Il Circolo Dante

Il Circolo Dante

3.5

di Matthew Pearl


  • Prezzo: € 9.90
  • Nostro prezzo: € 9.31
  • Risparmi: € 0.59 (6%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

Boston, 1865. In un'America appena uscita dalla guerra civile, un gruppo di letterati, tra i quali il poeta Longfellow, lavora alla traduzione inglese della "Divina Commedia". Il comitato direttivo dell'università di Harvard, di ferrei principi protestanti e conservatori, cerca di ostacolare la diffusione delle superstizioni "papiste" di Dante, ma quando la città viene insanguinata da una serie di efferati delitti, i membri del Circolo Dante saranno gli unici in grado di scoprire il colpevole. Sembra infatti che l'assassino si ispiri alle torture e alle pene descritte nell'"Inferno" per martoriare le sue vittime.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Il Circolo Dante acquistano anche La vera storia del pirata Long John Silver di Björn Larsson € 17.39
Il Circolo Dante
aggiungi
La vera storia del pirata Long John Silver
aggiungi
€ 26.70

Prodotti correlati:

I libri più venduti di Matthew Pearl:


Dettagli del libro


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Il Circolo Dante e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  3.5 (3.6 di 5 su 24 recensioni)

5.0Poeti investigatori, 28-08-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Boston 1865: nasce il Circolo Dante, un gruppo di letterati intenzionati a tradurre e a far conoscere la Divina Commedia negli Stati Uniti. Ma il comitato direttivo di Harvard non fa altro che ostacolarli, perché ritiene che la Commedia sia piena di superstizioni immorali.
Quando, però, un misterioso killer inizia a compiere efferati omicidi ispirandosi alle pene dell'inferno dantesco, i poeti (che fanno parte del Circolo) Longfellow, Lowell e Holmes insieme al loro editore Fields (anch'esso componente del Circolo) saranno gli unici capaci di scoprire il colpevole.
Un libro a tratti dal ritmo frenetico a tratti lento e riflessivo; offre molti spunti di riflessione storici su un tema quale la Guerra d'Indipendenza e le discriminazioni nei confronti degli afroamericani.
Se amate i thriller leggetelo, e scoprirete come dei poeti si possano trasformare in efficienti investigatori pronti all'azione.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Il circolo Dante, 27-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo libro mi è piaciuto moltissimo. L'autore prende spunto dall'inferno dantesco per descrivere gli omicidi che avvengono nella città. Infatti le vittime soffrono le stesse pene delle anime che si trovano nell'inferno di Dante, proprio in base al comportamento che hanno avuto in vita. Matthew Pearl mette in evidenza il fatto che l'opera dantesca può influenzare e stimolare la letteratura moderna.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0Noiosetto, 26-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
La trama piuttosto intrigante mi aveva fatta ben sperare nel potenziale di questo libro che, invece, a fine lettura mi ha lasciato davvero molto poco. Ho trovato la parte iniziale particolarmente lenta ma, fortunatamente, da circa metà racconto in poi la narrazione diventa un po' più scorrevole. Non male invece l'idea di fare diventare detective dei letterati che stanno proprio traducendo in inglese l'Inferno di Dante, al quale si ispira il killer che si aggira per la città di Boston.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
1.0Il circolo Dante, 06-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
1865, Boston. Una serie di delitti raccapriccianti sconvolge la città, la polizia brancola nel buio. Un gruppo di letterati capisce che questi delitti hanno come filo conduttore le pene dell'inferno di Dante.
Trama molto intrigante... Svolgimento e scrittura terribili! Un libro così noioso io non l'ho mai letto, sul serio. Non riesce in nessun modo a catturare l'attenzione del lettore.
Non lo consiglio.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0Decisamente bocciato, 01-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
La storia, ambientata nella prima metà del settecento tra Harvard e i salotti dei più raffinati poeti e scrittori dell'epoca, si perde in infiniti prologhi senza fine che affossano la trama fin dalle prime pagine. Un vero peccato, visto che "L'ombra di Edgar", dello stesso scrittore, era decisamente migliore. Un peccato anche per l'ambientazione, che sicuramente poteva essere declinata meglio e poteva dare maggior spessore a dei personaggi che sinceramente hanno poca verve e si confondono perennemente tra di loro.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Il circolo Dante, 27-09-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Ammetto di aver acquistato questo libro a causa del mio amore nei confronti dell'Egitto e della sua storia ma, nonostante tutto, ho trovato le prime 100 pagine assolutamente noiose. Ho continuato comunque a leggere e pian piano la storia ha preso piede ed è diventata interessante: meno male, stava per cadermi un mito...
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Il Circolo Dante, 27-09-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Un giallo intellettuale che non mancherà di sorprendere anche il lettore più smaliziato: l'erudizione dello studioso di letteratura che alimenta l'intreccio narrativo in una costruzione fatta di rimandi dotti e ammiccamenti al lettore. Al centro dell'impianto la Commedia dantesca, che funziona a tre livelli: come occasione di incontro e amicizia per un cenacolo di studiosi (il "Circolo Dante" che dà il titolo al romanzo) , come motivo di discussione tra il Circolo e il Consiglio di amministrazione dell'Università di Cambridge (scontro tra conservazione e progresso, cultura protestante e cultura cattolica irlandese) , come fonte di ispirazione per il serial killer che gli studiosi del Circolo contribuiranno a identificare. Ogni omicidio trascrive una delle pene che Dante illustra nell'Inferno, attraverso la tecnica del contrappasso. Il racconto è ben costruito, la scrittura avvincente. Il senso ultimo del romanzo è la celebrazione del valore della cultura e del capitale sociale che è tipico della società americana: uniti si vince.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Avvincente, 27-05-2011, ritenuta utile da 1 utente su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro avvincente, ben scritto e ben congegnato. Si lascia leggere facilmente ed i richiami alla Divina Commedia lo rendono particolarmente interessante.
Fortemente consigliato.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Il Circolo Dante, 17-03-2011, ritenuta utile da 1 utente su 3
di - leggi tutte le sue recensioni
Per gli amanti del giallo può essere un'opera diversa dal solito, una letteratura moderna che si rifà a una delle opere più grandi che siano mai state scritte. Come quasi tutti i giallithriller la parte iniziale che funge da introduzione alla storia lascia un po' a desiderare ma poi la narrazione si fa avvincente e ci trasporta dritti fino alla fine.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Noiosetto, 22-12-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Un po' noiosetto. Sono stata tentata più volte di interromperlo prima di riuscire a finirlo. Lo stile dell'autore è un po' pomposo, anche se l'idea di fondo del legame tra la Divina Commedia e il serial killer è molto buona. L'inizio è particolarmente lento, solo da un certo punto in poi riesce ad acquistare un po' di velocità. Forse la difficoltà maggiore sta nel fatto di non riuscire a trovare un personaggio in cui identificarmi.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Thriller storico-letterario discreto, 30-11-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
"Il Circolo Dante" ha un idea molto originale, che subito mi ha attratto ad acquistarlo.
Ma purtroppo non è sviluppato nei modi migliori. Troppi personaggi, e troppo simili tra loro, alcuni pezzi troppo prolissi dove si perde troppo facilmente l'attenzione.
Però non posso negare che alcuni pezzi mi sono piaciuti, e ho provato anche molta tensione (le 3 stelle sono dovute solo alla parte iniziale perché prosegue dalla seconda parte bene) .
Comunque non me la sento di dargli 4 stelle anche se l'idea mi è piaciuta molto, e mi attiri molto L'Inferno Dantesco.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Il Circolo Dante, 16-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
In ogni caso, un'ottima idea: un killer che uccide seguendo le punizioni per contrappasso dell'Inferno dantesco, e un gruppo di letterati, esperti e appassionati di Dante, nel ruolo di detective.

L'ambientazione ottocentesca, nel clima americano appena successivo alla guerra di Secessione, lo rende abbastanza lontano sia temporalmente che culturalmente per poterlo apprezzare pienamente. Inoltre, molti dei personaggi sono realmente vissuti e il romanzo si basa sulla loro biografia e su fatti reali (non gli omicidi, ovviamente) : però questi fatti e questi personaggi non ci sono noti apriori, rendendo forse meno interessante questa chiave di lettura.

Lo stile è purtroppo il punto debole. La scrittura non è fluida e le prime 150 pagine sono veramente un mattone. Poi, il giallo prende il sopravvento e tutto scorre meglio, potendo il lettore sorvolare gli aspetti storici e concentrarsi sul giallo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Il Circolo Dante (24)