€ 20.68€ 22.00
    Risparmi: € 1.32 (6%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Conciliare famiglia e lavoro. Vecchi e nuovi patti tra sessi e generazioni

Conciliare famiglia e lavoro. Vecchi e nuovi patti tra sessi e generazioni

di Manuela Naldini, Chiara Saraceno

4.0

Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
  • Editore: Il Mulino
  • Collana: Studi e ricerche
  • Data di Pubblicazione: agosto 2011
  • EAN: 9788815233042
  • ISBN: 8815233040
  • Pagine: 229
  • Formato: brossura
Le esigenze di conciliazione tra famiglia e lavoro sono sorte quando l'occupazione femminile extra-domestica è non solo aumentata, ma è stata anche incentivata. Ciò ha messo in crisi un equilibrio a lungo basato sulla separazione tra impegni di cura (femminili, non remunerati) e impegni professionali (maschili, remunerati). Un processo ulteriormente aggravato dall'invecchiamento della popolazione, che ha accentuato la fragilità della quota più anziana della parentela. Infine, il modello di sviluppo fondato sul pieno impiego maschile a tempo indeterminato e fortemente protetto è stato sostituito - specie per le generazioni più giovani, alle prese con la formazione della famiglia - da quello della flessibilità, della precarietà, dell'auto-imprenditorialità. Queste trasformazioni gravano soprattutto sulle donne professionalmente occupate, che hanno problemi di conciliazione talvolta drammatici perché sono esse stesse lo strumento principale di conciliazione famiglia/lavoro a disposizione degli uomini.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Conciliare famiglia e lavoro. Vecchi e nuovi patti tra sessi e generazioni acquistano anche Guida alla contabilità e bilancio 2015 di B. Frizzera (a cura di) € 38.40
Conciliare famiglia e lavoro. Vecchi e nuovi patti tra sessi e generazioni
aggiungi
Guida alla contabilità e bilancio 2015
aggiungi
€ 59.08


Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 1 recensione)

4.0Il doppio lavoro delle donne, 16-02-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Il lavoro delle donne, in casa e fuori casa, è destinato ad assumere sempre più importanza nella nostra società sia sotto il profilo economico che sociale. E' importante che il desiderio di affermazione professionale non venga frustrato dalla mancanza di servizi così come è importante che una donna che scelga di restare a casa non si senta "esclusa" dal mondo produttivo. Del resto il lavoro non manca in casa e andrebbe valorizzato. Per quanto riguarda la conciliazione famiglia e lavoro di strada da fare ce n'è ancora molta, anche se non mancano esempi incoraggianti, sopratutto all'estero.
Ritieni utile questa recensione? SI NO