€ 11.00
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Il cavaliere inesistente

Il cavaliere inesistente

di Italo Calvino

4.5

Fuori catalogo - Non ordinabile
"Questo romanzo di Calvino viene ad affiancarsi a 'Il visconte dimezzato' e a 'Il barone rampante', compiendo una trilogia di emblematiche figure, quasi un albero genealogico di antenati dell'uomo contemporaneo. Stavolta Calvino si è spinto più a ritroso nei secoli e il suo romanzo si svolge tra i paladini di Carlomagno, in quel Medioevo fuori d'ogni verosimiglianza storica e geografica che è propria dei romanzi cavallereschi". - Dalla quarta di copertina (anonima) di Calvino alla prima edizione.

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Italo Calvino:


Voto medio del prodotto:  4.5 (4.3 di 5 su 16 recensioni)

3.0L'uomo automa, 11-06-2012, ritenuta utile da 1 utente su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
E' impressionante come Calvino abbia rappresentato abilmente l'uomo moderno, una sorta di automa dedito ad azioni meccaniche per non perdersi del tutto. Un libro che dietro una storia fantastica nasconde molto di più, cela la nostra condizione odierna, i tormenti di un uomo isolato capace di trovare conforto solo in attività meccaniche.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0Non mi è piaciuto molto, 28-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
In questo romanzo Italo Calvino rappresenta la condizione dell'uomo nella società contemporanea. Infatti il protagonista è il simbolo dell'essere umano che appare cancellato dietro ai comportamenti prestabiliti dalla società. Al di là del messaggio che l'autore vorrebbe trasmettere, il libro mi è parso un po' noioso.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Bellissimo, 16-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Con questo romanzo si conclude la "trilogia araldica" i cui primi due capitoli sono "il visconte dimezzato" i "il barone rampante". Qui vengono narrate le vicende di un terzetto di cavalieri (Agilulfo, Bradamante e Torrismondo) che intraprendono un'avventura finalizzata a dimostrare le nobili origini di ser Agilulfo. Un libro consigliato a lettori di ogni età.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Meraviglioso., 15-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Agilulfo è un cavaliere dell'esercito di Carlo Magno, forte, valoroso, di animo nobile, praticamente perfetto se non fosse che, in realtà, Agilulfo non esiste. Dentro la sua lucente armatura bianca non c'è alcun corpo e il cavaliere riesce a non dissolversi solo grazie alla sua grande forza di volontà, senza la quale scomparirebbe per sempre. Accanto a lui si muovono una serie di personaggi bizzarri, imperfetti ma vivi, tutti alla ricerca di qualcosa che li faccia sentire completi. Terzo capitolo della trilogia "I nostri antenati", si rivela anche il capitolo più bello, oltre ad essere uno dei miei libri preferiti in assoluto. Calvino racconta una storia cavalleresca dalle ambientazioni surreali, popolata da personaggi stravaganti, divertente e ironica se letta con leggerezza, incredibilmente profonda e struggente se letta con attenzione e intelligenza. Il libro che mi ha fatta innamorare di quest'autore. Meraviglioso.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Un piccolo libro, una grande opera, 07-05-2012, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Il cavaliere inesistente è un'opera dal significato profondo ma al contempo piacevole e leggera. La straordinarietà della storia che per certi versi può apparire fantastica ed improbabile propone invece moltissimi punti di riflessione. Mi piace pensare che sia possibile leggerla con due punti di vista diversi: il primo come storia in sè nella sua ironia; il secondo come riflessione su ciò che Agilulfo rappresenti, cioè su che cosa realmente esista e cosa no.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Il cavaliere inesistente, 06-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Il protagonista è un cavaliere coraggioso, abile con la spada e con l'arco, devoto all'Imperatore, severo con gli altri e con se stesso. La sua armatura è sempre scintillante, è un vero galantuomo con le donne, un Paladino invincibile che pone il suo onore al di sopra della sua esistenza. Peccato che non esista, e che l'armatura al suo interno sia... Vuota! Calvino completa la trilogia dimostrando che la sua fantasia era inesauribile. Un romanzo bellissimo, da leggere e rileggere.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Carino, 21-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Sicuramente il migliore tra i tre che compongono la "Trilogia degli antenati" di I. Calvino. Ambientato all'epoca dei conflitti tra Carlo Magno e gli infedeli, ha per protagonista il Cavaliere Agilulfo, che "non esiste". Egli è la metafora della realtà di oggi: piena di forma ma priva di sostanza.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Un simbolo, 06-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Di tutta la Trilogia quello che più mi ha colpito per la sua simbologia è l'ultimo capitolo, "Il cavaliere inesistente". Un cavaliere esiste per gli altri solo grazie alla sua armatura. Quante persone oggi hanno valore solo perché rivestono un ruolo? Quante persone riescono a essere solo celandosi dietro una maschera? Davvero bellissimo
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Emozionante, 27-05-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Nonostante sia un classico e spesso lo si debba leggere per forza, lo consiglio vivamente. Coinvolgente e appassionante e il finale è un'emozione unica e sconvolgente. Il cavaliere ti entra nel cuore e ti colpisce per i suoi valori nobili, ricorda alcuni eroi dei giorni nostri i quali danno la vita per ciò in cui credono.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Da leggere, 16-02-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Un classico di Calvino, una metafora della vita, è la terza parte della triologia araldica. Il protagonista è Agilulfo, un cavaliere che non esiste, ma che è vivo solo per il suo volere. Ad un banchetto gli viene contestato il titolo di cavaliere e lui inizia a viaggiare per scoprire la verità, in quanto lui esiste solo per via del suo titolo. Un romanzo da leggere assolutamente, un classico della letteratura italiana.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Chi siamo noi?, 17-07-2010, ritenuta utile da 3 utenti su 3
di - leggi tutte le sue recensioni
A parte la trama onirica, sospesa in un medioevo di maniera,tutto il libro pare improntato su una domanda sola: "Chi siamo noi?". No, non a livello anagrafico, ci mancherebbe, ma piuttosto: se ci spogliassero di tutto ciò che è apparenza, ci mettessero in un ambiente che non è il nostro, ciascuno di noi esisterebbe ancora? Oppure farebbe la fine del cavaliere inesistente, che senza armatura, senza battaglie da combattere, non è niente? Banalizzato da molti, è in realtà un libro che ha quasi del romanzo psicologico, chi riesce a leggere tra le righe, ne troverà un capolavoro, gli altri, ahimè, solo una favoletta.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Una riflessione sull'esistenza, 14-07-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Essere o esistere? Un dilemma che si fa ancora più forte nella realtà contemporanea. Attraverso la semplicità di Calvino, riusciamo a comprendere quanto la nostra vita sia vincolata alla pura apparenza. In realtà, basta solo dar sfogo alla parte più autentica di noi stessi. Un libro da leggere in ogni momento più significativo della nostra vita.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Il cavaliere inesistente (16)