€ 14.87€ 17.50
    Risparmi: € 2.63 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Conversazione nella «Catedral»

Conversazione nella «Catedral»

di Mario Vargas Llosa

5.0

Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Einaudi

Note su Mario Vargas Llosa

Jorge Mario Perdro Vargas Llosa è nato ad Arequipa, in Perù, il 28 marzo del 1936. Appartenente ad una famiglia del ceto medio, trascorre la giovinezza in Bolivia. Studia Lettere e Giurisprudenza presso l’Universidad Nacional Mayor de San Marcos, a Lima. Dopo gli studi si trasferisce in Europa. Viaggia molto tra la Spagna, la Francia, l’Italia e l’Inghilterra. Lavora come giornalista per la France Press e si dedica alla narrativa. Il suo romanzo d’esordio si intitola “Los Jefes” (1959), ma il romanzo che lo rende un autore noto nel panorama letterario internazionale, è “La ciudad y los perros”, scritto nel 1963. In Perù, tuttavia, il romanzo è stato bruciato perché considerato dissacrante. Jorge Mario Perdro Vargas Llosa, assieme a Gabriel Garcia Marquez, è considerato uno dei principali protagonisti della rinascita della narrativa sudamericana. Come numerosi altri autori latinoamericani, Vargas Llosa è estremamente attivo in ambito politico, tanto che nel 1990 si è candidato, senza successo, alle presidenziali del Perù. Nel 1993 chiede ed ottiene la cittadinanza spagnola. Autore di numerose opere, tra i vari premi ricevuti da Jorge Mario Perdro Vargas Llosa per il suo impegno in ambito letterario vi è anche il Nobel, che gli è stato consegnato nel 2010, rendendolo il primo peruviano a ricevere il prestigioso riconoscimento.
 

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Mario Vargas Llosa:


Voto medio del prodotto:  5.0 (5 di 5 su 1 recensione)

5.0Conversazione nella "Catedral", 08-08-2011, ritenuta utile da 5 utenti su 5
di - leggi tutte le sue recensioni
Sorprendente come Llosa riesca ad interessare il lettore per tutte le oltre cinquecento pagine di questo romanzo, un intricato intreccio imperniato sulla storia di Santiago Zaval, detto Zavalita o anche "il secco", figlio di una famiglia benestante della Lima degli anni '50, dall'animo inquieto e rigoroso con se stesso.
La storia è semplice: l'incontro casuale di Santiago con un ex dipendente del padre, Ambrosio e i loro dialoghi nel popolare locale "La cattedral". Brandelli di dialoghi che avvengono tra interlocutori diversi in luoghi diversi ed in tempi diversi mescolati tra loro. Nella storia troviamo vicende personali, politiche di cronaca. Inizialmente è inevitabile trovarsi disorientati, ma procedendo nella lettura e prendendo dimestichezza con i personaggi ci si entusiasma dello stile narrativo che risulta estremamente realistico e coinvolgente.
Ci si ritrova con Zavalita, Ambrosio, Carlitos e molti altri in mezzo al brusio delle conversazioni del locale, si sente il rumore dei bicchieri, sembra di respirare l'atmosfera fumosa della "Cattedral".
I personaggi: spicca su tutti l'amaro, spietato funzionario degli Interni al servizio del dittatore Odria Cayo Bermudez, detto Cayo Merda, anche la figura di Ambrosio è sorprendente.
Un meraviglioso romanzo, di non facile lettura, ma di immensa qualità. Un consiglio, non arrendersi alle difficoltà iniziali.
Ritieni utile questa recensione? SI NO