€ 9.87€ 10.50
    Risparmi: € 0.63 (6%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Il collare di fuoco

Il collare di fuoco

di Valerio Evangelisti

2.5

Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
Valerio Evangelisti ripercorre la formazione del Messico come stato moderno in un romanzo storico di ampio respiro. Dalla rivolta dei messicani in Texas nella metà dell'Ottocento la vicenda si dilata, spostandosi in Messico per abbracciare la lotta di Benito Juárez contro Massimiliano d'Austria, la dittatura di Porfirio Díaz, la modernizzazione forzata del paese, le rivolte contadine, le stragi e le deportazioni di indigeni, fino ad arrestarsi alla soglia della rivoluzione. Filo conduttore, il rapporto contraddittorio di odio e amore tra Messico e Stati Uniti; ma anche il lento formarsi di un'identità nazionale e di una cultura unitaria adatta a darle espressione. Il tutto visto attraverso le vicende di molti personaggi (spesso realmente vissuti).

Note su Valerio Evangelisti

Valerio Evangelisti è nato a Bologna il 20 giugno del 1952. Dopo la maturità si iscrive presso la facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Bologna, dove nel 1976 consegue la laurea con indirizzo storico-politico. Dopo la laurea intraprende la carriera accademica, attività che alterna con quella di funzionario del Ministero delle Finanze. Esordisce in ambito letterario scrivendo saggi storici, che sono stati raccolti in cinque volumi. Dopo aver scritto una quarantina di saggi, decide di dedicarsi alla narrativa fantastica. Nel 1993, con il romanzo “Nicolas Eymerich, inquisitore”, vince il Premio Urania. Il successo di questo primo romanzo ha spinto l’autore a scrivere un intero ciclo dedicato all’inquisitore spagnolo, che nella realtà è realmente esistito. Nei romanzi che compongono la serie, Valerio Evangelisti ripercorre gli eventi più misteriosi che sono accaduti in Europa durante il medioevo. Nel 1999 scrive la trilogia “Magus”, in cui racconta la vita di Nostradamus, proponendo una versione romanzata della biografia dello scrittore di profezie. Nel 2009 gli è stato diagnosticato un tumore, che è riuscito a curare completamente nell’arco di un anno grazie alla chemioterapia. Ha raccontato questo evento nel racconto “Day Hospital”, del 2011. Attivo politicamente, si è candidato alle elezioni europee del 2009 e poi, nel 2011, alle elezioni amministrative per il comune di Bologna. E’ uno degli scrittori italiani di genere fantasy più apprezzati e i suoi romanzi sono stati tradotti in diverse lingue. Valerio Evangelisti vive e lavora a Bologna, ma alcuni mesi all’anno si trasferisce a Puerto Escondido, in Messico.
 

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Valerio Evangelisti:


Voto medio del prodotto:  2.5 (2.5 di 5 su 2 recensioni)

3.0Il collare di fuoco, 27-09-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Giudizio simile a quello sui romanzi di Manfredi, si apprezza l'accuratezza storica. Eccellente l'ambientazione. Apprezzabile la sperimentazione stilistica nel descrivere il caos tramite un romanzo corale in cui nessun personaggio sembra essere il protagonista e nessuno è indispensabile, sperimentazione che però è forse il suo maggior difetto. La storia non prende granchè, ma forse non bisogna parlare di Storia. In realtà credo che sia un saggio politico-sociale camuffato da romanzo. Da Evangelisti mi sarei aspettato di più.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0Non il miglior Evangelisti, 12-10-2010, ritenuta utile da 1 utente su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Con rammarico devo ammettere che il libro non mi ha appassionato: Evangelisti è un maestro per quanto riguarda la delineazione dei personaggi e l'abilità descrittiva, ma in questo romanzo i personaggi sono tali e tanti che il filo si perde facilmente. L'abilità di Evangelisti è sempre stata quella di amalgamare le sue geniali invenzioni con la storia, ma in quest'occasione, a mio parere, l'esperimento non è riuscito: la Storia della "nascita" del Messico moderno resta l'unica vera protagonista, rendendolo più un romanzo storico che un romanzo letterario.
Ritieni utile questa recensione? SI NO