€ 10.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
I Confratelli

I Confratelli

di John Grisham

3.5

Prodotto momentaneamente non disponibile
  • Editore: Mondadori
  • Collana: Oscar bestsellers
  • Traduttore: Dobner T.
  • Data di Pubblicazione: novembre 2001
  • EAN: 9788804498520
  • ISBN: 8804498528
  • Pagine: 331
Trumble, Florida. In un carcere federale tra spacciatori, rapinatori ed evasori fiscali, sono rinchiusi tre ex giudici, noti come i Confratelli. Ogni giorno i tre si ritrovano nella biblioteca legale dove, a dispetto della prigionia, tessono crudeli ricatti che fruttano un'enorme quantità di denaro. Un giorno però, i Confratelli incappano in uno spiacevole imprevisto: nella loro rete cade la vittima sbagliata, un uomo potente con amici influenti e pericolosi, seriamente intenzionato a vendicarsi.

Note su John Grisham

John Grisham nasce l'8 febbraio 1955 a Jonesboro, un piccolo paese dell'Arkansas. Proviene da una famiglia modesta, ha quattro fratelli e il padre ha lavorato come operaio e come coltivatore di cotone. Dopo numerosi spostamenti, la famiglia di John nel 1967 si stabilisce a Southaven, nel Mississippi. Grazie ai suggerimenti della madre, fin da piccolo nutre una passione molto forte per la narrativa. Legge moltissimo e ha modo di coltivare interesse per numerosi scrittori, in particolar modo apprezza le opere di John Steinbeck, per via della chiarezza che caratterizza la scrittura dell'autore. Ha studiato Legge presso la Mississippi State University. Durante gli studi all'università inizia a tenere un diario, uno strumento fondamentale per la sua creatività che gli ha concesso di muovere i primi passi nella narrativa. Dopo aver conseguito la laurea in Legge nel 1981, esercita la professione di avvocato per circa dieci anni, accumulando un notevole bagaglio di conoscenza del mondo giuridico che successivamente gli torna utile nell'attività di scrittore di romanzi giuridici. Scrivere è per John un hobby a cui dedicarsi nel tempo libero. Il primo romanzo nasce così, il risultato di un passatempo. Si intitola "Il momento di uccidere" e narra la storia di un padre che si fa giustizia sommaria, uccidendo i colpevoli dello stupro di sua figlia. Subito dopo, seguirà "Il socio", il romanzo più venduto nel 1991. Il regista Sydney Pollack ha trasposto il romanzo su una pellicola in cui hanno recitato Tom Cruise e Gene Hackman. A questo successo ne seguiranno altri, tra cui "Il rapporto Pelican", "Il cliente" e "L'uomo della pioggia". Oltre al socio, molti altri suoi romanzi sono diventati dei film che hanno incontrato il favore di pubblico e critica. John Grisham è oggi considerato il maestro del giallo giudiziario.
 

Prodotti correlati:

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di John Grisham:


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su I Confratelli e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  3.5 (3.5 di 5 su 13 recensioni)

2.0Un libro sottotono, 15-06-2014, ritenuta utile da 47 utenti su 54
di - leggi tutte le sue recensioni
Potrei aggiungere anche: soporifero, contorto, fittizio, scadente. Di solito ho un'altra, ben più positiva, opinione di John Grisham. Stavolta, a quanto pare, non ci siamo incontrati sulla stessa banda di lunghezza, peccato!
La vicenda dei tre carcerati che riescono in una serie di truffe ai danni di facoltosi omosessuali è scandita in parallelo all'ascesa di un prodigioso quanto sconosciuto candidato alla Casa Bianca. Il resto non si può raccontare, se non si vuole anticipare per i lettori qualcosa di importante.
Però resta il fatto che nella vicenda si gettano i dollari a milioni e questo è decisamente troppo per qualsiasi buona ragione. Si confondono i valori di fondo, non si sa chi paga, ma non certo i colpevoli. Consigliabile? A mio avviso, no.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0I confratelli, 11-10-2013
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro bello, avvincente e per niente noioso. Viene letto facilmente e ti cattura fin dall'inizio, non mancano i colpi di scena ed è ben articolato, sebbene la trama possa sembrare noiosa. Non mancano certo le solite ideologie americane (i russi cattivi, gli Stati Uniti sono sempre i buoni etc.) ma è un libro da leggere per chi ama i trhiller.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0CIA al ribasso, 16-07-2013
di - leggi tutte le sue recensioni
Bello, di facile lettura anche se inverosimile, ma diverte l'idea della grande potente CIA messa in ginocchio da tre vecchi giudici tanto imbroglioni e un po' mentecatti. Una serie di ricatti che coinvolge persone ricche e importanti ma con la coscienza un po' sporca, debolezze umane e avidità, questi sono gli ingredienti di una storia ambientata in un carcere americano, che sembra più un hotel a cinque stelle che una colonia penale e da dove nessuno fugge perché vi si sta troppo bene.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0I confratelli, 14-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
I confratelli è una storia di giustizia deviata: ad operare questa forzatura non sono le istituzioni, che giusamente avevano messo in carcere i colpevoli, ma gli uomini. Giudici deviati che, perfino dal carcere tessono i loro ricatti ai danni di chi comunque qualcosa da nascondere alla giustizia. Fino a quando non inconteranno chi darà loro filo da torcere. Non è uno dei suoi libri migliori, ma è comunque una lettura d'evasione.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0Confratelli, 28-02-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Più che un buon libro, credo che I confratelli possa essere un buono spunto per un film. Un'americanata naturalmente... Ci sono i brutti russi cattivi che comprano e spostano armamenti nucleari, e si preparano a un colpo di stato eccetera eccetera... Un inizio stentato, una parte centrale così così, un finale banale: ecco, in poche parole, il romanzo di Grisham. Niente di particolarmente interessante.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0Così così, 15-02-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
"I confratelli" è un romanzo che mi ha lasciato l'impressione che starebbe meglio come film che come libro. Le due vicende con cui il libro si apre ci mettono un po' ad allacciarsi l'una all'altra, dando l'impressione di un inizio che fa fatica ad ingranare. La parte centrale si lascia leggere, e non è nemmeno male; il finale però, che è prevedibile solo in parte, sembra un po' frettoloso. Niente di eccezionale: da leggere per distrarsi un po' .
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Molto ben architettato.., 21-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Tre ex giudici, detti i confratelli, e le loro trame sapientemente ordite all'interno della biblioteca legale del carcere in cui si trovano, luogo prescelto per meditare ricatti, inganni che si trasformano in vere e proprie estrorsioni ai danni di uomini più o meno influenti... Fino a quando i tre pestano i piedi a chi non avrebbero dovuto!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0I Confratelli, 08-05-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo romanzo di Grisham rientra nella categoria dei legal triller, un genere a lui congeniale. È un bel romanzo, ricco di colpi di scena e con un buon ritmo che incolla nella lettura, ma... Il finale mi ha un po' deluso. Mi sarei aspettato qualcosa di più drastico.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Bellissimo, 24-02-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Sono un grande ammiratore di John Grisham scrittore di grandi legal thriller. Penso che con i confratelli ha raggiunto l'apice: il libro è veramente bello e tiene con il fiato sospeso il lettore sin dall'inizio e i colpi di scena si susseguono a ripetizione.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0Per me tra i peggiori di Grisham..., 15-02-2011, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Grisham è un maestro del legal thriller. I suoi romanzi sono caratterizzati da grandi storie, da temi importanti, e in genere - sottolineo 'in genere' - dalla giusta mistura di verosimiglianza e fantasia. Direi che quest'ultimo requisito manca a "I confratelli", romanzo in cui l'autore sembra essersi alquanto lasciato andare. Una delle trame meno credibili e a mio avviso peggio risolte. Chi si avvicinasse a Grisham partendo da questo lavoro credo riceverebbe un'impressione distorta dell'autore e del suo modo di essere. Anche Grisham ha diritto a un giorno di ordinaria follia! Sempre di un libro di Grisham si tratta, e per alcuni magari addirittura del migliore. Questione di gusti e di opinioni. Tra l'altro non è che il romanzo non diverta... Per quanto mi riguarda, è forse quello che mi è piaciuto di meno.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Magnifico, 17-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Forse uno dei suoi libri meno noti ma sicuramente uno dei più amati dai suoi fans. Talmente originale da non sapere come catalogarlo, nel libro c'è tutto: falsità della politica, tenebrose trame, spionaggio, debolezze umane, meschinità. E tutto questo ruota attorno al denaro. Da leggere al 100%.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0100 % GIALLO, 15-09-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
A mio avviso il miglior giallo dell'autore. Mai scontato e mai noioso, lascia col fiato sospeso fino all'ultima pagina ed il finale non vi delulerà.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su I Confratelli (13)