€ 14.25€ 15.00
    Risparmi: € 0.75 (5%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Ai confini dell'impero. 5.000 chilometri nell'Europa dei diritti negati

Ai confini dell'impero. 5.000 chilometri nell'Europa dei diritti negati

di Giuseppe Ciulla

5.0

Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
Tedeschi che si recano in Repubblica Ceca per turismo sessuale con bambini rom, immigrati mongoli e vietnamiti che finiscono nei laboratori di produzione di hashish e metanfetamine, operai romeni pagati con cosce di pollo e latte in polvere, prostitute bulgare torturate e vendute a bordelli italiani o francesi, migliaia di ettari di terra svenduti a imprenditori occidentali spregiudicati e lasciati incolti. E al confine che l'"impero" europeo perde i pezzi. Una cortina di Paesi è lo specchio di una frontiera in rovina: l'ingresso in Europa di Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria, Romania e Bulgaria non ha portato maggiori diritti, ma paradossi inaccettabili e vantaggi solo per governi e aziende occidentali. Giuseppe Ciulla ha compiuto un viaggio lungo la frontiera dell'Unione Europea. Percorrendo oltre 5.000 chilometri con mezzi pubblici, è andato a vedere che cosa succede lì dove un altro impero, quello sovietico, si è ripiegato su se stesso, lasciando praterie ai capitalisti italiani, tedeschi e francesi. Il libro bianco che ha scritto è una fotografia impietosa di frontiere dove le imprese del Vecchio Continente esportano i metodi del peggiore capitalismo occidentale, mantenendo i sistemi più cinici già in uso nei Paesi a socialismo reale.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Voto medio del prodotto:  5.0 (5 di 5 su 1 recensione)

5.0Duro e sconvolgente, 28-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Libro - reportage che tratta argomenti duri e sconcertanti che spesso passano inosservati. Le innumerevoli storie di diverse persone che subiscono soprusi, abusi e situazioni di vera e propria riduzione in schiavitù in zone al confine con l'impero (l'europa) , non mancano poi situazioni al limite della tollerabilità umana anche nel nostro democratico paese.
Ritieni utile questa recensione? SI NO