Le città invisibili

Le città invisibili

4.5

di Italo Calvino


  • Prezzo: € 9.50
  • Nostro prezzo: € 8.07
  • Risparmi: € 1.43 (15%)
Disponibilità immediata
Ordina entro 37 ore e 52 minuti e scegli spedizione espressa per riceverlo martedi 7 Luglio   Scopri come


Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

RACCOGLI BEENZ E RICEVI FANTASTICI PREMI!
Acquistando questo prodotto raccogli 16 beenz o più.   Scopri come

Descrizione

Città reali scomposte e trasformate in chiave onirica, e città simboliche e surreali che diventano archetipi moderni in un testo narrativo che raggiunge i vertici della poeticità.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Le città invisibili acquistano anche Donne che corrono coi lupi di Clarissa Pinkola Estés € 11.90
Le città invisibili
aggiungi
Donne che corrono coi lupi
aggiungi
€ 19.97

Altri utenti hanno acquistato anche:


Dettagli del libro


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Le città invisibili e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.5 (4.3 di 5 su 25 recensioni)

5.0Geniale, 01-05-2012
di N. Lopomo - leggi tutte le sue recensioni

Lessi questo libro per un corso universitario e devo dire che all'inizio non ne compresi il senso profondo, infatti la lettura non era molto scorrevole, nonostante l'esiguità dei singoli capitoli. Tuttavia, al secondo approccio con questo libro, mi sono accorta della sua genialità: l'autore propone al lettore una serie di diversissime e fantastiche città che rappresentano l'effettiva unicità - con tutte le contraddizioni e le bellezze - delle città reali moderne. Veramente carino!




2.0Inspiegabili gli "osanna" che riceve, 27-04-2012, ritenuta utile da 1 utente su 5
di G. Dalcielo - leggi tutte le sue recensioni

Anche in questo caso, il successo riscosso da questo libro per me rimane un mistero. Io proprio non sono riuscito a farmelo piacere. Calvino ha uno stile che o lo ami o lo odi. Non ha nemmeno una scrittura prettamente visiva, nel senso che mentre leggi la descrizione che Marco Polo fa di queste città, non ti sembra di vederle o di essere lì. E questo per me è un deficit dello scrittore.
Libro bocciato e sconsigliato





4.0Le città invisibili, 22-03-2012, ritenuta utile da 1 utente su 3
di S. Alimonti - leggi tutte le sue recensioni

Pubblicato nel 1972, Le città invisibili è un romanzo di Italo Calvino in cui l'autore ricorre alla tecnica della letteratura combinatoria. Ho letto questo libro per la prima volta mentre studiavo per un esame. Ne sono rimasto affascinato al punto che oggi, ogni volta che visito una nuova città, sfoglio il libro e cerco di associarla ad una delle cittàinvisibili. E' un gioco simpatico e divertente.




4.0Scrittura combinatoria e non solo, 10-03-2012
di L. Salvador - leggi tutte le sue recensioni

Una serie di resoconti di viaggi immaginari effettuati da Marco Polo, che racconta a Gengis Khan vicende particolari, usi e costumi delle località visitate. Una riflessione sul rapporto città - città e città - uomo che lascia piacevolmente stupiti. Un Calvino molto "in forma" adotta la scrittura combinatoria per effettuare una fitta serie di confronti e rimandi.




4.0Le città invisibili, 09-03-2012
di A. Ceccantini - leggi tutte le sue recensioni

Il protagonista di questo romanzo è Marco Polo che è ospite alla corte di Kublai Khan e, attraverso i suoi dispacci, fornisce al Sovrano, le descrizioni delle città che vengono toccate dai suoi viaggi all'interno dello sterminato Impero che invece l'imperatore non può visitare. Queste città però esistono solo nella mente del viaggiatore veneziano, quasi in una sorta di viaggio onirico. Molti sono i riferimenti al mondo attuale, infatti le città inventate da Marco Polo ricordano molto quelle di oggi, nonostante che Calvino non le abbia viste.




5.0Geografia fantastica, 08-03-2012, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di L. Sardu - leggi tutte le sue recensioni

Questo è un libro che o ti coinvolge completamente o ti risulta pesante o noioso, io personalmente l'ho amato. Seguendo le orme e le testimonianze di Marco Polo, qui in veste di esploratore per l'imperatore mongolo Kublai Khan, Calvino ci porta a visitare le sue cinquantacinque città invisibili, luoghi di fantasia che si succedono in una geografia indeterminata e rarefatta a formare un atlante che attraversa la storia per approdare nella memoria come un un cangiante coleidoscopio di forme, suoni, segni e colori, in parte visti e sentiti, in parte solo immaginati. Non bisogna cercare nulla di particolare, in questo testo, ma godersi pienamente tutto quel che vi si trova. Come un viaggiatore che si porta appresso, come bagaglio, soltanto la propria curiosità.




4.0Le città invisibili, 06-03-2012
di A. Chiusa - leggi tutte le sue recensioni

Le città invisibili è l'immaginaria raccolta delle descrizioni delle città dell'impero che l'ambasciatore Marco Polo fa all'imperatore del Catai. Sono racconti scritti in periodi e in stati d'animo diversi. Sono veri e propri reportages del più grande viaggiatore di tutti i tempi, dei viaggi nell'estremo oriente, e che si trasformano in viaggi mentali, in sogno. Bisogna lasciarsi andare alle parole, e immaginare e immaginare. Questo libro è una specie di fiume con una corrente calma da seguire.




4.0Fortemente suggestivo, 22-02-2012
di G. Carbè - leggi tutte le sue recensioni

Si sono consumati così tanti fiumi d'inchiostro su questo libro che ogni mio ulteriore commento sarebbe quasi superfluo! Tuttavia, non posso esimermi dal giudicarlo fortemente stimolante e da leggere necessariamente con un foglio ed una penna accanto; la maestria di Calvino nel suscitare immaginari e città fantastiche è letteralmente travolgente!




4.0Racconti brevi, 24-01-2012
di P. Canfora - leggi tutte le sue recensioni

Ero scettico prima di leggerlo, è un periodo in cui non ho voglia di libri complessi. Calvino mi lascia sempre la sensazione di non aver colto il vero significato, lascia spazio a mille interpretazioni ed ha un modo di scrivere assolutamente atipico e contorto che non permette distrazioni...
Le città invisibili è una storia immaginaria, o forse sarebbe più appropriato definirla fantastica.
Marco Polo riporta a Kublai Kan, imperatore dei tartari, la descrizione e le impressioni di queste città "invisibili"... Città inesistenti, città assurde, città che fanno sognare e di cui è difficile cogliere il senso.
Il libro è composto da tanti racconti brevi, uno per ogni città... Nonostante il periodo "svogliato" mi piacciono le allegorie di Calvino (sebbene di difficile interpretazione) mi piace scervellarmi sui significati, sulle stranezze.
E' un libro breve e veramente piacevole, promosso a pieni voti, lo consiglio!





5.0Semplicemente fantastico, 24-01-2012, ritenuta utile da 4 utenti su 6
di G. Urbani - leggi tutte le sue recensioni

Lo ammetto: per me Calvino è uno degli scrittori italiani più grandi di sempre. Amo tutte le sue opere che sono di una unicità strardinaria, ma questo romanzoè davvero fuori da tutti gli schemi: il fascino del viaggio e della scoperta di terre lontane, città irreali, illogiche, prspetticamente e strutturalmente anomale e aliene. Insomma, un libro da leggere e, sopratutto, da sognare.




product