€ 17.86€ 19.00
    Risparmi: € 1.14 (6%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Casa desolata

Casa desolata

di Charles Dickens


Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
Il romanzo è una satira della costosa e rovinosa procedura dell'antica corte della Cancelleria, illustrata dal caso di eredità Jarndyce & Jarndyce, che viene interamente assorbita dalle spese legali, provocando la rovina e la morte d'un giovanotto inconcludente, Richard Carstone che, con la cugina con cui si era segretamente sposato, mirava a mettere le mani su quella eredità. Il libro è pieno di scene truci come un romanzo nero, dove, tra i vicoli bui e maleodoranti, si muovono figure sospette e anche le cose assumono un'aria sinistra. Con un saggio di Vladimir Nabokov.

Note su Charles Dickens

Charles Dickens (Portsmouth 1812- Higham 1870) è stato uno dei maggiori scrittori dell’Ottocento inglese ed il caposcuola dei romanzi sociali, che mettevano al centro della narrazione la vita delle classi operaie. Dopo un’infanzia difficile, iniziò quindicenne a lavorare come stenografo presso uno studio legale e poco dopo a occuparsi di cronaca per due importanti quotidiani londinesi. Dickens, insieme ai primi articoli, pubblicò anche una serie di racconti brevi dedicati alla vita in città. È nel 1836 però che divenne famoso come autore di “I segreti del circolo Pickwick”, racconto ironico e dissacrante dell’Inghilterra di primo Ottocento. L’anno seguente uscì “Oliver Twist”. Il nuovo scritto di Dickens fu il primo romanzo in inglese ad assegnare il ruolo di protagonista ad un ragazzo, descrivendo la vita quotidiana delle classi povere senza sentimentalismi né romanticismi. Il successo questa volta dilagò anche oltreoceano, negli Stati Uniti. Il trionfo di critica e pubblico si ripeté anche con “David Copperfield”. L’opera, caratterizzata da molti elementi autobiografici, confermò la sua eccezionale bravura. Gli ultimi anni dello scrittore furono segnati da numerose conferenze e viaggi. Le sue condizioni psicofisiche invece, dopo essere sopravvissuto ad un incidente ferroviario, divennero sempre più precarie. Cinque anni dopo Charles Dickens morì nella sua casa nel Kent il 9 giugno 1870.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Casa desolata acquistano anche Martin Chuzzlewit di Charles Dickens € 18.80
Casa desolata
aggiungi
Martin Chuzzlewit
aggiungi
€ 36.66


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Casa desolata e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  3.5 (3.5 di 5 su 2 recensioni)

3.0Casa desolata, 06-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Non so proprio che titolo dare, ho trovato questo romanzo noioso nulla a che spartire con"Oliver Twist"o"David Copperfield", c'erano lunghe dettagliatissime descrizioni che ti catapultano nella Londra ottocentesca (e non è poco! ) e un po' d'ironia, ma la narrazione è piuttosto piatta, ho faticato a finirlo pur trovandolo scritto molto bene.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Casa desolata, 07-04-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Opera magistrale, davvero ben orchestrata. Consigliato. Dickens, un genio del suo tempo che ancora parla alla nostra modernità, con quel suo linguaggio tra il formale ottocentesco e la schiettezza di un guitto che irride i potenti.
Splendida la sua forte critica sociale, vibrante la sua descrizione degli umili e delle vittime come dei cattivi, dei perfidi, degli approfittatori, dei villains: il suo è un teatro di casi umani, di maschere, di valori, che resta ai vertici della letteratura mondiale di ogni tempo.

Dickenso, che scriveva romanzi a puntate per il piacere del popolo borghese e per il bisogno di denaro, forse non sapeva di star tracciando la Storia, o forse lo sapeva, e proprio per quello "approfittava" della sua materialissima necessità per trasmettere messaggi di umanità e "sovversione". Resta il fatto che in "Casa Desolata", come in tante altre sue opere troppo facilmente archiviate come mattoncini, anche un po' noiosi, resi importanti dal tempo e dai critici, ma forse distanti dalla gente, Dickens ci restituisca invece un'idea di "essere umano" attualissima, riuscendo a farci indignare, godere e divertire nello stesso spazio narrativo.
Da affrontare anche poche pagine alla volta, ma assolutamente un'esperienza di non farsi mancare.
Ritieni utile questa recensione? SI NO