€ 7.43€ 7.90
    Risparmi: € 0.47 (6%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Il cielo rubato. Dossier Renoir

Il cielo rubato. Dossier Renoir

di Andrea Camilleri

4.0

Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
  • Editore: Skira
  • Collana: Skira Pocket
  • Data di Pubblicazione: marzo 2014
  • EAN: 9788857221922
  • ISBN: 885722192X
  • Pagine: 128
  • Formato: brossura
Una donna bella e sfuggente, un notaio di Agrigento che forse nasconde un segreto e il misterioso viaggio a Girgenti del maestro dell'Impressionismo, Pierre-Auguste Renoir, un viaggio che nessuno storico dell'arte ha mai saputo collocare nel tempo. Un epistolario a una sola voce che sale in un crescendo emotivo e si interrompe bruscamente. Un giallo nel giallo brillantemente risolto dall'indagine sul campo di Andrea Camilleri. "Sto scrivendo una cosa nuova e complessa. Un racconto lungo su un viaggio poco noto che Pierre-Auguste Renoir fece ad Agrigento, riferito dal figlio Jean Renoir nella biografia sul padre. Sembra che al papà avessero rubato il portafoglio, che sia stato ospitato dal contadino cui aveva chiesto di fargli da guida, uno che s´offese quando alla fine gli fu offerto un compenso, tanto che la moglie Aline risolse togliendosi una catenina con la Madonna e regalandogliela. Si separarono tra i pianti. Altro non c'è. Ma io scrivo." (Andrea Camilleri)

Note su Andrea Camilleri

Andrea Camilleri nasce a Porto Empedocle il 6 settembre 1925. Dopo una breve esperienza di studi presso il collegio vescovile, dove viene espulso per il comportamento poco disciplinato, ottiene la maturità classica nel maggio del ‘43 presso il Liceo Empedocle di Agrigento, pur non sostenendo gli esami di maturità in quanto il preside della scuola decise che sarebbe stato sufficiente lo scrutinio, visto l'imminente sbarco in Sicilia degli alleati. Nel ‘44 si iscrive all'Università, alla facoltà di Lettere, ma non consegue la laurea. Nel ‘45 entra a fare parte del Partito Comunista Italiano e inizia a pubblicare brevi racconti e poesie. Dal '48 al '50 studia regia all'Accademia Nazionale d’ Arte Drammatica Silvio d'Amico per poi lavorare come regista e sceneggiatore. Nel ‘54 tenta l'ingresso in RAI, ma non ha successo in quanto appartenente al Partito Comunista. L'ingresso in RAI avverrà anni dopo. Nel ‘57 sposa Rosetta Dello Siesto, da cui ha tre figlie. L'esordio nella narrativa avviene nel 1978 con un romanzo dal titolo "Il corso delle cose", scritto dieci anni prima e pubblicato da un editore a pagamento. Seguiranno altre numerose opere, ma il vero successo avviene con la serie dedicata al commissario Montalbano, il cui primo romanzo è del 1994 ed è intitolato "La forma dell'acqua". La serie legata al commissario Montalbano dà vita ad una serie televisiva di successo, dal titolo omonimo, che trova il favore del grande pubblico, aumentando la fama dell'autore. Camilleri è un autore che, attraverso i romanzi, racconta la Sicilia, con ambientazioni, atmosfere, personaggi e dialoghi che emanano quel fascino e quella simpatia tipica della sua terra.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Il cielo rubato. Dossier Renoir acquistano anche La giostra degli scambi di Andrea Camilleri € 11.90
Il cielo rubato. Dossier Renoir
aggiungi
La giostra degli scambi
aggiungi
€ 19.33


Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 2 recensioni)

4.0Bello, 20-12-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
La penna di Camilleri si incontra col pennello di Renoir, sono due talenti assoluti, ognuno nel suo campo. Il cielo rubato è un libro piccolo che si legge in un fiato ed è talmente ben congegnato che ti lascia il dubbio, e in qualche modo il desiderio, che sia tutto vero. Mi ha suscitato sensazioni simili a quelle che avevo provato leggendo un altro libro di Camilleri legato al personaggio di Caravaggio "Il colore del sole".
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Il cielo rubato, 11-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Camilleri, anche in italiano, è sempre Camilleri...
Un'inchiesta avvincente questo "Caso Renoir", sarà che è uno dei miei pittori preferiti...
Ritieni utile questa recensione? SI NO