€ 8.95€ 19.90
    Risparmi: € 10.95 (55%)
Normalmente disponibile in 3/4 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Il cenacolo delle sorelle

Il cenacolo delle sorelle

di Roger R. Talbot

2.0

Normalmente disponibile in 3/4 giorni lavorativi
  • Editore: Sperling & Kupfer
  • Collana: Pandora
  • Data di Pubblicazione: giugno 2010
  • EAN: 9788820048761
  • ISBN: 8820048760
  • Pagine: 436
  • Formato: rilegato
Ekaterinburg, Russia: una famosa attrice muore in un tragico incidente sul set. Il marito, l'oligarca Gavrijl Derzhavin, sospetta si tratti di omicidio. La figlia Nadja ne è convinta, anche se l'unico indizio è un vecchio fondale teatrale, riapparso dopo decenni di oblio. Perché quel pezzo di scarso valore aveva incuriosito sua madre, negli ultimi giorni di vita? E come mai aveva colpito Lena Leskov, la bellissima amante di Gavrijl? Nadja si getta a capofitto in un'indagine inquietante e pericolosa, ma a vegliare su di lei c'è Kirill, ex soldato e guardia del corpo di Derzhavin, un siberiano silenzioso e all'apparenza impenetrabile. La loro caccia all'assassino incrocia più personaggi e si sposta da Mosca a San Pietroburgo, dal Kazakistan all'Irlanda, sulle tracce di un'antichissima e occulta "sorellanza" e del suo segreto finora inviolato: una formula con cui, da tempo immemorabile, le adepte hanno dominato il mondo, soggiogando gli uomini di potere al proprio disegno. Una formula che non deve cadere nelle mani della donna sbagliata... In un crescendo di suspense, dove le sorprese si moltiplicano pagina dopo pagina, il romanzo corre verso l'imprevedibile epilogo, confermando il talento di Roger R. Talbot nel miscelare magistralmente storia e avventura, esoterismo e tecnologia.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Voto medio del prodotto:  2.0 (2.2 di 5 su 5 recensioni)

1.0Scarsissimo!, 14-12-2010, ritenuta utile da 3 utenti su 4
di - leggi tutte le sue recensioni
Storia banale all'inverosimile. Anche dopo essre riusciti a portare a termine la fiacca lettura non si capisce dove questo libro voglia andare a parare
Ritieni utile questa recensione? SI NO
1.0Scarso, 24-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Non capisco come un editore attento come la Sperling pubblichi libri come questo che non ha nulla che si salvi. Trama ridicola e personaggi grotteschi all'inverosimile.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0Il cenacolo delle sorrelle, 23-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Mosca, Londra, Dublino, Anabat, sono alcuni dei posti visitati da questo breve romanzo.
Le protagoniste sono donne diverse con vite diverse. Apparentemente non c'è alcun collegamento tra loro e il ruolo dell'uomo è del tutto irrilevante e totalmente soggiogato dal volere femminile. Poi però si fanno presentazioni di numerosi personaggi storici femminili come Anna Bolena, per farne un esempio, presentate come sorelle opposte tra loro nel corso della storia umana, ma di cui alla fine, nonostante il romanzo si presenti con uno schermo tale, in realtà sono solo accennate.
Manca di suspense e coinvolgimento. Un pò troppo femminista l'idea che solo la donna, invischiata in tutte le forme d'arte, possa esercitare un totale controllo sulla mente dell'uomo e sulle vicende dell'umanità intera.
La conclusione del romanzo poi è troppo veloce e lascia al lettore il compito di interpretare il significato intrinseco del mistero che prometteva di svelare e che in realtà si è rivelato solo il traino per l'acquisto del libro.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Il cenacolo delle sorelle, 16-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Finito... Veloce veloce.. Molto scorrevole, tanta azione, un po' di esoterismo, c'è un po' di tutto... Ma io mi aspettavo di più. Non è riuscito nè a coinvolgermi nè ad appassionarmi e poi che "Dietro un grande uomo c'è sempre una grande donna" ( e senza bisogno di pozioni e riti... Magici) lo avevano già detto
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Da leggere!!, 10-06-2010, ritenuta utile da 1 utente su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Bello, bello bello. Ma l'identità di questo sedicente irlandese non mi convince. Anche se dietro la stesura dei capitoli c'è una mano di chiara influenza anglosassone (vedi il colpo di scena finale presente a ogni capitolo e i dialoghi mai troppo lunghi per essere incisivi come in un film) qui la mano è troppo femminile. Ora, perché leggerlo? Semplice: è così raro trovare un romanzo che riesca a unire intrattenimento, intelligenza e incanto.
Ritieni utile questa recensione? SI NO