€ 17.00
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Cosa ti manca per essere felice?

Cosa ti manca per essere felice?

di Simona Atzori


Fuori catalogo - Non ordinabile
  • Editore: Mondadori
  • Collana: Ingrandimenti
  • Data di Pubblicazione: ottobre 2011
  • EAN: 9788804611455
  • ISBN: 8804611456
  • Pagine: 189
  • Formato: brossura
"Perché ci identifichiamo sempre con quello che non abbiamo, invece di guardare quello che c'è? Spesso i limiti non sono reali, i limiti sono solo negli occhi di chi ci guarda. Dobbiamo fermarci in tempo, prima di diventare quello che gli altri si aspettano che siamo. È nostra responsabilità darci la forma che vogliamo, liberarci di un po' di scuse e diventare chi vogliamo essere, manipolare la nostra esistenza perché ci assomigli. Non importa se hai le braccia o non le hai, se sei lunghissimo o alto un metro e un tappo, se sei bianco, nero, giallo o verde, se ci vedi o sei cieco o hai gli occhiali spessi così, se sei fragile o una roccia, se sei biondo o hai i capelli viola o il naso storto, se sei immobilizzato a terra o guardi il mondo dalle profondità più inesplorate del cielo. La diversità è ovunque, è l'unica cosa che ci accomuna tutti. Tutti siamo diversi, e meno male, altrimenti vivremmo in un mondo di formiche." Questo è un memoir che diventa libro inspirational. Simona Atzori è nata senza braccia, ma ha saputo trasformare questo handicap in un punto di forza, e realizzare i suoi grandi sogni: dipingere e diventare una ballerina (ha danzato anche con Roberto Bolle). Da qualche anno Simona viene chiamata da scuole, associazioni, aziende (e programmi tv), per raccontare la sua storia, ma soprattutto la sua filosofia. Ovvero che ognuno è diverso a modo suo, e non ci manca proprio niente per essere felici.

Altri utenti hanno acquistato anche:

Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 1 recensione)

4.0Messaggio importante, 19-04-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
La danza, l'arte, le sfide e soprattutto l'amore per se stessa e per i suoi familiari. Questa la ricetta della felicità, che oltrepassa gli ostacoli della malattia e dei vuoti contro cui si combatte sempre e sempre di più. Simona Atzori dice che è la vita che l'ha resa felice, facendo approdare da lei la danza e la pittura e tutte le belle esperienze che, in realtà, sono alla portata di tutti. Il messaggio importante dunque è che accogliere la vita così com'è e la chiave per stare bene, nient'altro.
Ritieni utile questa recensione? SI NO