La comunione legale tra coniugi

La comunione legale tra coniugi

di Giacomo Oberto


  • Prezzo: € 210.00
  • Nostro prezzo: € 178.50
  • Risparmi: € 31.50 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€    Scopri come

In sintesi

L'opera intende approfondire tutte le questioni poste da quello che dal 1975 costituisce il regime patrimoniale legale della famiglia coniugale italiana. I ventisette capitoli di cui si compone il lavoro sono contenuti in sette distinte parti, dedicate, rispettivamente, ai seguenti temi: (a) storia, natura e ratio; (b) oggetto; (c) beni personali e comunione de residuo; (d) amministrazione; (e) responsabilità patrimoniale; (f) scioglimento; (g) interferenze della comunione legale con principi generali e con altri istituti. Quest'ultima parte si propone di esaminare la comunione nell'ottica delle relazioni che la stessa viene ad intessere con questioni tradizionalmente "esterne" rispetto al regime legale. Essa si articola a sua volta in quattro distinti capitoli: (g1) comunione legale e autonomia privata; (g2) comunione legale e pubblicità; (g3) comunione legale e processo; la tutela cautelare; (g4) la comunione nei suoi rapporti con azienda, impresa e società. Tre idee di fondo guidano l'analisi. In primo luogo quella, tratta dalla nota massima del Montesquieu, secondo cui le leggi servono a chiarire la storia, così come la storia serve a chiarire le leggi. A parte il capitolo primo, interamente dedicato allo studio dello sviluppo della comunione attraverso i secoli, in cima alla trattazione di ognuna delle varie partizioni della materia compare un richiamo alla genesi ed alle relative evoluzioni dell'istituto nel tempo, al fine di una migliore comprensione del perché il sistema risulta oggi così strutturato, nonché del come esso vada interpretato e possibilmente riformato. La seconda "stella polare" costantemente seguita nel lungo viaggio attraverso l'aggrovigliato intrico della comunione legale tra coniugi è rappresentata dall'analisi di diritto comparato: sia per via dell'innegabile "parentela" che il nostro istituto possiede rispetto ad analoghi istituti di svariati altri ordinamenti (in primis, naturalmente, con la communauté légale francese), sia per le inevitabili istanze di rapprochement con i sistemi stranieri che l'evoluzione comunitaria del diritto di famiglia e la circolazione dei modelli giuridici oggidì impongono. Il terzo principio ispiratore dell'opera attiene alla valorizzazione dell'autonomia privata, non solo quale chiave di lettura del sistema nel suo complesso, ma anche come unico rimedio in grado di porre un argine al declino - altrimenti inarrestabile - della comunione coniugale nella vita sociale ed economica del nostro Paese (al tema è dedicata una porzione consistente del capitolo terzo, oltre a tutto il capitolo ventiquattresimo). La "parte del leone" è naturalmente costituita dall'analisi di diritto positivo, ove i vari temi sono affrontati sotto il profilo dogmatico e teorico, senza trascurare l'esposizione e l'approfondimento delle mille e mille questioni pratiche che il "diritto vivente" della comunione legale, specie nel momento della crisi coniugale, comporta. Per questo, il ricchissimo e complesso panorama dottrinale viene sottoposto ad attento esame critico, alla luce di una scrupolosa analisi giurisprudenziale, che si fa carico di analizzare praticamente tutte le decisioni, sia di legittimità, che di merito, edite in materia.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Dettagli del libro