€ 22.00
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Ci ragiono e canto. Con DVD

Ci ragiono e canto. Con DVD

di Dario Fo


Fuori catalogo - Non ordinabile
Un lavoro che ha trovato le origini di oltre cento canzoni e inni è servito a costruire uno spettacolo attualissimo e indimenticabile, autenticamente popolare ma mai populista. Dalle "Dodici parole della verità", di origine bretone, ai canti sardi come "Tibi"; dai canti del ferrarese alle tiritere lombarde; dai canti per la battitura del grano o per la vendemmia ai testi medievali come "Audite bona zente"; dai canti anarco-socialisti alle rielaborazioni di testi di Bertolt Brecht... Un giro nella storia e nella tradizione più schietta del Paese che illumina un filone perenne della ricerca di Fo, la riscoperta nella tradizione regionale dei canti di lavoro e di protesta degli oppressi e sfruttati.

Note su Dario Fo

Dario Fo nacque il 24 marzo del 1926 a Sangiano, in provincia di Varese. La sua era una famiglia antifascista, suo padre era tranviere e sua madre contadina. Da giovane si trasferì a Milano, dove studiò presso l’Accademia di belle arti di Brera e poi Architettura presso il Politecnico di Milano, che lascerà prima di conseguire la laurea. Durante la guerra si arruola, ancora giovanissimo, nell’esercito fascista. Terminata la guerra, inizia a dedicarsi alla recitazione. Dal 1950 lavora per la RAI in qualità di attore e autore di testi satirici. Nel 1952 scrive i monologhi radiofonici del “Poer nano”, che dopo essere stati mandati in onda vengono anche rappresentati al teatro Odeon di Milano. Nel 1954 sposa la collega e attrice Franca Rame. Da Milano la coppia si trasferisce a Roma, dove nel 1955 nasce il figlio Jacopo. Intanto Dario Fo lavora come soggettista per il cinema. Nel 1959 crea con la moglie un gruppo teatrale. Si dedica anche alla televisione, scrivendo per il programma “Canzonissima”. Nel 1963 torna a dedicarsi al teatro, costituendo sempre con Franca Rame il gruppo Nuova Scena, con l’obiettivo di creare un teatro alternativo e popolare. Nel 1969 fonda il Collettivo Teatrale la Comune con il quale nel 1974 occupa a Milano la Palazzina Liberty. L’opera più famosa di Dario Fo, “Mistero Buffo” è del 1970. A questa ne seguono molte altre. Nel 1977 torna a lavorare per la televisione, sempre con la stesso spirito e con la stessa passione per la satira. Grazie al suo impegno costante nel campo del teatro e della letteratura, Dario Fo nel 1997 ha ricevuto il Premio Nobel per la Letteratura, "per avere emulato i giullari del Medio Evo, flagellando l'autorità e sostenendo la dignità degli oppressi”. Dario Fo è venuto a mancare nel 2016 all'età di 90 anni.
 

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Dario Fo: