Chi è morto alzi la mano

Chi è morto alzi la mano

4.0

di Fred Vargas


  • Prezzo: € 12.50
  • Nostro prezzo: € 10.62
  • Risparmi: € 1.88 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
 Questo prodotto appartiene alla promozione  Einaudi


Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

È possibile che un enorme albero compaia dal nulla in una sola notte? E se, dopo qualche giorno, sparisce la proprietaria del terreno in cui è spuntato il faggio clandestino? Per risolvere il mistero non basta un solo detective: ce ne vogliono quattro, gli stessi improbabili investigatori di "Io sono il tenebroso" dell'archeologa e medievalista francese Fred Vargas.

Note sull'autore

Fred Vargas, pseudonimo di Frédérique Audouin-Rouzeau, è nata a Parigi il 7 giugno 1957. La madre era una chimica, ha ereditato la passione per la letteratura dal padre, uno scrittore surrealista. E' una ricercatrice scientifica, lavora in Francia dove si occupa di archeozoologia presso il CNRS (Centro nazionale ricerche scientifiche). Il suo principale campo di ricerca riguarda la trasmissione della peste dagli animali all'uomo. Nel tempo libero scrive romanzi polizieschi. I suoi romanzi sono quasi sempre ambientatati in Francia, a Parigi. Ama descrivere i suoi personaggi con estrema cura, sia dal punto di vista fisico che psicologico. Si è espressa a favore di Cesare Battisti, il terrorista italiano ricercato per aver commesso quattro omicidi durante gli anni di piombo.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Chi è morto alzi la mano acquistano anche Ad occhi chiusi di Gianrico Carofiglio € 10.20
Chi è morto alzi la mano
aggiungi
Ad occhi chiusi
aggiungi
€ 20.82

I libri più venduti di Fred Vargas:


Dettagli del libro

  • Titolo: Chi è morto alzi la mano
  • Traduttore: Balmelli M.
  • Editore: Einaudi
  • Collana: Einaudi. Stile libero. Noir
  • Data di Pubblicazione: aprile 2006
  • ISBN: 8806182668
  • ISBN-13: 9788806182663
  • Pagine: 254
  • Reparto: Gialli
  • Formato: brossura

Voto medio del prodotto:  4.0 (4.2 di 5 su 17 recensioni)

4.0Chi è morto alzi la mano, 28-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
L'autrice conferma il suo talento. Forse un pò al di sotto rispetto agli ultimi scritti ma è giustificata, è una delle sue prime opere e quindi acerba ma nonostante tutto il giallo è ben fatto e i tre personaggi sono ben delineati. Qui vediamo proprio come i personaggi sono ad un livello superiore rispetto alla trama in sè.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Chi è morto alzi la mano, 15-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Un bel libricino, un piccolo mistery che attira l'attenzione del lettore. Questo pensai la prima volta che mi capitò di leggere la Vargas. I protagonisti sono degli investigatori sui generis, un investigatore e tre storici, che attraverso le loro conoscenze, ed avvalendosi della logiga (proprio lì dove la logica manca del tutto) rescono a risolvere questo mistero.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Chi è morto alzi la mano, 27-09-2011, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Ideale per iniziare la conoscenza con l'autrice francese, visto che è il più corto, come sequenza temporale si colloca prima degli altri, e comincia proprio con l'arrivo dei "quattro evangelisti", che ritroveremo come protagonisti o comprimari degli altri romanzi. Si tratta di un vecchio poliziotto in pensione e tre giovani storici (per la precisione un paleoarcheologo, un medievista e un contemporaneista) , tutti caratterialmente piuttosto strambi. La scelta non è casuale e permette all'autrice (a sua volta storica, zooarcheologa e giallista) , di riflettere le proprie anime nello sviluppo delle sue storie.
C'è anche dell'altro. La Vargas è una donna che non scrive in maniera esplicitamente femminile, ed anzi sembra perfettamente a suo agio nel descrivere la psicologia maschile. Con qualcosa di particolare, che riconoscevo ma non riuscivo ad inquadrare. Quando la mia ragazza ha letto questo libro, ha commentato: "i suoi personaggi uomini sono pieni di difetti e bizzarrie, ma sono proprio quei difetti e quelle bizzarrie che non infastidiscono una donna, anzi". Ecco. Probabilmente io non ci sarei mai arrivato.
La cura per i dettagli, e per questo tipo di dettagli, insomma. Al di là della storia, che è carina e scorre bene, Fred Vargas è una che scrive con attenzione.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Chi è morto alzi la mano, 17-09-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Davvero un gran bel libro, I punti di forza di questo straordinario romanzo sono la semplicità, la caratterizzazione dei personaggi e dei luoghi, la narrazione scorrevole e il finale a sorpresa. Insomma, tutti gli ingredienti di un'opera ben riuscita, che conquista il lettore dalla prima all'ultima pagina.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Alberi e..., 29-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Cresce un albero in giardino e scompare la prioprietaria del terreno. E' l'inizio di questo nuovo libro di Fred vargas che ci regala ancora scampi di grande giallistica. Stavolta il protagonista non è il commissario Adasmberg, ma i quattro squinternati evangelisti non sono da meno nel rendere il libro davvero interessante.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Evangelisti, 29-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Tornano gli evangelisti e la creatrice del commissario Adasmberg ci ripropone questo queartetto di pseudo investigatori. Questo libro è veramente bello e mi ha permesso di apprezzare sempre più la scrittura della Vargas sempre molto attenta ai particolari che ci permettono di investigare anche noi per capire tutta la storia.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0QUATTRO EVANGELISTI, 16-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
E dopo il Commissario Adamsberg una nuova sorprendente scoperta... I quattro evangelisti, scombinati e diversi nel carattere e nel comportamento, ma che la scrittrice francese presenta con maestria, ricordando i grandi del giallo. Un bel romanzo in cui si susseguono accadimenti che portano la curiosità del lettore a leggere il libro tutto in un fiato. Bello !
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Chi è morto alzi la mano, 16-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Non che mi abbia appassionato molto come intreccio giallo - noir ma è molto più interessante vedere come i personaggi che si dividono la scena sono tratteggiati. Gli investigatori sono tre storici spiantati; ci sono poi lo zio di uno di loro (ex poliziotto cacciato non si sa bene perché) , il nuovo ispettore, la cantante d'opera e suo marito, l'ostessa vicino a casa e suo fratello... E il faggio piantato nel giardino di casa della cantante. I dialoghi tra i tre storici ("gli evangelisti") e lo zio sono di una freschezza e una spontaneità davvero piacevole e ben resi in italiano. La Vargas è meno brava a raccontare i pensieri: è come se l'introspezione le mancasse un po' . Ma complessivamente il risultato è più che accettabile.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Chi è morto alzi la mano, 07-04-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Non giudicatemi male, ma l'ho preso per il titolo. Gli spiantati "evangelisti" non convincono come il personaggio di Adamsberg, e la storia è un pelino meno intrigante, ma comunque la Vargas fa centro anche con questo romanzo.
La sua narrazione pacata e la linearità della storia sono da manuale del giallo, e ricordano Maigret, Agatha Christie e gli altri maestri del genere, stemperati nell'umorismo e nella bizzarria che contraddistiguono i quattro improvvisati investigatori di questa storia: tre storici spiantati e un ex investigatore dalla carriera poco pulita che si cimentano nella sparizionemorte inspiegabili di una cantante d'opera.
Il finale è spiazzante ma tutto sommato in linea con la tradizione per la quale il colpevole è sempre quello più inspettabile.
Gradevole anche se non appassionante.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Chi è morto alzi la mano, 04-04-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Ottimo per cominciare la conoscenza di questa autrice francese. Un bel libro rilassante e coinvolgente, si legge in un baleno. Per il tempo libero, magari al mare o in treno. Ottimo per quello che è, fatto davvero bene, non stupisce molto per fortuna, gli effetti speciali forzati e ficcati dentro a un lio per forza non sono qui.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Chi è morto alzi la mano, 11-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo libro mette in scena una quantità di personaggi geniali, eccezionali e al contempo così umanamente normali, nella cornice di un giallo di tutto rispetto, appassionante e imprevedibile.

E' il secondo libro di Vargas che leggo e mi conferma il grandissimo talento di questa scrittrice, che da oggi diventa ufficialmente una delle mie autrici preferite.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Chi è morto alzi la mano, 10-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Primo libro della trilogia noir dedicata agli "Evangelisti", molto carino, la trama è semplice ma ben costruita.
I personaggi principali, ben raffigurati, sono tutti eccentrici e un po' strambi, nonostante l'intera vicenda ruoti intorno al classico omicidio da dipanare, le circostanze hanno sempre lati comici, buffi, spesso ridicoli.
Un libro agile, divertente e vivace!
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Chi è morto alzi la mano (17)