La cognizione del dolore

La cognizione del dolore

4.5

di Carlo E. Gadda


  • Prezzo: € 17.60
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

Don Gonzalo Pirobutirro d'Eltino vive con la madre nella casa di campagna ereditata dal padre. Si trova in una terra di fantasia, che potrebbe essere il Sudamerica ma che assomiglia molto alla Brianza. Tra la donna e il figlio i rapporti non sono dei migliori. I litigi si ripetono di continuo, e don Gonzalo non risparmia la sua crudeltà. Oltretutto don Gonzalo odia quella casa. Lo costringe a un isolamento forzato per via del luogo sperduto in cui è stata costruita, ed è priva di qualsiasi comodità. E poi è frequentata da contadini rozzi, senza contare i vari trafficanti girovaghi che capitano da quelle parti. Ma su tutto, a inquietare e preoccupare don Gonzalo, c'è l'Istituto di Sorveglianza Notturna (allegoria del fascismo), che tiene gli abitanti di quella terra sotto un controllo ferreo. Quando poi accadrà la tragedia, don Gonzalo sprofonderà negli abissi di un enorme senso di colpa, un irrimediabile rammarico nei confronti della madre. Nel "La cognizione del dolore", apparso parzialmente su "Letteratura" tra il 1938 e il 1941 e pubblicato" nel 1963, Gadda usa uno stile espressionistico che mette in scena personaggi e vicende come manifestazioni di disadattamento affettivo, sociale e politico, fino ad assumere aspetti di un'angoscia metafisica. I tratti autobiografici appaiono quasi scoperti, e "la violenza autolesionista assume un suono curioso". Qualsiasi denigrazione Gadda compia di sé stesso, si trasforma, tra le mani di questo straordinario Narciso, in una apologia.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Dettagli del libro


Voto medio del prodotto:  4.5 (4.5 di 5 su 2 recensioni)

4.0La cognizione del dolore, 15-02-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Ho comprato questo libro perché in offerta. Di questo autore mi fa impazzire l'originalità della lingua, la sua abilità di cesellare il dettaglio con espressioni che si colorano di italiano aulico, di approccio ingegneristico e di dialetto forgiato dall'operosità meneghina in ozio brianteo. Lasciatevi trainare dal suo magniloquente stile. Forgiato o sua forgia, a dire il vero non saprei. Tuttavia gaddianamente gaddiano e meritevole di maggior successo. Leggetelo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0La cognizione del dolore, 06-10-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Grandioso. Gadda è davvero grandioso. Il suo italiano è la più grande innovazione nella storia della nostra letteratura moderna e contemporanea. Qui poi è straordinario nel dare emozioni, suggestioni, stimoli e momenti di stupefatto divertimento (credo sia impossibile non rileggerlo una seconda volta e la seconda è meglio della prima) . Il tema rapporto con la madre, la famiglia e la retorica delle tradizioni è sviluppato con una rabbia impietosa, cinica, lucidissima.
Ritieni utile questa recensione? SI NO