€ 8.50
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Cime tempestose

Cime tempestose

di Emily Brontë


Fuori catalogo - Non ordinabile
  • Editore: Garzanti Libri
  • Collana: I grandi libri
  • Edizione: 26
  • Traduttore: Binetti R.
  • Data di Pubblicazione: aprile 2004
  • EAN: 9788811360933
  • ISBN: 8811360935
  • Pagine: XVI-343
  • Formato: brossura
Heathcliff, figlio di ignoti, è stato allevato da Earnshaw. Alla sua morte, il figlio Hindley tormenta Heathcliff che trova conforto in Catherine, sorella di Hindley, di cui si innamora. Rifiutato dalla ragazza, fugge. Tornato dopo tre anni, trova Catherine sposata a Edgar Linton di cui sposa la sorella che, per vendicarsi, maltratta. Catherine intanto muore, tormentata dal rinato amore per Heathcliff, dopo aver avuto una bambina. La rabbia di Heathcliff si scatena anche contro Hareton, il figlio di Hindley, ormai ridotto in suo potere. Heathcliff muore distrutto dal suo stesso odio. Infine la figlia di Catherine, Cathy, e Hareton potranno vivere felicemente insieme.

Note su Emily Brontë

Emily Brontë nacque il 30 luglio del 1818 a Thornton, un paese nei pressi di Leeds, in Inghilterra. Era la quinta dei sei figli di Patrick Brontë, un pastore protestante di origine irlandese, e di Maria Branwell Brontë. Tra i figli dei coniugi Brontë, c’è anche Charlotte, l’autrice di “Jane Eyre”. Nel 1820 la famiglia si è trasferì ad Haworth. A partire dal 1821, anno in cui la madre morì, i figli furono accuditi e cresciuti dal padre e dalla zia materna. Nel 1824 Emily, assieme a Charlotte e alle altre due sorelle vengono iscritte alla Clergy Daughter's School di Cowan Bridge, nel Lancashire. L’istituto, spaventoso per scarsità di cibo ed igiene, sarà la causa della morte prematura delle due sorelle maggiori Maria ed Elizabeth. Dopo la permanenza all’istituto, anche la salute di Emily e Charlotte fu compromessa. A partire dal 1826, assieme al fratello e alle due sorelle, Emily inizia a dilettarsi nella scrittura di brevi racconti. Questi racconti narravano di un mondo immaginario, che i ragazzi Brontë avevano creato partendo da una scatola di soldatini regalata loro dal padre. Tra le poesie di Emily che sono state rinvenute, quella più datata risale al 12 luglio del 1836 e si intitola “Will the day be bright or cloudy?”, ma probabilmente iniziò ben prima a scrivere. Nel 1838, Emily si trasferì vicino ad Halifax, nello Yorkshire, dove iniziò a lavorare come insegnante presso la scuola di Law Hill. Tornata nella casa paterna ad Haworth, trascorre le giornate a sbrigare le faccende di casa, a dipingere e a scrivere poesie. Nel 1842 assieme alla sorella Charolotte si reca a Bruxelles con l’intento di studiare il francese. Nel 1845 Charlotte trova un volume di poesie scritte da Emily e, assieme alla sorella Anne (autrice del romanzo “Agnes Grey”) decidono di pubblicare un volume di poesie scritte da loro. Per farlo utilizzano degli pseudonimi: Ellis Bell (Emily), Acton Bell (Anne), Currer Bell (Charlotte). Nel 1847, sulla scia del successo di “Jane Eyre”, scritto da Charlotte, vengono pubblicati anche i romanzi delle altre due sorelle: “Agnes Grey”, di Anne, e “Cime tempestose”, di Emily. Nonostante fu inizialmente accolto freddamente dalla critica, “Cime tempestose”, l’unico romanzo di Emily, si rivelò nel tempo un classico della letteratura mondiale. Emily Brontë morì prematuramente a causa della tubercolosi il 19 dicembre del 1848, pochi mesi dopo la morte del fratello.
 

Prodotti correlati:

Altri utenti hanno acquistato anche:

Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 5 recensioni)

3.0Così così, 16-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Devo dire che prima di aver letto questo libro ho visto la serie tv della Rai con Alessio Boni... E sarà stato per lui, o per le modifiche apportate alla trama, ho trovato il film 1000 volte migliore al libro, che una volta letto mi ha irritato moltissimo.
Non riesco davvero a farmi piacere i personaggi, così cattivi nell'anima e diciamolo, un pò sadomasochisti. Preferisco il film, anche se questo libro non può mancare nelle librerie dei buoni lettori.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Cime tempestose, 15-12-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
La storia appassionata e difficile di Heathcliff e della sorella adottiva Catherine, coronata da un tragico epilogo. Un romanzo assolutamente da leggere, magari nel periodo invernale per immaginare meglio quelle fredde brughiere dove si svolge la storia...
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Una storia d'amore come poche oggi, 23-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Il romanzo è bellissimo, le descrizioni magiche e capaci di farti sentire parte della casa. Nessuna simpatia, purtroppo, per la protagonista femminile, a differenza del suo amore eterno che, per quanto rude, cattivo e spregevole, rimane sempre il mio preferito.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0E' una gabbia di Matti Scellerati..., 05-10-2010, ritenuta utile da 1 utente su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
...i quali ne vanno anche fieri!!!!!

Pazzia d'amore la si potrebbe interpretare, quella sofferenza cieca che ti porta a commettere l'immaginabile ma troppo forsennata ed interminabile. Una tragedai di soferenza e di pazzia allucinante che rasenta la sufficenza....una storia bella pero' e toccante ma guastata da questa forte malsana fantasia della pazzia.

Non se ne salva nessuno....forse i due concludenti l'intera tragica vicenza, che povere anime non avevano colpa alcuna che essere figli dei propri genitori ma fortuna che c'era quella santa donna di Nelly a raccontare il fattaccio e a vegliare con ostinazione l'intera Cima Tempestosa...altrimenti avrei iniziato ad urlare anche io di dolore per i mei poveri nervi!

Fa male al cuore, troppo e forzatamente per rimanerne soggiogati ma quanto basta per apprezzarne il tutto...ma a quale sprezzo?
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Ambientazione Gotica, 05-09-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro dalle parvenze gotiche che ci fa odiare ed amare allo stesso tempo i due. Iniziato per caso, poi è impossibile staccare la lettura se non si arriva alla fine.
Ritieni utile questa recensione? SI NO