muover loro una critica: lo stesso primitivismo suggerisce a Marlowe che non c'è poi molta differenza tra gli Europei e gli Africani e che anche l'impero britannico è avvolto dalle Tenebre. Simbolo massimo di questa comunanza tra l'Africa e l'Europa è la figura di Kurtz, la cui entrata in scena viene più volte rimandata: Kurtz incarna l'Europa e la sua caduta, il suo abbrutimento. Kurtz rende manifesto ciò che l'Europa nasconde: la sua presunta razionalità è solo un involucro della Tenebra. Conrad qui gioca con i sottintesi, incentiva il lettore a porsi domande; su Kurtz si limita a spargere solo indizi; anche l'attesa del dialogo risolutivo viene frustrata dato che il dialogo risolutivo non è. In questo tratto della scrittura di Conrad si condensa la sua riflessione sulle possibilità del linguaggio: nonostante lo sforzo narrativo, la vicenda rimane ai limiti del narrabile. Dal momento che Kurtz ha trasceso la morale comune ed i suoi compromessi, le sue azioni ed il suo status appaiono poco comprensibili, o meglio, difficilmente restituibili con la parola e con i moduli consueti del romanzo d'avventura; di qui la reticenza dell'autore, il suo lavorare per sottrazione. Concludendo, Conrad eleva il romanzo d'avventura non solo allo statuto di opera d'arte ma anche a quello di strumento di riflessione filosofica. Il romanzo è, a mio modo di vedere, una delle più speculazioni del pensiero più profonde sulla natura del male e dei suoi rapporti con la condizione umana.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Magico, 13-04-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Il cuore tenebroso dell'africa e dei protagonisti raccontato magistralmente! Leggendolo ti ritrovi a navigare con loro nel profondo dell'africa più nera, alla ricerca (non solo) di kurtz. Una lettura piacevole e profonda che non può sfuggire a chi adora l'Africa.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Heart of Darkness, 28-03-2011, ritenuta utile da 1 utente su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Non dirò che il libro è famossisimo e che tutti dovrebbero leggerlo, né tanto meno scriverò qualcosa a riguardo che persone più esperte di me non abbiano già scritto. Penso solo che è piacevole inframmezzare a letture più contemporanee romanzi classici di alta letteratura, con metodi di scrittura più elevati che ci costringono a stare concentrati sulla narrazione parola per parola per non perdere il filo del discorso.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Da dieci stelle, 05-12-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
La classifica da 1 a 5 stelle è insufficiente quando si è di fronte a dei grandi capolavori: bisognerebbe allora essere tanto cattivi da dare una sola stella a gran parte degli scrittori "correnti". "Cuore di tenebra" è un romanzo molto corto, quasi una novella lunga, ma è forse e giustamente, se non il più noto, quello di Conrad maggiormente considerato dalla critica dalla sua uscita ad oggi. Tra le altre cose il famoso film "Apocalypse Now" è fortemente ispirato, ambientazione a parte, a questa straordinaria opera di Conrad. E' difficile da commentare: occorre leggerlo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Cuore di tenebra, 10-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Purtroppo non sono riuscita a leggere il libro senza fare riferimento al film "Apocalypse now". Il contesto, ovviamente, è molto differente ma la mia percezione ne è rimasta condizionata e la descrizione della lunga risalita sul fiume alla ricerca di Kurtz mi ha inaspettatamente infastidita. Ovvio e scontato "l'orrore", le tenebre avvolgono il cuore degli uomini quando hanno in mano il potere e i freni inibitori vengono a mancare.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0animo umano..., 07-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
è un libro meraviglioso ma di non facile lettura per la struttura narrativa e per la trama che si dipana in un’analisi introspettiva dell’animo umano.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Un'attesa lunga un libro, 08-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Il libro si legge tutto d'un fiato, inseguendo pagina dopo pagina il momento in cui l'atteso incontro del protagonista con il misterioso Kurtz avverrà. Alla fine ci si rende conto che il libro è basato proprio sulla creazione di questa sensazione di attesa che generà curiosità nel lettore. Il finale poi si rivelerà per certi versi sorprendente: sarà deluso chi si aspetterà (ed io sono tra questi) un colpo di scena che irrompa nella narrazione. Le battute finali si consumano in poche pagine ma lasciano di stucco.
L'opera si rivela dunque, come è ben spiegato nell apostfazione di Baricco, basata sull'attesa e la descrizione di come viene vissuta questa dal protagonista. La narrazione d'altro canto si rivela comunque in grado di interessare il lettore con quel suo modo di descrivere posti, personaggi e situazioni in maniera semplice e lineare ma che al tempo stesso appassiona il lettore con il grado di tensione ricreato.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Capolavoro , 30-09-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Riprendendo in modo magistrale il motivo letterario del viaggio, Conrad si ricollega ai grandi modelli del passato e imprime al contempo una propria orma originale e indelebile in questa gloriosa tradizione.
Come in genere accade per i capolavori, anche “Cuore di tenebra” si presta a diverse chiavi di lettura e, a seconda della sensibilità e del vissuto, anche culturale, dei singoli lettori, può rievocare alla mente i più svariati paralleli e convogliare l’attenzione sui più differenti significati. E su tutto e tutti predomina la figura di Kurtz, invisibile ma immensa fin dalle prime pagine, quando in realtà la sua figura “fisica” sarà limitata a poche battute, a pochi gesti. È lui la meta verso cui ha teso quell’infernale navigazione, una meta raggiunta, ma ben lontana dal procurare soddisfazione in quanto ci si rende conto della cruda realtà in un orribile scambio di civiltà e barbarie e in un gioco beffardo di ipocrisie, di avidità e di follia.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Cuore di tenebra (16)